Mi fido di te

Film 2006 | Commedia 100 min.

Regia di Massimo Venier. Un film Da vedere 2006 con Alessandro Besentini, Francesco Villa, Maddalena Maggi, Lucia Ocone, Roberto Citran. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2006, durata 100 minuti. Uscita cinema venerdì 9 febbraio 2007 distribuito da Medusa. - MYmonetro 2,99 su 50 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Mi fido di te tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Storia di truffe e di amicizia tra due tipi strani, ognuno emarginato dal suo mondo. In Italia al Box Office Mi fido di te ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 678 mila euro e 233 mila euro nel primo weekend.

Mi fido di te è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,99/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,63
PUBBLICO 3,23
CONSIGLIATO SÌ
Ale e Franz ci riprovano e fanno centro!
Recensione di Tirza Bonifazi
giovedì 8 febbraio 2007
Recensione di Tirza Bonifazi
giovedì 8 febbraio 2007

La mattina di Francesco inizia con leggerezza, quasi fosse la pubblicità di un famoso biscotto, ma nasconde un drammatico retroscena non appena l'ignara moglie gira l'angolo con la macchina familiare. Francesco è stato licenziato da più di un mese dalla multinazionale per la quale lavorava ma non sa come raccontarlo a casa. Ogni mattina, tolti gli abiti eleganti da manager in carriera indossa quelli da benzinaio e "omino dell'acqua" nella speranza di trovare presto un nuovo impiego alla sua altezza. Poco distante, Alessandro - un piccolo truffatore che vorrebbe lasciare la malavita per ricominciare da capo con un lavoro onesto e mettere su famiglia - è perseguitato dagli strozzini ai quali deve ancora 500 euro pena la morte, o ancor peggio, il coinvolgimento della fidanzata come minacciano i suoi aguzzini. Il destino li farà incontrare e i due diverranno partner in affari (poco puliti); ma per lavorare in coppia, quando la posta in gioco è alta, bisogna fidarsi l'uno dell'altro.
Ale & Franz sono i due protagonisti e autori - insieme a Massimo Venier, Walter Fontana e Mauro Spinelli - di Mi fido di te, pellicola che si divide su due piani. Di fondo c'è il problema del licenziamento, della difficoltà di trovare un lavoro nonostante la laurea, il master, la conoscenza delle lingue, la preparazione sul campo. Una condizione sociale che tocca gran parte della popolazione italiana e sulla quale ci sarebbe ben poco da ridere. Ad alleggerire l'atmosfera c'è la comicità sottile, "sottoesposta", levigata del duo divenuto celebre sul palco di "Zelig" e l'innesto delle truffe che vengono architettate e perfezionate man mano che la trama fa il suo corso. Massimo Venier si era già dimostrato un abile regista al servizio dello spirito giocoso di Aldo, Giovanni e Giacomo e realizza per Ale & Franz una commedia "strapparisate" scorrevole, piena di buoni sentimenti, che pone l'amicizia maschile al centro della storia. Sullo sfondo di una Milano da comprare, più che da bere, dove una tv da 42 pollici rappresenta la felicità, Francesco e Alessandro fondano la loro società a delinquere un po' sbilenca alle spalle delle loro donne. Ma le protagoniste femminili (Maddalena Maggi e Lucia Ocone) per una volta tanto non sono vittime del cinema italiano, ma hanno carattere e dignità e faranno scattare il meccanismo della svolta finale del film. Potete anche entrare in sala prevenuti dopo l'infelice debutto "solistico" del duo comico; Mi fido di te prende le distanze da La terza stella e offre un nuovo (e roseo) inizio cinematografico a un'accoppiata vincente.

Sei d'accordo con Tirza Bonifazi?
MI FIDO DI TE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD

-
-
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 21 novembre 2013
stefano bruzzone

massimo venier dopo aver diretto con grande successo aldo,giovanni e giacomo, fa centro con un'altra coppia zelig, ovvero ale e franz, bravissimi e perfettamente a loro agio in questo commedia molto originale e divertente ambientata a milano. storia di truffe e baruffe ma anche di drammi famigliari legati alle difficoltà economiche e alla perdita del lavoro, il tutto perfettamente mixato [...] Vai alla recensione »

giovedì 4 luglio 2013
cicciopasticcio7

Mi Fido di Te è un film ben fatto, con una trama semplice ma in grado di appassionarti senza farti annoiare: Franz è un ex dirigente di azienda, che ritrovatosi senza lavoro mente alla sua famiglia fingendo ogni mattina di andare al lavoro nella sua vecchia azienda, salvo poi recarsi al benzinaio dove realmente lavora; Ale è un poveraccio indebitato con dei cravattari che raccimola [...] Vai alla recensione »

martedì 2 febbraio 2010
ultimoboyscout

Ale e Franz portano sullo schermo la loro grande sintonia, maturata in anni di sketch, cabaret e teatro. Risultato gradevolissimo per una commedia brillante e dal buon ritmo. E loro ci sanno fare sul serio.

martedì 12 gennaio 2010
claudiorec

Strano che non abbiano fatto altri film! Questo è molto riuscito!

lunedì 16 febbraio 2015
Cavedano

Talvolta si parte prevenuti nel vedere un film e poi si scopre che oltre ad essere ben girato e ben interpretato dai protagonisti. Questo è accaduto per Mi fido di te, commedia in parte drammatica che evidenzia una dote cinematografica da non sottovalutare di Alex e Franz.Speriamo che si presentino altri film di tale livello

mercoledì 8 gennaio 2014
daviderivi

una delle migliori commedie italiane che abbia mai visto, assolutamente sottovalutato e un bel significato sull'amicizia e la fiducia reciproca! Bravissimi Ale e Franz, sarebbe bello rivedervi sul grande schermo

martedì 4 giugno 2013
toty bottalla

Il film attraverso i suoi interpreti, bravi, racconta una porzione di disagio sociale sempre più attuale e drammatica, la chiave semicomica attenua l'amarezza, venier è bravo nel focalizzare l'amicizia come riscatto e speranza, purtroppo però, il lieto fine che chiude il film si scontra con la realtà a volte orribilmente allucinante! Saluti.

lunedì 12 novembre 2012
Alex41

Film leggero e piacevole, ma assolutamente ricco di significati: amicizia, fiducia, odio, tutto questo insieme ai due bravissimi comici Ale & Franz che, dopo il sufficiente "La Terza Stella" tornano in una commedia a tratti divertente, a tratti che fa riflettere: come attori dimostrano di farsi valere. La storia è appassionante, non presenta quasi mai punti vuoti, la regia di Massimo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 febbraio 2012
Cenox

La vita di Francesco (Franz) è apparentemente perfetta: bella moglie, due figli, casa lussuosa e lavoro importante, peccato che quest'ultimo ormai da più di un mese l'abbia perso, ma per non far sospettare di niente la moglie, continua a recarsi al lavoro come se nulla fosse, salvo dirigersi da un distributore la mattina, e consegnare bottiglie d'acqua il pomeriggio.

Frasi
Mobili Mobili Asta Damiano
Una frase di Alessandro (Alessandro Besentini)
dal film Mi fido di te - a cura di daniele
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
lunedì 12 febbraio 2007
Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Ale e Franz. La TV, soprattutto quella di Zelig, li ha resi popolari con quei loro personaggi reciprocamente tanto dissimili, uno ingenuo e invadente, l'altro furbo e riservato. Al cinema, finora, avevano avuto un successo minore anche se in un loro film, La terza stella, si erano proposti sotto la guida di Alberto Ferrari che li aveva già diretti con fortuna in teatro («Due e Venti»).

venerdì 9 febbraio 2007
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Giù il cappello. All'esordio, Ale&Franz avevano impapocchiato un'anemica commediola (La terza stella) più da sbadigliare che da ridere. Due anni di meditazione ed eccoli felicemente risorti con Mi fido di te. A Milano, Francesco (Franz), funzionario di una multinazionale, è stato licenziato, ma non sa come dirlo alla moglie Veronica, beatamente ignara in villa con i due bambini.

venerdì 9 febbraio 2007
Roberta Bottari
Il Messaggero

Francesco (Franz) è un uomo per bene che ha perso il lavoro: è stato licenziato da una multinazionale, ma ogni mattina si veste da manager in carriera perché non ha il coraggio di dire la verità alla moglie. Alessandro (Ale) invece un lavoro non l'ha avuto mai, ma la vita del piccolo truffatore che fino ad ora gli era andata a pennello, non gli va più: adesso sente l'esigenza di ricominciare da capo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 21 febbraio 2007
Gerhard Mumelter
Der Standard

Devo ammettere che, senza l'obbligo di recensire un nuovo film, non mi sarei mai aggiunto a quelle quattro persone che, in un piovoso pomeriggio, si sono rifugiati in un cinema a cercare un po' di distrazione con il nuovo film di Ale e Franz. Forse saranno rimasti deluse. Mi fido di te di Massimo Venier, il secondo film dei due comici di Zelig dopo La terza stella, è una commedia dal sorriso amaro [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 febbraio 2007
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Ale e Franz avevano già cercato due anni fa la strada del cinema, con il film La terza stella. Risultato fiacco, forse anche perché ricalcava i precedenti cabarettistici e i personaggi non erano veri personaggi. Questo nuovo Mi fido di te invece non è male per niente. Alessandro Besentini e Francesco Villa si riprendono i loro veri nomi e li attribuiscono ai due personaggi della storia.

Roberto Silvestri
Alias

Il regista di Aldo Giovanni e Giacomo alle prese con il primo film scritto dai due comici di Zelig, Ale(ssandro Besentini) e Fran(z)cesco Villa, ambientato a Milano, nel mondo dei piccoli truffatori di strada, dove si incontrano, battibeccano, ma ne congegnano delle belle, un neofita (manager di multinazionale licenziato), dalla razionatistà irritante, e uno che la sa lunga, ma stralunato e arruffone. [...] Vai alla recensione »

lunedì 19 febbraio 2007
Aldo Fittante
Film TV

Tutti i comici sognano il cinema. Non fanno eccezione Ale & Franz, tra i pochi della Generazione Zelig ad avere spessore teatrale, un respiro attoriale da palcoscenico vero, dei tempi e dei ritmi che si rimpallano con intelligenza e senza volgarità, rimanendo ben lontani dalla battuta televisiva di un secondo. Il problema, però, è che il cinema (o ciò che ne è rimasto) è altra cosa rispetto alle pur [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati