Chiamata da uno sconosciuto

Film 2006 | Horror +13 87 min.

Titolo originaleWhen a stranger calls
Anno2006
GenereHorror
ProduzioneUSA
Durata87 minuti
Regia diSimon West
AttoriCamilla Belle, Tommy Flanagan, Katie Cassidy, Tessa Thompson, Brian Geraghty Clark Gregg, Derek de Lint, Kate Jennings Grant, David Denman, Arthur Young, Madeline Carroll, Steve Eastin, John Bobek, Lance Henriksen, Brad Surosky, Karina Logue.
Uscitavenerdì 30 giugno 2006
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,44 su 51 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Simon West. Un film con Camilla Belle, Tommy Flanagan, Katie Cassidy, Tessa Thompson, Brian Geraghty. Cast completo Titolo originale: When a stranger calls. Genere Horror - USA, 2006, durata 87 minuti. Uscita cinema venerdì 30 giugno 2006Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,44 su 51 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Chiamata da uno sconosciuto tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Mentre Jill fa la babysitter a casa Mandrakis, un uomo inizia a chiamarla al telefono spaventandola. Remake di Quando chiama uno sconosciuto, thriller del 1979 diretto da Fred Walton. In Italia al Box Office Chiamata da uno sconosciuto ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 185 mila euro e 76,4 mila euro nel primo weekend.

Passaggio in TV
sabato 23 marzo 2019 ore 0,25 su RAIMOVIE

Chiamata da uno sconosciuto è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,44/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA 1,80
PUBBLICO 2,38
CONSIGLIATO NÌ
Un film teso, che tiene continuamente col fiato sospeso.
Recensione di Tirza Bonifazi
venerdì 16 giugno 2006
Recensione di Tirza Bonifazi
venerdì 16 giugno 2006

A 125 miglia da Burford, dove sono stati ritrovati i corpi di due bambini uccisi brutalmente, la studentessa di liceo Jill Johnson (Camilla Belle), nonostante ci sia la festa della scuola, è costretta dal padre a fare la babysitter a servizio dei coniugi Mandrakis come punizione per aver ricevuto una bolletta del cellulare salatissima. Palesemente controvoglia decide di dimostrare al genitore di essere una ragazza responsabile. Jill è anche giù di corda perché ha colto in flagrante la sua migliore amica mentre baciava il fidanzato. La casa dei Mandrakis è una villa lussuosissima, i due bambini che deve guardare sono a letto con l'influenza e stanno già dormendo; il lavoro non dovrebbe essere affatto impegnativo. Tutto tace finché il telefono non inizia a squillare e dall'altra parte della linea un uomo si informa con una certa insistenza se la ragazza abbia controllato di recente i bambini. Sempre più spaventata Jill chiede aiuto alla polizia che però non può fare niente se non tentare di localizzare la chiamata, ma per far questo lei deve riuscire a parlare con l'uomo per almeno un minuto.
Costruito per buona parte intorno a quelle telefonate, Chiamata da uno sconosciuto tiene lo spettatore col fiato sospeso - benché non succeda nulla di eclatante per due terzi del film - con l'aiuto di una colonna sonora (di James Michael Dooley) sempre presente, a creare continua tensione. Simon West (Con Air, Tomb Raider) rilegge alla sua maniera Quando chiama uno sconosciuto, thriller psicologico del 1979 diretto da Fred Walton che già aveva colpito l'immaginazione di Wes Craven tanto da indurre il regista a citarlo nella sequenza iniziale del primo Scream. Cambia il finale, ma non la sensazione di terrore che accompagna lo spettatore fino all'ultima scena.

Sei d'accordo con Tirza Bonifazi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Remake, scritto da Jake Wade Wall, di Quando chiama uno sconosciuto (1979). Baby-sitter in una lussuosa villa isolata è perseguitata da telefonate silenziose finché scopre che lo sconosciuto, già uccisore di due bambini, si trova in casa. Fondato su inevitabili stereotipi, monocorde, claustrofobico, accorto nel celare l'identità dell'assassino sino alla sequenza finale, è un pauroso film di suspense senza spargimento di sangue che si affida a una sagace atmosfera sonora e alla scenografia della villa, opera di Jon Gary Steele, vero coautore.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
CHIAMATA DA UNO SCONOSCIUTO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€3,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 21 agosto 2010
Carly

Anche se è un remake, questo film ha parti interessanti da non trascurare. I remake dei film vecchi hanno il vantaggio di esprimere in maniera più dettagliata inquadrature, luci, effetti visivi, montaggio, scenografie ecc..e infatti è questo il punto forte di "Chiamata da uno sconosciuto".La sceneggiatura, pur essendo buona, è comunque un classico Thriller visto e strarivisto in altri film, però se [...] Vai alla recensione »

venerdì 6 novembre 2015
Achab50

La prima domanda che uno si pone è perchè fare il remake di un film già mediocre, sapendo già dall'inizio che queste avventure trascinano il film fra i B movie. Vabbè, un commissario di polizia che poi non si vedrà più trova due bambini massacrati, una ragazzetta fa jogging attorno all'ambulacro di una palestra in 25 secondi, ma potrebbe farlo [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 settembre 2014
Luigi Chierico

Realizzato in piena economia, ad eccezione della lussuosa casa tecnologica ma non troppo, teatro degli incubi e non solo. Le comparse, appena comparse sono scomparse: i padroni di casa,l’amica,il fidanzato,la domestica,il poliziotto,lo sconosciuto. Lo sconosciuto resta sconosciuto sino alla fine,ci si chiede chi fosse,perché,come facesse,dov’era? A questi interrogativi non ci sono risposte.

mercoledì 28 ottobre 2009
maximilian

Solito clichè della ragazza carina ed indifesa alla mercè dello psicopatico di turno.Da una parte l'innocenza,la purezza,i bambini,il BENE assoluto;dall'altra il mostro,il Brutto,il MALE. Nessuna caratterizzazione dei personaggi,nessun approfondimento psicologico:film da teen-saturdaynight con pop-corn e coca-cola.

venerdì 24 aprile 2009
taniamarina

Apparentemente inizia come un classico film horror per liceali, bella e brava ragazza che, si intuisce, verrà tormentata da chissà chi o cosa e la spunterà, proprio come la morale americana esige. In verità c'è di più. Il valore aggiunto lo si percepisce nella casa e nel suo arredamento, tra il gotico e il moderno, mentre bambini che non si vedranno subito, dormono misteriosamente oltre tetre scale [...] Vai alla recensione »

lunedì 14 ottobre 2013
Cassiopea

Premetto che sono un'amante del genere thriller. Ma questo film.. Boh, non sta in piedi. Non ce la può proprio fare. Credo che nella vicenda ci siano troppe incongruenze, tipo: la donna delle pulizie stava bellamente ripulendo il giardino, ad un tratto scompare e non la si vede nè sente più per il resto del film. Ora, va bene che la casa è grande e puoi non vedere una [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 ottobre 2014
elgatoloco

"When a Stranger calls"è uno di quei film"horror"(ma sulla definizione di genere si potrebbe aprire un dibattito)che non dicono nulla di nuovo, ripetono schemi visti e stra-ri/visti, ma in complesso"tengono": Simon West è regista discreto, Camilla Belle"tiene"(quasi da sola)la parte, ma il"meglio"viene da scenografia e musica, nella loro [...] Vai alla recensione »

martedì 22 gennaio 2013
Johnny97

bel thriller , tiene col fiato sospeso , e fino alla fine non sai chi é l 'assassino.

domenica 10 giugno 2012
satlee

annoiarti... eppure ero quasi sempre spinto a mettere avanti il video... perchè vi erano alcuni momenti in cui davvero si provava noia, quando ci sono questi tipi di film per cosi dire "claustrofobici" cioè interamente girati in una casa o una stanza, o una bara (buried, sepolto vivo), il dialogo è la base di tutto e invece ogni volta che il tizio chiama non fa altro [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 luglio 2011
.Bree

Lo definirei il film più brutto che abbia mai visto. Niente paura, niente suspance, trama vista mille volte. Solo una ragazzina che si ritrova a fare la babysitter e fa tutt'altro che quello. Passa la serata a dire 'Pronto? Chi parla? C'è nessuno?'. Credo che lo sceneggiatore abbia fatto 'copia e incolla' di questa frase sul copione per l'attrice un centinaio [...] Vai alla recensione »

sabato 2 febbraio 2013
german

se non capite nulla di cinema,non commentate,questo film è davvero un gran bel thriller e funziona benissimo,a chi si è permesso nel forum di criticarlo,io dico:perchè non ci provate voi a fare un film del genere?dubito che ne sareste capaci.

Frasi
Bobby: Vuoi smetterla di chiamarmi!?
Jill: Ho rintracciato la telefonata proviene dall' interno della casa
Dialogo tra Jill Johnson (Camilla Belle) - Bobby (Brian Geraghty)
dal film Chiamata da uno sconosciuto - a cura di michela gritti.......
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberta Bottari
Il Messaggero

Jill Johnson (Camilla Belle) è una studentessa che ha accumulato un debito per 800 minuti di traffico con il suo cellulare: il padre è furioso. Per questo la costringe a saldare il conto, facendo da babysitter ai due figli dei signori Mandrakis, una ricca famiglia che abita in cima alla collina. Il fatto che la casa si trovi solo a 125 miglia da dove sono stati ritrovati i corpi di 2 bimbi uccisi brutalment [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Di paura si può impazzire garantisce il film Chiamata da uno sconosciuto, rifacimento dell'omonimo (in Usa) When a Stranger Calls (1979) di Fred Walton, un regista del quale non si è più saputo granché, tranne che dopo Quando chiama un sconosciuto (il titolo italiano) ne firmò il sequel Lo sconosciuto alla porta (1993). Il nuovo film, opera di Simon West, non prende molto dal precedente, basato sul [...] Vai alla recensione »

Alberto Castellano
Il Mattino

Simon West, in Chiamata da uno sconosciuto, si è messo con il mestiere e con il piglio spettacolare dimostrati in alcune pellicole d’azione al servizio del plot originale, che ruota intorno alla giovane baby-sitter Jill che, rimasta sola con i due bambini di una ricca coppia in una casa nel bosco, viene perseguitata dalle telefonate di un maniaco. D’accordo con la polizia, la ragazza riesce a tenere [...] Vai alla recensione »

Massimo Lastrucci
Ciak

C'era una volta (il 1979 per la precisione) Un thriller, un B Movie asciutto e teso di quelli che sembravano fatti apposta per allargare il discorso (con argomenti tipo: la paranoia della società americana, la "normalità" del mostro, la crescita di sottogeneri nuovi per un pubblico giovane). Chissà come sia venuto in mente e perché, ma nel 2006 han pensato di farne un remake.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati