L'avversario

Film 2002 | Drammatico 120 min.

Regia di Nicole Garcia. Un film con Daniel Auteuil, Géraldine Pailhas, François Cluzet, Emmanuelle Devos, Bernard Fresson. Cast completo Titolo originale: L'adversaire. Genere Drammatico - Francia, 2002, durata 120 minuti. - MYmonetro 2,80 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi L'avversario tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Jean-Claude Romand uccide sua moglie, i figli e i suoi genitori e tenta il suicidio. I familiari hanno scoperto che non è mai stato un medico come aveva fatto loro credere per diciotto anni.

Consigliato sì!
2,80/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,80
CONSIGLIATO NÌ
Fingere. Fino a quando?

Il 9 gennaio 1993 Jean-Claude Romand uccide sua moglie, i figli e i suoi genitori e tenta il suicidio. I familiari hanno scoperto che non è mai stato un medico come aveva fatto loro credere per diciotto anni. L'inchiesta svelerà, fatto ancor più sconvolgente, che non esercitava alcun altra professione. Nicole Garcia pedina il percorso di una mente che precipita sempre più nel labirinto delle menzogne che ha costruito rifacendosi al fatto di cronaca ben noto in Francia e avvalendosi di un attore capace di scavare nelle psicosi come Daniel Auteuil. Il tema era già stato affrontato da Cantet in A tempo pieno con un'indagine formalmente più raffinata e con maggiore attenzione alle problematiche sociali legate al tema del lavoro. La Garcia, da ex attrice, punta tutto sul collega attore. Ma realizza un film che finisce col mettere in ombra il contesto. Preferivamo Cantet.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Per 18 anni Jean-Marc Faure ha ingannato tutti, costruendosi l'inesistente identità di un medico affermato, dirigente dell'Organizzazione Mondiale della Sanità impegnato in viaggi all'estero. Quando sta per essere scoperto, provoca la morte del suocero, uccide moglie, due figli e i genitori, cerca di sopprimere un'amante e fallisce il suicidio. Storia vera di Jean-Claude Romand, autore nel 1993 di un'analoga strage cui si ispirò L. Cantet in A tempo pieno (2001) e dalla quale, dopo aver parlato con Romand in carcere, Emmanuel Carrère trasse il romanzo omonimo (1999), adattato da Jacques Fieschi, dalla regista e da suo figlio Frédéric Bélier-Garcia. Film angoscioso, a Cannes 2002 fu accolto tiepidamente per colpa della calcolata freddezza con cui è raccontato. Quella colpa è, almeno sul piano etico, il suo merito.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

L'AVVERSARIO disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€4,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 17 settembre 2015
Giorgio Postiglione Giorpost

Su Daniel Auteuil si è detto quasi tutto, tale è la sua bravura e vista la mole di estimatori che ha in tutt' Europa e nel resto del globo. L' attore francese mi ha costantemente sorpreso per la sua poliedricità nell' alternare ruoli brillanti ad altri dal profondo dramma interiore. In quest' opera dal titolo L' avversario (Francia, 2002), tratta da una vera [...] Vai alla recensione »

mercoledì 9 marzo 2016
Barolo

Quello che più colpisce del film è sapere che è tutto vero.Purtroppo la storia raccontata magistralmente da Garcia è autentica e questo la rende ancora più angosciante.Con una regia asciutta e una sceneggiatura sobria,Il regista ci porta nelle lunghe e allucinanti peregrinazioni del protagonista,medico per tutti in realtà nullafacente, in stazioni di servizio [...] Vai alla recensione »

domenica 12 aprile 2009
Luviana

Se lo spettatore non sapesse che è basato su una storia vera..lo troverebbe assurdo. E questa storia resta comunque inspiegabile nel film in cui le psicologie sono algide, non vive ma quasi meccaniche e quindi non convincenti. Il protagonista è tratteggiato come un quasi pazzo..sicuramente Auteuil è molto bravo..ma il film non spiega nulla. E' reso comunque il sapore di una ossessione.

giovedì 28 aprile 2011
paperino

Quello che più mi ha colpito di questo film è il tentativo, portato avanti tenacemente  fino alla fine, di mostrare i fatti accaduti dal punto di vista del protagonista.Il difficile gioco di continui flash back mi sembra perfettamente riuscito  nel situare l'inizio della vicenda e la sua fine nello stesso luogo e nella stessa atmosfera di straniamento.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Nella realtà Jean-Claude Romand, che attualmente sta scontando l'ergastolo, sterminò la sua famiglia il 9 gennaio 1993 dopo aver finto per diciotto anni di essere un medico e dopo che la menzogna era stata scoperta. Piuttosto che deludere aveva preferito prima mentire e poi uccidere. La sua vicenda ha ispirato un romanzo di Emmanel Carrère. Ma anche due film francesi, entrambi ambientati nella regione [...] Vai alla recensione »

Aldo Fittante
Film TV

Questa terribile storia d’invisibilità ha talmente scioccato l’opinione pubblica francese che, nel giro di tre anni, ha partorito due film, Il primo, A tempo pieno, lo abbiamo visto due stagioni or sono, Il secondo, presentato in concorso a Cannes 2002 e diretto dall’ormai ex attrice Nicole Garcia, punta decisamente, rispetto all’operazione di Cantet, su Daniel Auteuil, storico “cuore in inverno” del [...] Vai alla recensione »

PUBBLICO
RASSEGNA STAMPA
MULTIMEDIA
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati