Everwood

Film 2002 | Drammatico

Una serie con Treat Williams, Vivien Cardone, Gregory Smith, Emily VanCamp, Chris Pratt. Cast completo Genere Drammatico - USA, 2002,

Condividi

Aggiungi Everwood tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento mercoledì 9 marzo 2011

Da New York alla natura incontaminata: un neurochirurgo apre un centro di assistenza in un paesino del Colorado. La serie ha ottenuto 2 candidature a SAG Awards,

Powered by  
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES
CRITICA
PUBBLICO 2,98
CONSIGLIATO N.D.

Come in Un medico tra gli orsi, un dottore di città si trasferisce in un paesino sperduto, rimanendo affascinato dai luoghi incontaminati e cercando di far breccia negli animi degli schivi cittadini locali. Se il protagonista del telefilm del 1990 veniva mandato tra i monti per fare praticantato, il neurochirurgo di fama mondiale Andrew Brown detto “Andy” (Treat Williams) lascia New York dopo la perdita della moglie Julia per trasferirsi con i figli in Colorado, a Everwood, una località incastonata tra le Montagne Rocciose. Potendo vivere di rendita grazie ai guadagni accumulati con la sua prestigiosa carriera, il dottor Brown apre uno studio che offre assistenza medica gratuita, gettando nell’incredulità i residenti che fino ad allora erano costretti a pagare il dottor Harold Abbott (Tom Amandes), il quale impedisce alla moglie Rose (Merrilyn Gann) e ai figli Amy (Emily VanCamp) e Bright (Chris Pratt) di fraternizzare con i Brown. I figli di Andy reagiscono diversamente al trasferimento: la piccola e sensibile Delia (Vivien Cardone) non sembra avere difficoltà ad adattarsi; suo fratello Ephram (Gregory Smith) è ancora sotto choc per la perdita della madre e fatica a rifarsi una vita. Quest’ultimo, poi, durante accesi dibattiti che hanno stupito la critica, rimprovera al padre di aver sempre trascurato lui e la sorella (nella puntata-pilota Ephram, rivolgendosi ad Andy, arriva a urlargli: “Vorrei che fossi morto tu e non la mamma!”). Tra la popolazione di Everwood si fanno anche notare: Edna Abbott Harper (Debra Mooney), la madre di Harold che chiede ad Andy di poter lavorare per lui come infermiera; il marito Irv (John Beasley), conducente di bus; Nina Feeney (Stephanie Niznik), la nuova e affascinante vicina dei Brown. Tra gli intrecci, degni di Peyton Place (1964), emerge la relazione impossibile tra Ephram e Amy; il figlio di Andy scopre però che la fidanzata è ancora legata in maniera ossessiva a Colin Hart (Mike Erwin), in coma dopo un incidente stradale; per Amy l’arrivo del dottor Brown in città è una sorta di miracolo: Andy accetta, anche se controvoglia, di operare Colin, ma se riesce a salvarlo in un primo intervento, non può nulla la seconda volta; Amy cade in depressione e inizia a fare uso di stupefacenti. A riaccendere i contrasti tra padre e figlio ci pensa la nuova governante di casa Brown, Madison Kellner (Sarah Lancaster): nonostante la differenza d’età e il parere contrario di Andy, costei fa coppia fissa con Ephram; quando poi Madison annuncia al dottore di essere incinta, lui le offre di pagarle le spese per lasciare Everwood e per tenere segreta la gravidanza. Due volti noti illuminano la serie con il passare degli episodi: Marcia Cross dà vita alla dottoressa Linda Abbott, la sorella di Harold, che dopo aver intrecciato una relazione con Andy rivela di essere sieropositiva e lascia la cittadina; Scott Wolf indossa il camice del dottor Jake Hartman, il quale prende in affitto lo studio del dottor Abbott. Nel terzo ciclo entra in scena Hannah (Sarah Drew), la coinquilina temporanea di Nina che stringe amicizia con Ephram e Amy. In alcuni flashback, la moritura Julia Brown è interpretata da Brenda Strong (successivamente suicida dalla voce fuori campo in Desperate Housewives – I segreti di Wisteria Lane, 2004). L’ideatore Greg Berlanti è anche il produttore esecutivo della serie insieme a Mickey Liddell e Rina Mimoun. Kathy Bates dirige il secondo episodio del primo ciclo. La serie si è aggiudicata nel 2003 un Genesis Award e un Young Artist Award, quest’ultimo consegnato a Gregory Smith. All’esordio del serial sugli schermi italiani Aldo Grasso ha scritto sul “Corriere della Sera” che “come ogni telefilm americano che si rispetti, Everwood mette in scena la quotidianità evitando prediche, moralismi, posti al sole e scuole per diventare famosi. […] È la versione domestica di Twin Peaks”; Antonio Dipollina, su “La Repubblica”, ha commentato: “È di un livello tale da rimanere sbalorditi per l’impianto di scrittura di base. Reduci da fiction italiane aderenti alla realtà (quelle in cui per non spaventare il telespettatore si dice buongiorno e poi si passano i dieci minuti successivi a spiegare cosa vuol dire buongiorno), sembra di essere nel giardino incantato dei telefilm. Con il coraggio di puntare al racconto di realtà e psicologie da un lato sempre spiazzante e sorprendente. Liberi tutti di considerare pretenziosa la serie”; per Alessandra Comazzi de “La Stampa”, si tratta invece di “un delizioso insieme di buonismo e cattivismo, di politicamente corretto e di pensiero divergente. C’è tutto, e tutto scorre. Come le acque delle Montagne Rocciose”. Blake Neely è l’autore della colonna sonora. Tra le guest-stars, nella serie fanno capolino Melinda Clarke, John Savage e Anne Heche. Le riprese hanno avuto come sfondo i paesaggi da sogno dello Utah, tra Park City, Salt Lake City, Springville, Ogden e Pleasant Grove (in quest’ultima località è ambientato il centro di Everwood); nella puntata-pilota alcune scene sono state girate anche a Calgary e Canmore, nella regione canadese di Alberta.

Powered by  
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati