La regina dei dannati

Film 2001 | Horror 100 min.

Titolo originaleQueen of the Damned
Anno2001
GenereHorror
ProduzioneUSA
Durata100 minuti
Regia diMichael Rymer
AttoriAaliyah, Stuart Townsend, Vincent Perez, Marguerite Moreau, Lena Olin, Paul McGann (II) Christian Manon, Claudia Black, Bruce Spence, Matthew Newton, Tiriel Mora, Megan Dorman, Johnathan Devoy, Robert Farnham, Conrad Standish.
MYmonetro 1,90 su 38 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Michael Rymer. Un film con Aaliyah, Stuart Townsend, Vincent Perez, Marguerite Moreau, Lena Olin, Paul McGann (II). Cast completo Titolo originale: Queen of the Damned. Genere Horror - USA, 2001, durata 100 minuti. - MYmonetro 1,90 su 38 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La regina dei dannati tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Tratto dal romanzo di Anne Rice, l'ennesimo, scontato film su vampiri e forze occulte. Diventato tristemente noto perchè la giovane protagonista, la cantante soul Aaliyah, è morta in un incidente aereo alla fine delle riprese. Al Box Office Usa La regina dei dannati ha incassato nelle prime 10 settimane di programmazione 30,3 milioni di dollari e 14,8 milioni di dollari nel primo weekend.

La regina dei dannati è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
1,90/5
MYMOVIES 1,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,60
CONSIGLIATO NO
Il vampiro Lestat decide di tornare sulla Terra come divo del Rock.
Recensione di Nelly Baiamonte
Recensione di Nelly Baiamonte

Un alone di maledizione accompagna l'uscita di questo film horror: la giovane protagonista Aaliyah, infatti, è morta in un incidente aereo subito dopo la fine delle riprese. Il vampiro Lestat, risvegliatosi dopo un sonno di secoli, decide di diventare un divo del rock. La sua musica risveglia Akasha, madre di tutti i vampiri, ma la sua improvvisa celebrità scatena anche le ire e le invidie delle altre creature delle tenebre. Si scatena così l'ennesima, sanguinolenta (prevedibile e noiosa) lotta fratricida tra le forze dell'occulto: ma perchè ci sembra già tutto visto e rivisto?

Sei d'accordo con Nelly Baiamonte?
Giancarlo Zappoli

Molti anni dopo il successo di Intervista col vampiro torna sugli schermi Lestat, il vampiro nato dalla fantasia di Anne Rice. Il film, La regina dei dannati, nasce, come quello che lo ha preceduto, con un'alone di mistero intorno. Quando, era il 1994, Tom Cruise, Brad Pitt e Antonio Banderas si trovarono a confrontarsi con l'universo dei vampiri, River Phoenix, che avrebbe dovuto essere uno dei protagonisti del film, era morto poco prima dell'inizio della lavorazione. Questa volta è la stessa protagonista, la cantante Aaliyah, ad aver perso la vita a riprese completate. Sembra quindi che i vampiri non vogliano essere disturbati, soprattutto quando c'è di mezzo l'autrice del ciclo intitolato Cronache vampire. Lestat, questa volta, viene risvegliato dalla musica rock (demoniaca per definizione) e decide di entrare a far parte del mondo frenetico delle rockstar. Sarà, a sua volta, lui a far uscire la regina Akasha dal suo sonno millenario. Costei, madre di tutti i vampiri, intende dominare il mondo, nessuna creatura esclusa. Lestat avrà il suo da fare per difendersi da lei e dalle altre creature della notte.
I vampiri sullo schermo
Con cadenza regolare la figura archetipa del vampiro ricompare sugli schermi. La luce del proiettore, cioè l'elemento più temuto dai succhiasangue notturni, consente loro di materializzarsi sul bianco telone del cinema. Forse Bram Stoker non immaginava un successo così duraturo quando scrisse il suo Dracula. Più o meno inconsapevolmente aveva colto nel segno. Aveva cioè portato sulla pagina un personaggio che avrebbe ben rappresentato la coscienza dell'uomo del Novecento. Dracula (e quindi il vampiro) è il Male che giunge da fuori, di cui si è vittime. Il Male che ci rende come lui ma senza la partecipazione della nostra volontà. Quale migliore rappresentazione di un'epoca in cui si 'eseguivano gli ordini'? Il cinema se ne rese subito conto e, a partire dal Nosferatu di Murnau (che oggi può apparire ridicolo ma che all'epoca incuteva un sicuro terrore) ha riproposto con regolarità il personaggio. Che si trattasse dell'esteuropeo Bela Lugosi con la sua voce profonda e la sua dichiarazione: "Non bevo mai...vino" o dell'elegante Christopher Lee, il Signore delle tenebre ha raccolto platee desiderose di essere spaventate.
Il vampiro consente una molteplicità di letture, da quella intellettuale di Herzog a quelle ironiche di Polanski per giungere a quelle quasi farsesche in cui il Nostro si trova alle prese con Fracchia. Fino all'incontro con la genialità debordante di un Coppola che, nel 1992, ha saputo sfruttare il mito per parlare di un terrore ben più concreto. Quel Dracula che mordeva le sue vittime provandone grande piacere diventava, in un'esplosione di globuli rossi che invadevano lo schermo, la rappresentazione di un incubo diffuso nel mondo reale: l'AIDS. A riprova che i talenti veri sanno sempre cogliere i segni dei tempi grazie a personaggi che diventano immortali nell'immaginario collettivo.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
LA REGINA DEI DANNATI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 1 maggio 2009
Fluturnenia

Dopo aver letto innumerevoli pareri e recensioni altrui di questo e 1000 altri film, mi pongo questa domanda: Se si va al cinema a vedere un film horror e si scopre che non lo è del tutto o addirittura per niente la cosa è grave? Se ciò a cui assistiamo è pregevole e/o comunque gradevole direi di no. Eppur mi pare che per molti sia proprio il contrario.

martedì 15 settembre 2009
Daniele_85

Il film ha secondo me qualche spunto interessante ed abbastanza originale (nel 2001), però male sviluppato. L'idea del vampiro che torna in vita per diventare una rockstar è senz'altro buona, ma forse andava più sviluppato il lato psicologico suo e di quelli che lo circondano, e mostrato qualcosa in più della loro vita. Questi temi sono invece largamente bypassati per dare spazio alla figura banale [...] Vai alla recensione »

mercoledì 13 maggio 2009
Frankie86

Ho sempre letto recensioni molto negative su questo film quindi l'ho visto aspettandomi una schifezza..invece non è prorpio cosi orribile, ma soffre sicuramente il confronto con il film precedente: Intervista col vampiro...entrambi tratti da libri di Anne Rice (che purtroppo non ho letto) non potendo fare un confronto con le controparti cartacee, posso giudicare solo la qualità dei film.

giovedì 16 luglio 2009
dian71cinema

SPESSO MI TROVO IN DISACCORDO CON LA CRITICA COME IN QUESTO CASO, CERTAMENTE NON EGUAGLIA IL LIBRO DI ANNE RICE, ALTRIMENTI AVREMMO AGGIUNTO UNA VOTAZIONE MAGGIORE A QUESTO RAFFINATO, SOTTILE INTRECCIO DI RIUSCITE E SUGGESTIVE AMBIENTAZIONI GOTICHE, COLONNA SONORA DI EFFICACE EFFETTO, COINVOLGE LO SPETTATORE E LO LASCIA CULLARE NEL MONDO DEI VAMPIRI TRA ANTICO E MODERNO PASSATO E PRESENTE.

mercoledì 10 marzo 2010
Merrique

Il film è un surrogato striminzito dei due libri sequel di Intervista col Vampiro, vale a dire "Scelti dalle Tenebre" e  "La regina dei dannati".   Prima di passare ai punti critici, spendo poche parole di lode a Stuart Towsend, che secondo me ha saputo rendere bene (per me che ho letto i libri e conosco il personaggio e i suoi modi di fare) la figura [...] Vai alla recensione »

mercoledì 25 settembre 2013
junkball

venerdì 12 aprile 2013
Anna_

QUESTO FILM E' A DIR POCO STUPENDOOOO...IL CAST E' MERAVIGLIOSO SOPRATTUTTO CON STUART TOWNSEND CHE CON IL SUO FASCINO E I SUOI OCCHI RIESCE A BUCARE LO SCHERMO CON OGNI SGUARDO...BRAVISSSIMO AD INTERPRETARE UN LESTAT FREDDO MA ALLO STESSO TEMPO ROMANTICO E DOLCE VERSO UNA DOLCE E INGENUA JESSE CHE SI INNAMORA PERDUTAMENTE DI LUI, CHIEDENDOGLI VARIE VOLTE DI TRASFORMRLA PER RESTARE AL SUO [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 novembre 2011
Metalsoldier

Film per ragazzi intorno ai 18 anni di età. Esaltazione degli ambienti giovanili, quali pub, concerti e musica da mtv. Piacerà a chi gioca a 'Vampiri' (un gioco di ruolo). Personalmente mi è piaciuta solo l'atmosfera gotica e dark ben curata e un po' la musica, una volta tanto il rock come colonna sonora.

Frasi
Scusate il ritardo, la colazione continuava a scapparmi…
Una frase di Lestat De Lioncourt (Stuart Townsend)
dal film La regina dei dannati - a cura di poison girl
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Enrico Magrelli
Film TV

Estratto dal secondo romanzo della serie Vampire Chronicles di Anne Rice. Al primo era ispirato Intervista col vampiro, ma tra i due film non c’è alcun rapporto di parentela. In questa nuova avventura il vampiro Lestat, stufo dell’eternità e di stare nella cripta, decide di impadronirsi delle notti e di invitare tutti i vampiri a svelarsi, inventando-si con successo una carriera da rock star.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati