Palombella rossa

Film 1989 | Commedia 89 min.

Regia di Nanni Moretti. Un film Da vedere 1989 con Mariella Valentini, Silvio Orlando, Nanni Moretti, Eugenio Masciari, Asia Argento. Cast completo Genere Commedia - Italia, 1989, durata 89 minuti. - MYmonetro 3,60 su 24 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Palombella rossa tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un giocatore di pallanuoto, che è anche onorevole comunista, perde la memoria durante una partita e rischia di mandare a picco la sua squadra così come ha affossato la sua carriera politica. Ha vinto un premio ai Nastri d'Argento, Il film è stato premiato al Festival di Venezia,

Palombella rossa è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
3,60/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,53
CONSIGLIATO SÌ
Le parole sono importanti, chi parla male, pensa male. Parola di Michele Apicella.
Recensione di Luisa Ceretto
Recensione di Luisa Ceretto

Michele Apicella, onorevole del PCI, in seguito ad un incidente stradale, soffre di amnesia. Mentre partecipa con la propria squadra di pallanuoto ad una trasferta in Sicilia, alle terme di Acireale, iniziano ad affiorare i ricordi di militante, di politico e contemporaneamente quelle di lui bambino alle prime armi con quello sport...
Primo film in cui Moretti recita nei panni del politico, che successivamente calzerà nuovamente nel Portaborse e nel Caimano, Palombella rossa è forse l'opera più sperimentale e formalmente ricercata - in cui alterna inserti che rimandano alle sequenze di balletto subacqueo di Esther Williams a gag surreali con gli attori teatrali Alfonso Santagata e Claudio Morganti - dove elabora un linguaggio che restituisce bene la sovrapposizione di piani, lo stato di semiveglia che affligge il protagonista. L'intera pellicola infatti può essere letta come un lungo e interminabile sogno, spesso Michele si addormenta e si sveglia di soprassalto ma, al contempo, è una riflessione sul senso del fare politica, sui dogmatismi e sulle parole d'ordine, sulla constatazione della necessità di rimettersi in discussione.
Sin dal titolo, è piuttosto evidente la valenza simbolica - la palombella nella pallanuoto è una traiettoria arcuata e spiovente della palla, simile al volo della palomba, ovvero della colomba - e l'analogia tra linguaggio sportivo e quello politico: la partita di pallanuoto si trasforma ben presto in un campo di battaglia in cui, in una sorta di transfert il protagonista rivive il proprio autogol, avvenuto la sera prima dell'incidente, nel corso della tribuna elettorale di fronte all'incalzare di giornalisti d'assalto e alle loro incessanti domande sul senso di essere comunisti e sulle future direzioni e finalità del partito. L'amnesia che colpisce il protagonista ha necessariamente a che vedere con la crisi ideologica della sinista e preconizza l'imminente scioglimento del Partito Comunista Italiano, che sarebbe avvenuto due anni dopo, nel 1991.
Ma il film immortala anche un altro momento cruciale per la storia europea: Palombella Rossa usciva nelle sale nel settembre 1989, due mesi prima della caduta del Muro di Berlino, che rappresentava la fine della guerra fredda, il venir meno della contrapposizione tra i due blocchi occidentale e orientale, e tutto quel che ne sarebbe seguito.
Quella di Michele è un'immagine che va in frantumi, ogni tentativo di trovare risposte risolutive e di ricomporne le parti è vano, almeno quanto lo sono gli sforzi da parte della giornalista, che per mostrare la propria serietà professionale, legge ad alta voce alcuni passi del manuale del PCI, gettando il politico nella più cupa disperazione e ira. Un film forse a tratti imperfetto, eppure lucidissimo, necessario, rigoroso.

Sei d'accordo con Luisa Ceretto?
Divertente metafora sulla crisi d'identità nel Pci alla fine degli anni Ottanta.

Un giocatore di pallanuoto, che è anche onorevole comunista, perde la memoria durante una partita e rischia di mandare a picco la sua squadra così come ha affossato la sua carriera politica. Divertente metafora sulla crisi d'identità nel Pci alla fine degli anni Ottanta.

PALOMBELLA ROSSA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 16 aprile 2010
G. Romagna

Michele Apicella (Nanni Moretti), pallanuotista e politico del PCI, diventa specchio surreale, nella cornice di una partita di pallanuoto che non termina mai, del disorientamento storico di un partito in declino. Ogni personaggio ed ogni situazione aliena a qualsiasi rigore logico divengono la metafora di una perdita di orientamento, tanto alla base quanto ai vertici dell’organizzazione.

martedì 7 maggio 2013
Filippo Catani

Un deputato comunista che soffre di problemi di memoria dopo un incidente, inizia a fare una sorta di bilancio di quella che fino a quel momento è stata la sua vita di militante politico, di sportivo e anche di padre. Nanni Moretti è una sorta di profeta laico. In questo film preconizzò la fine imminente del PCI, nel Caimano vide il palazzo di giustiza dato alle fiamme e con Habemus [...] Vai alla recensione »

domenica 27 dicembre 2009
Luca Scialo

Racconto di un PCI verso lo smarrimento, con tanto di confusione dei suoi elettori e rappresentanti. Molto belle alcune scene, come quella del finale del Dottor Zivago, l'intervista che sfocia nella canzone di Battiato "E ti vengo a cercare" nelle cui parole Michele si rifugia non sapendo più cosa dire ai giornalisti incalzanti che gli chiedono del futuro del PCI, il rigore durante la partita di pallanuoto [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 giugno 2012
brando fioravanti

Un giocatore di pallanuoto che soffre di amnesia non riesce a ricordare che cosa ha fatto qualche giorno prima . Tutti ne parlano. Durante la partita gli rivengono molti ricordi di lui come politico e di quando ha iniziato a giocare a pallanuoto. Moretti interpreta un personaggio nevrotico al punto di arrivare al delirio. Discutibile nel suo eccesso, ma sorprendente in molti tratti.

venerdì 8 aprile 2011
polaroid

E per fortuna. Stiamo parlando ovviamente di un autore che ha avuto il merito di inventarsi uno stile fortemente innovativo e una grande identità cinematografica, ed anche di infilare, certo in maniera un po' bizzarra, la sua cinematografia dentro le piaghe dell'Italia. Ma come tanti autori a volte si dimentica del pubblico, di appagarlo.

venerdì 4 dicembre 2009
Sinkro

Film confessione, duro, commovente, insensato, noioso, autocelbrativo, narcisista. Più che Moretti sembra un film di Bunuel. Moretti parla e gli si affiancano dei personaggi, tutti superflui che dicono una qualche frase politica. Bastava Porta a porta ad annoiarci. Lo guardino i comunisti che vogliono ancora farsi male e i fan di Moretti. Per gli altri risulta una tortura.

Frasi
Io non lo so, però senz'altro lei ha un matrimonio alle spalle a pezzi.
Che dice?
Forse ho toccato un argomento che non...
No...no...è l'espressione. Non è l'argomento, non è l'argomento, non è l'argomento...è l'espressione. Matrimonio a pezzi. Ma come parla...
Preferisce rapporto in crisi ? Ma è così kitch...
Kitch! Dove le andate a prendere queste espressioni, dove le andate a prendere...
Io non sono alle prime armi!
Alle prime armi...ma come parla?
Anche se il mio ambiente è molto cheap…
Il suo ambiente è molto...?
È molto cheap,
(schiaffeggiandola) Ma come parla?
Senta, ma lei è fuori di testa!
E due. Come parla! Come parla! Le parole sono importanti. Come parla!
Dialogo tra L'intervistatrice (Mariella Valentini) - Michele Apicella (Nanni Moretti)
dal film Palombella rossa
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

“La partita è andata come è andata: è dalla vita che mi aspettavo di più”. Nel suo film-confessione più duro, sincero, commovente e divertente, che racconta la fatica di fare politica, di fare cinema e di vivere, Nanni Moretti è bravissimo. Un deputato del Pci, giovane, petulante e importante, al momento di rivolgere in Tv l’appello finale agli elettori prima del voto dice quanto pensa di negativo [...] Vai alla recensione »

Stefano Reggiani

Si esce dalla proiezione di Palombella rossa di Nanni Moretti un poco sgomenti, un poco rattristati. Il modo con cui il regista affronta i propri ostacoli personali è ormai diventato allarmante e senza speranza. In effetti era il titolo più atteso, anche per le polemiche che erano derivate dalla convinzione che si trattasse di un film sul partito comunista.

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Nanni Moretti uno e due. In un film, Palombella rossa, che, pur non essendo ovviamente un’opera prima, la Settimana della critica alla Mostra di Venezia gli ha presentato egualmente in omaggio a quel cinema “giovane” perseguito dai suoi scopi istituzionali e di cui Moretti in Italia, con Io sono un autarchico ed Ecce Bombo, è stato uno dei più grandi antesignani.

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Sembra che in Italia ora esistano solo "due fazioni": di qua chi sta con Lina Wertmuller, di là chi sta con Nanni Moretti. è stato detto ed è stato scritto, con la perentorietà che s’addice alle guerre di fazione, appunto. Conoscendo i tradizionali meccanismi di selezione dei film italiani per Venezia, verrebbe da immaginare queste fazioni composte dai soliti, pressanti supporter politici.

NEWS
NEWS
giovedì 3 gennaio 2008
Pino Farinotti

Una prova dell'esistenza in vita del cinema italiano Dicembre e le feste hanno determinato il grande successo di pubblico dei dvd di (e con) Nanni Moretti. È un ottimo segnale; significa sorriso, impegno, freschezza, intelligenza.

winner
miglior soggetto originale
Nastri d'Argento
1990
winner
premio filmcritica
Festival di Venezia
1989
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati