Shining

Acquista su Ibs.it   Dvd Shining   Blu-Ray Shining  
Un film di Stanley Kubrick. Con Jack Nicholson, Shelley Duvall, Danny Lloyd, Scatman Crothers, Barry Nelson.
continua»
Titolo originale The Shining. Eventi, Ratings: Kids+16, durata 116 min. - USA 1980. - Nexo Digital uscita martedì 31 ottobre 2017. - VM 14 - MYMONETRO Shining * * * * - valutazione media: 4,27 su 242 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

E' una splendida festa (di morte), non è vero?

di pacittipaolo


Feedback: 1203 | altri commenti e recensioni di pacittipaolo
lunedì 23 dicembre 2019

Il film mostra i vivi e i morti, induce a credere al soprannaturale (anche se con virtuosismo sono state proposte letture razionali, come che sia stato Danny ad aprire la porta dove Wendy ha rinchiuso Jack, per attirarlo nella trappola mortale del labirinto, difendendosi dal padre-orco che lo vuole uccidere), ai fantasmi, rappresentati secondo quelli che Kubrick siano le più convincenti resoconti (visioni brusche e brevi, ma come se fossero realmente presenti). Lo shining è una dote parziale: se Danny avesse visioni perfette non esisterebbe la storia, potrebbe preavvertire tutti. E non impedisce al cuoco, che pure lo possiede, di morire ammazzato. E' l'astuzia del bambino (bella la coppia tra il cuoco di colore Halloran e Danny), intelligente più del padre, ex insegnante e scrittore frustrato e fallito (e bisognoso di alcolici) a salvarlo. Wendy, il personaggio più buono di tutta la filmografia kubrickiana, viene contaminata dallo shining solo alla fine (in una scena tagliata dalla versione fuori degli USA vede dei morti). “E' la storia di una famiglia che impazzisce insieme” ebbe a dire Kubrick, ma il film possiede tali letture che critici-filosofi lo pongono al vertice della filmografia kubrickiana, più di 2001, oltre che uno dei film migliori della storia del cinema (cosa che potrà sorprendere chi lo considera una barba oltre che una storia deprimente, ancora una volta l'unanimità - sopratutto critica - per Kubrick non c'è). Danny è schizofrenico dall'inizio del film, parla con un amico immaginario (razionalizzazione delle sue visioni soprannaturali e degli abusi subiti dal padre, abbastanza chiaramente un alcolizzato violento cui Wendy, pur madre amorevole, rappresenta la classica moglie debole riguardo gli abusi del padre al figlio), mentre la follia di Jack non tarda a manifestarsi nel film già dalle prime battute. Kubrick ha girato il film con delle incongruenze volute, così lo spettatore è trasportato in un clima folle (e la musica aiuta) sempre più progressivamente, e la tecnica non è mai fine a se stessa, come nelle corse folli della steadycam, con operatore lo stesso inventore della stessa. Secondo la sua personalissima poesia Kubrick spinge la tecnica al limite, sull'orlo dell'abisso che circonda l'uomo, il mistero (presente in ogni film kubrickiano), la sovversione delle leggi del tempo e dello spazio, l'immaginario che non si distingue dalla realtà come si manifesta, ma a un certo punto non sappiamo più riconoscere se certe scene che vediamo siano proiezioni di menti malate o altre dimensioni spazio-temporali, o se queste magari non siano nomi diversi che diamo alla stessa cosa. Nicholson, attore colto e intelligente, trasferisce alcune sue qualità al personaggio del film (Kubrick lo considerava giustamente al livello delle più grandi stelle del cinema), ambiguo come tutti i protagonisti kubrickiani, molto diverso, come Wendy, dai coniugi del libro di Stephen King (che non ha mai apprezzato, giustamente dal suo punto di vista, il film), secondo un realismo difficile da digerire per chi crede che tutte le coppie si amino e si stimino e che tutti i padri amino i figli e non siano gelosi o invidiosi di loro. Ma questo non è Kubrick, che ha sempre cercato di essere obiettivo.
La sua abilità nel dirigere attori e comparse (dovuta alla sua grande cinefilia) si è guadagnata la stima di critici d'arte come Federco Zeri, che ha parlato della scena quando Jack entra negli anni '20 come tale da far pensare a una forza magica: benvenuti in un altra dimensione (o nella follia). Si può considerare il film come un'odissea nelle cellule cerebrali del protagonista, ma come detto, qual è il collegamento tra queste e lo spazio e il tempo? Forse sono tutti lì (solo lì?) nell'hotel Overlook (è bene sottolineare che il protagonista arriva all'albergo già psicologicamente preparato a quello che sarà poi il suo ruolo). Che la salvezza venga dal bambino può essere messa in relazione con la nascita del Superuomo come Superbambino all fine di 2001, se avalliamo l'interpetazione nicciana. Danny è ambiguo: in una scena il montaggio sembra sottolineare che è lui ad attirare il padre su per la scala nella famosa scena dove Wendy gli dà la mazzata, in una specie di rappresentazione del sacrificio (e alla fine è praticamente lui a uccidere il padre), come il monolito di 2001, nella sua rappresentazione dell'autorità, rappresentava anche il padre, che il bambino può sognare di uccidere (Kubrick in quanto genio può permettersi di dire cose del genere: è chiaro che Jack odia Danny - che ha brutalizzato – così come disprezza Wendy). Naturalmente questa può essere la rappresentazione di un parricidio collettivo, che è avvenuto nella storia, che spesso, come la storia di questo film, è una storia di morte.

[+] lascia un commento a pacittipaolo »

Ultimi commenti e recensioni di pacittipaolo:

Shining | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | silvia
  2° | weach
  3° | weach
  4° | simone tognarelli
  5° | laurence316
  6° | sickboy
  7° | fedson
  8° | snake.86
  9° | clementine89
10° | robert pocket
11° | teo
12° | chriss
13° | tizianastanzani
14° | nick
15° | adriano lotito
16° | eleonora
17° | jayan
18° | killbillvol2
19° | great steven
20° | joker 91
21° | thulsa doom
22° | wendyyyy
23° | nicolò
24° | alessandro pacella
25° | paolo 67
26° | shiningeyes
27° | rmarci 05
28° | angelino67
29° | e. hyde
30° | urbano78
31° | paolo vattelappesca
32° | paolino77
33° | paolino77
34° | paolopace
35° | paolopace
36° | paolopace
37° | alejazz
38° | pacittipaolo
39° | fabio1957
40° | paolo 67
41° | paolo 67
42° | paolo 67
43° | biso 93
44° | fufa78
45° | paolopacitti
46° | williamdionisi
47° | raysugark
48° | dreammaster
49° | jacopo b98
50° | hitman97
51° | elgatoloco
52° | elgatoloco
53° | elgatoloco
54° | armando78
55° | jekyll
56° | jekyll
57° | attiliocoppa
58° | paolocorsi
59° | paolo 67
60° | paolo 67
61° | dantoco 96
62° | joker 91
63° | renato c.
64° | frz94
65° | paolo 67
66° | byrne
67° | topo paolino
68° | angeloducci
69° | mastercinema
70° | tortilla western
71° | skrat
72° | mondolariano
73° | simone
Rassegna stampa
Stefano Reggiani
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Link esterni
Sito italiano
Shop
DVD
Uscita nelle sale
martedì 31 ottobre 2017
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità