Venti lucenti

Film 1968 | Drammatico 80 min.

Regia di Miklós Jancsó. Un film con Kati Kovács, András Kozák, Andras Balint, József Madaras, István Uri, Tibor Orbán. Cast completo Titolo originale: Fényes Szelek. Genere Drammatico - Ungheria, 1968, durata 80 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi




oppure

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,00
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
News
Critica
Premi
Cinema
Il tentativo di laicizzare un collegio cattolico in Ungheria.

I problemi della cultura e dei suoi rapporti con la rivoluzione marxista sono affrontati dal regista ungherese tramite le vicende di diversi personaggi che cercano di laicizzare un collegio cattolico nel 1947.
Nel 1948-1949 un gruppo di giovani attivisti del movimento universitario Nékosz (Associazione Nazionale dei Collegi Popolari) occupa un liceo religioso e avvia con gli studenti una discussione sulla validità del marxismo. Si improvvisano danze e cori nel cortile, finché un ufficiale di polizia si presenta per arrestare alcuni studenti cattolici. Laci, sostenitore della persuasione razionale e democratica, si dimette. Il potere viene preso da due ragazze, Teri e Jutka, che obbligano i preti a svestirsi delle tonache, buttano via i libri e rompono le finestre.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Nell'Ungheria del 1947 alcuni giovani del movimento dei Collegi Popolari arrivano in un collegio cattolico per svolgere opera di agitazione ideologica e conversione politica. L'azione fallisce. Il comando passa a due fanatiche estremiste che predicano una nuova pedagogia rivoluzionaria e la distruzione dei simboli del passato. 1° film a colori di Jancsó, scritto da Gyula Hernádi, e il più allegro - nel suo susseguirsi di movimenti coreografici, pantomime, balletti, canzoni - sebbene si concluda in toni pessimistici con la morte dell'illusione e l'esilio del potere "onesto" (rivoluzionario) nel regno dell'utopia. Fondato, come il solito, su lunghi piani-sequenza, è un film di esplicita e dichiarata finzione e di una scoperta teatralità. Non a caso fu poi trasformato in uno spettacolo teatrale di successo. È un film del Sessantotto nel pieno senso del termine, anche nelle sue contraddizioni.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati