I giorni contati

Film 1962 | Drammatico 106 min.

Anno1962
GenereDrammatico
ProduzioneItalia
Durata106 minuti
Regia diElio Petri
AttoriPaolo Ferrari, Vittorio Caprioli, Lando Buzzanca, Regina Bianchi, Franco Sportelli Salvo Randone, Marcella Valeri, Aldo Pini.
MYmonetro Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 8 recensioni.

Regia di Elio Petri. Un film con Paolo Ferrari, Vittorio Caprioli, Lando Buzzanca, Regina Bianchi, Franco Sportelli. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 1962, durata 106 minuti. Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 8 recensioni.

Condividi

Aggiungi I giorni contati tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Fra i migliori film di Petri. Il regista tratta la problematica esistenziale e la prospettiva della morte in modo personalissimo. Ha vinto un premio ai Nastri d'Argento,

I giorni contati è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,63
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,00
CONSIGLIATO SÌ
Condotto con mano registica attenta al particolare il film è l'evidente denuncia di un sistema capitalistico alienante.
Recensione di Marco Chiani
Recensione di Marco Chiani

Cesare, stagnino romano di cinquantatré anni, assiste alla morte di un coetaneo in tram. Da quel momento crede di avere i giorni contati, quindi, lascia il lavoro, cercando di recuperare il tempo perduto come meglio può. Più aperto nei confronti delle persone, si mescola alla gente in spiaggia, frequenta gli amici, cerca di riavvicinare una vecchia fiamma, torna a visitare il paese di origine. Dopo essere stato quasi coinvolto nella simulazione di un incidente tranviario, torna a fare il suo vecchio mestiere.
Il cuore del secondo film di Elio Petri è il puntuale racconto di uno scacco esistenziale, un'indagine sulla vecchiaia e sul dubbio, atroce, di aver tralasciato il meglio della vita. Condotto con una mano registica attenta al particolare, I giorni contati non mostra gracilità narrative anche a fronte di un tema esplorato più volte dal cinema d'autore europeo. Forza della sceneggiatura (del regista, Carlo Romano e Tonino Guerra) è, in gran parte, la creazione di un protagonista oltremodo credibile e vicino alla realtà, uomo gentile e disperato in modo sommesso: a fare un bilancio di vita, qui, non è un intellettuale o un artista, come accade di solito, ma un semplice idraulico, a ulteriore conferma di quanto l'esistenza sia dolorosa per chiunque.
Da un punto di vista stilistico, Petri sa mettere a frutto il bagaglio di una messa in scena di stampo naturalistico con una modalità di racconto nuova, di rottura, memore delle esperienze della Nouvelle Vague per quanto riguarda i tagli di ripresa e alcune scelte di montaggio. Se il suo cinema, d'ora in poi assumerà caratteristiche sempre più barocche, mescolando una certa visionarietà all'impegno politico, questo lavoro rappresenta un ottimo equilibrio tra una lettura della contemporaneità di vocazione neorealistica e certo cinema dello scavo interiore. Pensare a Ingmar Bergman, per una riflessione sullo scorrere del tempo come questa, risulta quasi automatico, così come trovare alcuni rimandi all'opera di Michelangelo Antonioni, al quale il cineasta guardava già per il precedente L'assassino. Nonostante sia tutto costruito intorno a Cesare, addosso al suo dialogo interiore/espresso, il film è l'evidente denuncia di un sistema capitalistico alienante in cui l'uomo è destinato a perdersi, un discorso preciso che dal particolare di un solo uomo ambisce a comprendere tutti.
Tra gli attori prediletti del regista, Salvo Randone ha l'occasione di mettere in mostra le sue straordinarie capacità recitative in uno dei pochi ruoli da protagonista della sua carriera. In parti minori si distinguono Vittorio Caprioli e Paolo Ferrari. Vinse il 1° Premio al Festival di Mar del Plata.

Sei d'accordo con Marco Chiani?
Secondo film di Petri: esistenziale e neorealista.

Fra i migliori film di Petri. Il regista tratta la problematica esistenziale e la prospettiva della morte in modo personalissimo. Un vedovo in pensione viene sconvolto dalla notizia della morte di un conoscente. Si sente completamente solo, tenta di recuperare il tempo perduto, ma riesce solo a rimettersi a lavorare.

I GIORNI CONTATI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
TIMVISION
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 23 settembre 2011
Luca Scialo

Cesare è un idraulico di 53 anni, che una mattina in tram vede un uomo suo coetaneo morire. Da quel momento in lui sorge un dramma esistenziale, una paura di morire che gli infonde la voglia di godersi la vita, convinto che non gli resta molto. Decide anche di non lavorare più, ma tale scelta gli comporta non pochi problemi economici. Il suo atteggiamento fatalista ed ermeneutico gli [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 giugno 2018
IlPalazzo

In un giorno come un altro, durante un viaggio in tram un passeggero è colpito da un malore e muore.  Cesare, un semplice stagnaro (idraulico) e spettatore inerte della scena, rimane profondamente colpito dalla improvvisa morte dello sconosciuto coetaneo, e decide di dare un cambio drastico (e cercare un significato) alla propria vita.

domenica 10 luglio 2011
fabrizio dividi

Immaginiamo che  la sceneggiatura di Giorni contati sia stata ricavata da un racconto di Pirandello: ne riscontreremmo lo stesso approccio analitico nella descrizione del protagonista e le medesime soluzioni narrative  come circolarità del racconto, verosimiglianza che vince sul realismo, umorismo 'pietoso' e mai gratuito.

Frasi
Del resto un vantaggio c'è. Il lavoro dice che non ti fa pensare e in effetti fa da scacciapensieri.
Cesare Conversi (Salvo Randone)
dal film I giorni contati - a cura di Mr2703
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Un artigiano sui cinquant’anni vede un giorno morire in tram un uomo suppergiù della sua età ed ecco entrare terribile in lui la paura della monte. Per vincerla, decide di non lavorare più, di logorarsi il fisico il meno possibile, di ritrovare la spensieratezza, gli scherzi, gli svaghi degli anni più giovani: ma la sua non è più l’età dell’amore, delle passeggiate, dell’ozio e non è neanche quella [...] Vai alla recensione »

Gian Piero dell'Acqua

Un idraulico, arrivato a cinquantatré anni, subisce uno choc che gli toglie ogni voglia di vivere e l’ossessiona col pensiero della morte imminente, che coinvolge ogni cosa: presente e passato, vita propria e altrui, amicizie ed affetti. Un tema di fondo della filosofia esistenzialista sornionamente esposto da Petri allo scirocco romano: universalità d’una situazione psicologica e quotidianità di [...] Vai alla recensione »

winner
miglior soggetto originale
Nastri d'Argento
1963
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati