La piccola bottega degli orrori

Film 1960 | Horror 70 min.

Regia di Roger Corman. Un film Da vedere 1960 con Jack Nicholson, Jonathan Haze, Jackie Joseph, Mel Welles, Dick Miller, Myrtle Vail. Cast completo Titolo originale: The Little Shop of Horrors. Genere Horror - USA, 1960, durata 70 minuti. - MYmonetro 3,17 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La piccola bottega degli orrori tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

È il "corto" originale cui si sono ispirati, in una versione comica, il musical e il film omonimo.

Consigliato sì!
3,17/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,17
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Cinema
Trailer
Recensione di Piero Di Domenico
Recensione di Piero Di Domenico

La piccola bottega degli orrori è la storia di un ingenuo e ambizioso commesso del negozio di fiori Mushnik, in un sobborgo umido e malfamato di New York. Seymour (Jonathan Haze) è un appassionato di botanica ma soprattutto di piante strane, come quella trovata un giorno per caso al mercato da un vecchio cinese, da lui ribattezzata 'Audrey 2', in onore della sua collega Audrey, di cui è segretamente innamorato, anche se la ragazza è legata al violento dentista Orin. La bizzarra piantina - "la pianta non identificata più stupefacente d'America" - attira molti nuovi clienti al negozio di fiori, che sembrava ormai sull'orlo del fallimento, ma lo strano vegetale comincerà ben presto a manifestare ingordi appetiti antropofagi... la pianta può infatti realizzare tutti i desideri di Seymour, ma a patto che le sia garantita una congrua dose di sangue umano. Da questa impellente necessità di cibo nasce la battuta-tormentone della commedia, quell'Ho fame!, più volte pronunciata dalla pianta parlante, diventata negli anni Sessanta una sorta di ritornello per i ragazzi americani, un modo per ironizzare su tutta una produzione di film dell'orrore che il pubblico soprattutto giovanile seguiva per il piacere masochistico di vivere un incubo. Il film venne realizzato nel 1960 da Roger Corman, con uno dei budget più economici della storia del cinema, di appena 30.000 dollari, girato in appena tre giorni con una scenografia già esistente, affidando la parte di uno dei protagonisti all'allora sconosciuto Jack Nicholson. Dalla black comedy di Corman fu tratto in seguito un omonimo fortunatissimo musical off Broadway, da cui derivò a sua volta la versione cinematografica realizzata nel 1986 da Frank Oz.

Sei d'accordo con Piero Di Domenico?
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

Il fioraio Gravis Mushnick (Mel Welles) è sul punto di licenziare il giovane apprendista Seymour (Jonathan Haze), ma decide di offrirgli un'ultima possibilità quando questi gli dice di aver prodotto l'ibrido di una nuova pianta che sicuramente attirerà la curiosità della clientela. La pianta - ribattezzata "Audry Jr." dal nome della ragazza dei suoi sogni - in realtà è piuttosto bruttina, ma fiorisce improvvisamente bella e rigogliosa quando Seymour, graffiatosi un dito, la bagna, inavvertitamente, con una goccia di sangue. Comprendendo che il suo posto di lavoro è legato alla fioritura di una pianta vampira, il giovane è costretto, da quel momento, a procurare sempre nuovo cibo ad "Audrey Jr.". Un uomo accidentalmente investito da un treno, un ladro, un sadico dentista e un'insopportabile prostituta danno, in rapida sequenza, nuovo vigore alla pianta: gli affari vanno a gonfie vele e Mushnick, pur avendo scoperto la verità, si guarda bene dal denunciare il giovanotto. Ma la polizia ha qualche sospetto e, in occasione di una manifestazione dei floricultori, trova la soluzione del mistero nelle gemme della pianta in piena fioritura che riflettono i lineamenti delle persone scomparse. Seymour, ormai smascherato, si arma di coltello e si getta sul vegetale.
Nel suo libro "Come ho fatto cento film ad Hollywood senza mai perdere un dollaro", Roger Corman smentisce che il film sia stato improvvisato sul set ma conferma che fu realizzato in due giorni, pur ricordando che la lavorazione fu completata tra il Natale e il Capodanno del 1959. Le riprese avvennero quasi interamente all'interno di un negozio di piante, riutilizzando l'ambientazione del precedente A Bucket of Blood, e i pochissimi esterni (alla stazione ferroviaria o per le strade notturne del quartiere) sono quelli girati dallo sceneggiatore Charles Griffith nominato, per l'occasione, "regista della seconda unità" che scelse le sue comparse tra vagabondi senza fissa dimora e tra i suoi stessi parenti (padre e nonna compresi).The Little Shop of Horror è uno dei film più riusciti di Roger Corman e giustamente diventati con il tempo oggetto di culto. Umorismo e fanta-horror sono felicemente dosati, la pianta carnivora è resa sufficientemente credibile dall'artigianale trucco dei fili di nylon, e Jack Nicholson (nel ruolo dell'impresario di pompe funebri che si sottopone con piacere masochistico al trapano di Seymour che ha appena preso il posto del dentista da poco assassinato) si allena già volonterosamente a ghignare. Il soggetto fu ripreso per il palcoscenico da Howard Ashman e Alan Menken nel 1982 e nuovamente riadattato sullo schermo da Frank Oz nel 1986 (Little Shop of Horrors).


LA PICCOLA BOTTEGA DEGLI ORRORI disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€3,50
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 8 febbraio 2010
Michele Piatti

"La piccola bottega degli orrori" è una commedia nera realizzata con budget ridotto e poco tempo a disposizione, ma è godibile e divertente. I personaggi più riusciti sono quelli secondari: il divoratore di fiori e il paziente masochista che va dal dentista solo per sentire dolore ("Niente anestesia.... addormenta i sensi.

martedì 9 febbraio 2010
Michele Piatti

"La piccola bottega degli orrori" è una commedia nera realizzata con budget ridotto e poco tempo a disposizione, ma è godibile e divertente. I personaggi più riusciti sono quelli secondari: il divoratore di fiori e il paziente masochista che va dal dentista solo per sentire dolore ("Niente anestesia.... addormenta i sensi.

mercoledì 24 giugno 2009
toty bottalla

Ho visto il film di recente spinto dalla curiosità e già dopo pochi minuti volevo fermarlo. Secondo me sarebbe solo un film divertente se non fosse per gli omicidi che stonano con la sceneggiatura in chiave comica. Paragonato agli horror dell'epoca questo è davvero poca cosa

martedì 28 aprile 2009
faber

bellissimo. stupendo incredibile, un filmetto di culto divertente e raffinatissimo. storia di seymour garzone imbranato killer suo malgrado per soddisfare la fame della sua pianta carnivora audrey jr... corman colpisce bene e gli attori sono perfetti sopratutto mel welles con il suo burbero e sarcastico mushnik, dick miller, il cliente mangiafiori e jack nicholson, in una particina di un masochista [...] Vai alla recensione »

domenica 20 agosto 2017
Francis Metal

Nella mia recensione dimenticavo la scena in Jack Nicholson, giovanissimo, interpreta la parte del masochista che ama farsi torturare dal dentista... da non perdere!

domenica 20 agosto 2017
Francis Metal

Corman mi stupisce sempre di più. Questa è la storia di gente disposta a tutto per il denaro, anche uccidere la gente e farla mangiare alla pianta.  Lo humor nero non manca, ma fortunatamente a differenza del remake NON E' UN MUSICAL e questo non può che farti godere il film mille volte meglio. 

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati