Enamorada

Film 1946 | Drammatico +13 99 min.

Regia di Emilio Fernández. Un film Da vedere 1946 con Pedro Armendáiz, María Félix, Fernando Fernandez, José Morcillo, Eduardo Arozamena. Cast completo Genere Drammatico - Messico, 1946, durata 99 minuti. Uscita cinema lunedì 8 aprile 2019 distribuito da Cineteca di Bologna. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,71 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Enamorada tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un uomo cerca di conquistare il cuore di una ragazza facendo un gesto straordinario. In Italia al Box Office Enamorada ha incassato 10,4 mila euro .

Consigliato assolutamente sì!
3,71/5
MYMOVIES 3,13
CRITICA 4,17
PUBBLICO 4,00
CONSIGLIATO SÌ
Western, commedia sofistica, melodramma: un capolavoro bellissimo e inclassificabile.
Recensione di Roberto Manassero
giovedì 21 marzo 2019
Recensione di Roberto Manassero
giovedì 21 marzo 2019

Durante la rivoluzione messicana, le truppe zapatiste del generale Reyes conquistano la città di Cholula e arrestano tutti i notabili del luogo per impossessarsi dei loro beni. La figlia di uno di questi, Beatriz, giunge per chiedere la liberazione del padre e fa innamorare il generale. Convinto a liberare il padre della ragazza dall'amico sacerdote Rafael, Reyes corteggia disperatamente Beatriz, nonostante questa sia fidanzata con un ingegnere americano e respinga la sua corte con toni sprezzanti. Per amore Reyes arriverà a rinunciare a difendere la città dal contrattacco dei federali e a lasciare che Beatriz sposi l'uomo a cui è promessa, generando però nella donna un sentimento altrettanto forte e la decisione di unirsi a lui e alle sue truppe.

Edizione restaurata di uno dei capolavori dell'epoca d'oro del cinema messicano, Enamorada è una storia d'amore durante la rivoluzione tra commedia e melodramma.

Distribuito dalla Cineteca di Bologna, dopo il restauro del UCLA Film & Television Archive e dalla Film Foundation's World Cinema Project di Scorsese e la presentazione lo scorso anno a Cannes e al Cinema ritrovato (in proiezioni presiedute dallo stesso Scorsese), Enamorada è uno dei capolavori di Emilio Fernández, celebre figura di cineasta messicano che fra gli anni '20 e gli anni '80 del secolo scorso lavorò prima a Hollywood come comparsa e poi esordì in patria come attore e regista diventando il capofila dell'epoca d'oro del cinema messicano (1933-1960), vincendo Cannes nel 1944 con La vergine indiana, girando la versione cinematografica di "La perla" di Steinbeck e tornando saltuariamente negli Stati Uniti per realizzare remake dei suoi stessi lavori (tra cui lo stesso Enamorada, rifatto nel '49 con il titolo Viva il generale José) o lavorare nei film di Sam Peckinpah (era il perfido generale Mapache nel Mucchio selvaggio).

Western, commedia sofistica, melodramma, Enamorada è un film sfuggente, capace di mutare in maniera inaspettata tonalità e umori a partire da una libera revisione di "La bisbetica domata" di Shakespeare. Romantico e spiritoso, comico e contemplativo, procede in maniera liberissima, alternando scene d'azione (quando Beatriz fa saltare in aria Reyes con alcuni petardi) a meditazioni sull'amore e la compassione.

Con uno stile visivo giocato sui contrasti e ispirato a Ėjzenštejn, Fernandez sfrutta le immagini espressioniste del direttore della fotografia Gabriel Figueroa (a sua volta influenzato da Gregg Toland, principale collaboratore del regista sovietico) per mettere in relazione la violenza dei sentimenti dei protagonisti con la ricchezza architettonica del barocco messicano e per dare alla storia d'amore una connotazione spirituale che esclude l'incontro fisico ed esalta le scelte morali.

Attraverso la mediazione dell'uomo di Chiesa Rafael, Reyes e Beatriz - interpretati dalle star del cinema messicano María Félix e Pedro Armendáriz - arrivano a così incarnare le due anime di un popolo, quella violenta ma assetata di giustizia e quella selvaggia ma compassionevole, e la loro unione diventa il segno più autentico della rivoluzione. Un nazionalismo celebrativo che oggi può risultare datato e troppo celebrativo, ma che nulla toglie all'originalità di questo film bellissimo e inclassificabile.

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
Recensione di Pino Farinotti

Primi del Novecento. Il capo dei rivoluzionari messicani occupa con le sue truppe una città di importanza strategica. Nei giorni che seguono, tra processi e condanne di pericolosi avversari, l'uomo si innamora perdutamente di una ragazza che non vuol saperne di lui. Un suo gesto generoso è la chiave che apre il cuore dell'orgogliosa fanciulla.

Sei d'accordo con Pino Farinotti?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Nel 1917, durante la rivoluzione messicana, un generale ribelle occupa una cittadina e tenta vanamente di conquistare una bella e altera fanciulla. Quando, però, al sopravvenire del nemico, fa evacuare la città per evitare una carneficina, la bella, commossa, decide di seguirlo. Incline al melodramma più turgido e lacrimoso, Fernández qui lo tempera con risvolti di commedia, e ne cava un racconto vivace nella sua arcaica solennità sullo sfondo di paesaggi esaltati dal bianconero di Gabriel Figueroa. Persino M. Felix, tenuta a briglia corta, funziona. Ebbe tanto successo anche internazionale che lo stesso Fernández ne girò un fiacco remake a Hollywood con lo stesso Armendáriz e Paulette Goddard.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 8 aprile 2019
Volontè78

Una pellicola priva di falsi e facili emozioni, si attesta su un livello di forte registro, con una storia che vive e trasuda dell'orgoglio messicano.

lunedì 8 aprile 2019
Volontè78

Una pellicola priva di falsi e facili emozioni, si attesta su un livello di forte registro, con una storia che vive e trasuda dell'orgoglio messicano.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 4 aprile 2019
Cristina Piccino
Il Manifesto

«Un film bellissimo, un classico del cinema messicano e mondiale, un tributo all'amore e alle difficoltà che si devono affrontare per raggiungerlo». Così Martin Scorsese presenta Enamorada (1946), uno dei film che fondano quella che viene definita «l'età d'oro» (fra gli anni Trenta e i Sessanta) del cinema messicano di cui il suo regista, Emilio Fernandez, detto El Indio - è stato il principale protagonista [...] Vai alla recensione »

mercoledì 3 aprile 2019
Gianfrancesco Iacono
La Rivista del Cinematografo

Dimenticate il Messico della Rivoluzione, ricco di avventurieri con la pelle arsa dal sole e madidi di sudore, secondo il torrido immaginario che l'epica cinematografica (spaghetti) western ci ha tramandato, da Sergio Leone a Giulio Petroni passando per Damiano Damiani. Enamorada, capolavoro di Emilio Fernandez del 1946, attinge alla gran parte dei generi della sua epoca e, incurante del principio [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
venerdì 29 marzo 2019
 

Primi del Novecento. Il capo dei rivoluzionari messicani occupa con le sue truppe una città di importanza strategica. Nei giorni che seguono, tra processi e condanne di pericolosi avversari, l'uomo si innamora perdutamente di una ragazza che non vuol [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati