Advertisement
Woody Allen torna al primo amore, la scrittura

Il prossimo film di Allen, Wasp 22, girato a Parigi, sarà "un thriller romantico velenoso". 
di Pino Farinotti

Woody Allen (Allan Stewart Konigsberg) (87 anni) 1 dicembre 1935, New York City (New York - USA) - Sagittario. Regista del film Wasp 22.
martedì 27 settembre 2022 - Focus

Spesso mi viene chiesta un’opinione sul cinema. Dico subito che niente è più discrezionale del cinema. Ma non mi tiro indietro. Quando mi si chiede chi sono i registi da… non perdere in questa epoca rispondo: Wim Wenders, i fratelli CoenWoody Allen e, in lista d’attesa, Baz Luhrmann.
Se poi mi si domanda di fare un solo nome, dico Woody Allen. Ho scritto molto su di lui. Dal 1965 al 2020 ha fatto (quasi) un film all’anno. E ha trasmesso qualcosa di molto prezioso. Lo dico in quattro parole: ha divertito con intelligenza. E non è facile, a memoria immediata cito Wilder, Lubitsch e i nostri Monicelli e Moretti. E’ stato un deterrente efficace alle cose della vita, che certo non è facile ma può succedere che finisca un amore a Brooklyn e ne cominci un altro a Broadway; il tuo psicanalista ti dà notizie troppo brutte, basta cambiarlo; l’al di là? Non costa niente sperare che esista. Spesso a conclusione dei suoi film diceva che “la vita è stupefacente, sì, stupefacente”. Uscivi dalla sala e per un pomeriggio, o per un giorno o due stavi meglio. Non è poco.


La notizia di questi giorni è che non farà più cinema, si limiterà scrivere. Ma dico subito che non ci credo.
Certo gli ultimi anni gli hanno portato delusioni pesanti. Fatica a trovare produttori nel suo Paese, deve rivolgersi all’Europa, dove ha ambientato spesso le sue storie.
Annunciando che Wasp 22 sarà il suo ultimo lavoro Woody ha dichiarato: “Non ho più l’entusiasmo di prima. Facevo un film e veniva distribuito in tutte le sale d’America. Ora ci rimane un paio di settimane e poi finisce in streaming o sulla pay-per-view. Non è come prima, non mi diverto più, era bello sapere che c’erano 500 persone a vederlo.”
Wasp 22 sarà girato a Parigi. Allen ha definito quest’ultima sua opera “eccitante, drammatica e anche molto sinistra, ma anche un thriller romantico velenoso.”
Dunque adesso scriverà soltanto. Certo la sua azione è limitata ma Allen è un grande scrittore. Nelle battute e nel racconto il suo stile è di diversi registri superiore alla scrittura media del cinema. Ti fa essere lì dove vuole che tu sia: e non è male trovarsi a Manhattan o a Venezia o a Parigi. E poi ribadisco ti offre sempre uno spunto di felicità.

Scrittura: le varie Accademie svedesi nel 2016 hanno attribuito il Premio Nobel a Bob Dylan. Per carità, chi non è stato “dylaniano”. Ha spiegato la ribellione e la storia americana con forza e armonia. Ma credo che la scrittura di Allen non sia da meno. Magari è anche più vasta. E forse Woody si aspetta che a Stoccolma, prima o poi si ricordino di lui.
A chiudere, un modello di grande scrittura. Le parole con le quali il regista introduce il suo Manhattan:
“Capitolo primo. Adorava New York. Per lui, in qualunque stagione questa era
ancora una città che esisteva in bianco e nero e pulsava dei grandi motivi di George Gershwin... no, fammi cominciare da capo... capitolo primo. Era troppo romantico riguardo a Manhattan. Per lui New York significava belle donne, tipi in gamba che apparivano rotti a qualsiasi navigazione... eh no, stantio, dai, impegnati un po' di più... Capitolo primo. Adorava New York. Per lui era una metafora della decadenza della cultura contemporanea: la stessa carenza di integrità individuale... Non sarà troppo predicatorio?
Capitolo primo. Adorava New York, ma com'era difficile esistere, in una società desensibilizzata dalla droga, dalla musica a tutto volume, televisione, crimine, immondizia. Troppo arrabbiato. Capitolo primo. "Era duro e romantico come la città che amava. Dietro i suoi occhiali dalla montatura nera, acquattata ma pronta al balzo, la potenza sessuale di una tigre..." No, aspetta, ci sono: "New York era la sua città, e lo sarebbe sempre stata..."


{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati