MYmovies.it
Advertisement
Al Comic-con molti dei film più attesi dell'anno

Passati tra gli altri The Amazing Spider-Man, Immortals e Super 8.
di Marco Consoli


venerdì 29 luglio 2011 - News

Al Comic-Con di San Diego, concluso pochi giorni fa, si vedono ogni anno le prime immagini dei film che invaderanno le sale cinematografiche nella nuova stagione: pellicole spettacolari, piene d'azione ed effetti speciali, perché qui siamo nella patria dei cinefumettari e dei fanatici del cosplay, mica nel gelo indipendente del Sundance. Anzi è proprio dalla reazione dei fan alle prime immagini mostrate e dal calore con cui accolgono i cast ai vari panel in programma, che gli Studios pianificano le proprie strategie, decidendo a volte quali progetti cavalcare e quali no (ma non sempre tutte le ciambelle riescono col buco, come dimostra il recente caso di Tron: Legacy). In ogni caso partendo da qui ci si rende conto delle novità che ci aspettano soprattutto in termini visivi (perché tanto si sa che ormai prequel, sequel, remake e reboot hanno reso i blockbuster una continua rimasticatura di qualcosa già raccontato prima). Se il cinema è soprattutto gioia per gli occhi non si può non citare il nuovo The Amazing Spider-Man: al di là del cambio di protagonisti, che forse gioverà all'Uomo Ragno, nessuno aveva mai tentato prima di farci vivere in prima persona l'arrampicata e il volo tra i grattacieli, come si vede nel trailer, attraverso una sequenza interamente realizzata in computer grafica. Se l'idea verrà ampliata nella versione definitiva della pellicola, magari sfruttando anche il 3D, le immagini del film potrebbero essere tra le più fantasmagoriche dell'anno. Un ampio dispendio di effetti digitali è presente anche in Cowboys & Aliens, un'altra delle pellicole più attese della stagione (anche se le prime recensioni online non gridano al capolavoro), e in fondo c'è da fidarsi perché gran parte del lavoro per realizzare gli alieni, le loro astronavi vagamente insettiformi, è stato affidato alla Industrial Light & Magic e al supervisore Roger Guyett, già collaboratore di J.J. Abrams. Proprio il film del creatore di Lost, il nuovo Super 8 potrebbe essere quello che lascerà un po' di amaro in bocca ai fan. Il cuore del film è tutto nel racconto dei ragazzini, il loro cortometraggio horror e i loro patemi, ma gli effetti visivi pur realizzati ottimamente, non convincono appieno: se la sequenza del treno è quasi routine, la creatura aliena somiglia un po' troppo al mostro di Cloverfield e sa di déjà vu. Il motivo è semplice, il designer è lo stesso, Neville Page, sempre più richiesto a Hollywood; infatti dopo aver lavorato a Star Trek, Avatar e Tron: Legacy ha prestato le sue idee anche per Lanterna Verde (e farà 20000 Leghe sotto i mari con Fincher). Proprio Lanterna Verde, che i fan del supereroe DC attendevano frementi, è un ottimo esempio delle potenzialità creative dei maghi del computer, sfuggite però al controllo del regista: tutte le recensioni che giungono da oltreoceano lo indicano come un vero e proprio trip visivo (naturalmente color verde smeraldo) che finisce per sovrastare la trama quasi impalpabile.

Per quanto riguarda Immortals, il trailer ci mostra che siamo dalle parti di 300, Sin City e affini: fondali di cartapesta digitale, masse replicate al computer, fotografia solarizzata che ormai è già un cliché visivo, così come sembrano troppo simili a quelli di Transformers i robottoni di Real Steel, film dalle premesse talmente improbabili che potrebbe rivelarsi una sorpresa. Del tutto inatteso (soprattutto sotto il profilo della trama) si è di certo rivelato L'alba del pianeta delle scimmie: dalle prime immagini si può apprezzare l'enorme lavoro svolto per creare degli scimpanzé dalle espressioni e dai movimenti umani, che però paradossalmente provocano una vaga sensazione di incredulità visiva (un fastidio simile a quello che si prova ogni qual volta un essere umano digitale non è credibile). Certo è che se Avatar aveva puntato tutto sulla performance capture, scatenando gli scettici, la tecnica è diventata ormai la chiava di volta del prossimo cinema fantastico: lo dimostrano le immagini spettacolari di Le Avventure di Tintin: Il segreto del liocorno, che pare mescolare con grande efficacia il linguaggio dell'animazione con una grammatica da pellicola live-action, e quelle di John Carter of Mars. Senza le moderne tecnologie tutto questo non sarebbe possibile.

news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati