Incarnate - Non potrai nasconderti

Film 2016 | Horror +13 91 min.

Titolo originaleIncarnate
Anno2016
GenereHorror
ProduzioneUSA
Durata91 minuti
Al cinema1 sala cinematografica
Regia diBrad Peyton
AttoriCarice van Houten, Aaron Eckhart, Mark Steger, David Mazouz, Catalina Sandino Moreno Emjay Anthony, Keir O'Donnell, Karolina Wydra, Matt Nable, Tomas Arana, Breanne Hill.
Uscitamercoledì 8 febbraio 2017
DistribuzioneLucky Red
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,18 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Brad Peyton. Un film con Carice van Houten, Aaron Eckhart, Mark Steger, David Mazouz, Catalina Sandino Moreno. Cast completo Titolo originale: Incarnate. Genere Horror - USA, 2016, durata 91 minuti. Uscita cinema mercoledì 8 febbraio 2017 distribuito da Lucky Red. Oggi al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,18 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Incarnate - Non potrai nasconderti
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Un esorcista riconosce in un bambino la presenza dello stesso demone che ha distrutto la sua famiglia anni prima. In Italia al Box Office Incarnate - Non potrai nasconderti ha incassato 521 mila euro .

Consigliato no!
2,18/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,13
PUBBLICO 2,40
CONSIGLIATO NÌ

Il tuo browser non supporta HTML5 video. Usa Google Chrome!

Film del filone esorcistico realizzato in un contesto generale di discreto intrattenimento.
Recensione di Rudy Salvagnini
Recensione di Rudy Salvagnini

Lindsey esce da un matrimonio poco riuscito con Dan e vive da sola con il figlioletto undicenne Cameron, che percepisce il dissidio tra i genitori e si rende conto che la mamma nemmeno risponde alle chiamate telefoniche del babbo. Il fatto è che Dan - che ha il vizio dell'alcool - ha picchiato Cameron rompendogli un braccio e per questo Lindsey vuole che se ne stia alla larga. Una notte, a casa, Cameron è inspiegabilmente aggredito da una vagabonda di colore che aveva visto la sera in strada. Dapprima il bambino sembra soccombere, poi invece sconfigge la donna quasi con facilità.

Ma com'è andata veramente? Il dottor Seth Ember, benché confinato su una sedia a rotelle, ha la capacità di entrare nella mente delle persone possedute e usa questa sua facoltà per liberarle dalla possessione: per sfrattare gli spiriti parassiti, dice.

Ma questa sua attività è per lui anche l'occasione di una continua ricerca di Maggie, uno spirito maligno responsabile della morte di sua moglie e suo figlio in un incidente stradale. Camilla Marquez, dal Vaticano (nientemeno), gli porta una valigetta di denaro perché intervenga in un caso difficile: un bambino è posseduto da un'entità che lei crede sia Maggie. Il bambino è Cameron. Ember dapprima è riluttante, poi - dopo aver parlato con il suo vecchio maestro, il sacerdote Felix - decide di intervenire e di cominciare la difficile lotta per liberare Cameron dalla possessione e se stesso dagli incubi del passato.
Nella persistente serie di film esorcistici, questo ha qualcosa di diverso: la figura dell'esorcista, che per la verità nemmeno accetta di essere definito tale. Purtroppo, la novità finisce qui e il film si limita ad alternare momenti più o meno efficaci, a livello spettacolare, in un contesto generale di discreto intrattenimento, ma certo non esaltante. La parte in cui incontriamo per la prima volta Ember è ben giocata, realizzata abilmente con il giusto senso di spiazzamento: una perfetta introduzione per questo particolare tipo di esorcista, che vive pienamente quando si introduce nella mente altrui. La parte centrale rivela un po' di informazioni e si disperde nei preparativi del lavoro di Ember, che, da scienziato, va più sul versante "scientifico" che su quello religioso.

Le incursioni nel subconscio delle vittime della possessione richiamano pellicole come Dreamscape - Fuga nell'incubo o come la serie di Nightmare, come se Ember fosse una sorta di Freddy Krueger dalla parte dei buoni. Quando vive nel subconscio degli altri, Ember non è sulla sedia a rotelle e non ha la barba lunga: è in perfetta forma, come se anche lui vivesse in una realtà ideale, virtuale, nella quale non è stato duramente segnato dalla vita vera. Aaron Eckhart, già fattosi notare come Harvey Dent ne Il cavaliere oscuro, rende credibile la parte del consumato "esorcista" dandogli quell'aria vissuta e sofferta, ma determinata, che ne fa un personaggio vivo e a tutto tondo. Ed è proprio il personaggio - e l'interpretazione di Eckhart - a tenere coeso e relativamente interessante il film, passando attraverso vicende non troppo nuove, ancorate sul confronto tra lo strano scienziato e il bambino che, come sempre in questi casi, risulta particolarmente disturbante in versione diabolica proprio per la sua "innocenza" di base. La parte finale recupera una buona tensione attraverso una serie di svolte narrative abbastanza a sorpresa, con continui spiazzamenti e disorientamenti, non solo dei personaggi. Peccato per il consueto sottofinale, piuttosto telefonato.
Brad Peyton non è regista da sottigliezze e mezze misure - ha diretto il tonitruante e puramente esteriore, ma non disprezzabile, catastrofico San Andreas - e si trova meglio nelle parti più dinamiche del film (quelle dei viaggi nella mente, spesso visivamente apprezzabili), che maneggia con buon senso del ritmo. La sceneggiatura però non riesce a tradurre in modo sufficientemente corposo alcune buone idee del soggetto e alla fine la storia ricade nelle consuete traversie esorcistiche. Nel ruolo di Felix si rivede con piacere Tomas Arana, vecchia conoscenza del cinema italiano di genere (La chiesa, La setta e via dicendo).

Sei d'accordo con Rudy Salvagnini?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 16 febbraio 2017
Midnight

Sebbene l'idea di base poteva essere interessante e a tratti originale (nonostante ricordi parecchio The Cell e vagamente Insidious) purtroppo Peyton non ha saputo sfruttarla e svilupparla in modo efficace.Molti i momenti di stallo e molti i momenti dove si poteva scavare nella mente umana e demoniaca mentre si sceglie di lasciare andare il film in modo lineare fino alla fine.

mercoledì 8 marzo 2017
The Oracle X

...come lacrime nella pioggia... A volte non si capisce come attori di un certo livello possano offrire il volto a simili sottoprodotti commerciali. Un film davvero insulso, copia-incolla mal riuscito di altri (migliori) film similari (L'esorcista, inception, Constantine, insidious per citarne alcuni). Come per il protagonista anche per lo spettatore l'occhio è incitato a tornare spesso [...] Vai alla recensione »

mercoledì 8 febbraio 2017
Ashtray_Bliss

Spoiler-Alert. Nei meriti di questo ennesimo capitolo appartenente a filone 'horror demoniaci' troviamo in primis un indiscutibilmente bravo e convincente Aaron Eckhart, il quale in ruolo abbastanza insolito, riesce comunque a dare il meglio di se' anche in una pellicola a basso costo e dalla tiratura limitata (d'altronde gli horror sulle possessioni demoniache vanno avanti da oltre [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 febbraio 2017
Inesperto

Tra "Il tocco del male" e "Inception" esce fuori un discreto film; più thriller che horror, a dir la verità.

Frasi
Ma quale aiuto... io sono a caccia!
(Aaron Eckhart)
dal film Incarnate - Non potrai nasconderti - a cura di Midnight
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 10 febbraio 2017
Francesco Alò
Il Messaggero

Il Dr. Ember (Aaron Eckhart) entra nella mente dei posseduti per cacciare, personalmente, i demoni invasori. Ma non chiamatelo esorcista: è un ateo scapigliato, non sopporta il Vaticano (senza però spiegare perché) e si sente braccato da un'entità colpevole di avergli ucciso, molti anni prima, moglie e figlia facendogli perdere l'uso delle gambe. Quando Ember incontrerà il piccolo Cameron, tutti i [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 febbraio 2017
Mazzino Montinari
Il Manifesto

Le storie di possessioni sono tornate di moda. Film, serie tv e documentari a raccontare che qualcosa dall'esterno condiziona le menti o le anime, a seconda del punto di vista. Forse, il tentativo di immaginare cinematograficamente una risposta, seppur irrazionale, agli orrori che l'umanità continua a compiere e che sembra accingersi a incrementare.

venerdì 10 febbraio 2017
Roberto Nepoti
La Repubblica

Il dottor Seth Ember ha la capacità di entrare nella mente di chi è posseduto da forze demoniache. Quando l'undicenne Cameron mostra sintomi di possessione, Ember accetta di aiutarlo: anche perché è convinto che il ragazzo sia tormentato proprio dall'entità malefica con la quale ha un conto personale da regolare. Prodotta dalla Blumhouse, prolifica casa di franchise orrorifici (Insidious, Sinister), [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 febbraio 2017
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Seth ha la capacità di esorcizzare i posseduti attraverso le loro menti. Un giorno, si trova alle prese con un ragazzo che sembra tormentato dallo stesso spirito maligno che uccise sua moglie e suo figlio. Rispetto ai soliti film horror, questo titolo parte da una prospettiva diversa. Le entità fanno sembrare reali gli incubi e il protagonista, per sconfiggerle, entra nei sogni cercando di destare [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati