Hungry Hearts

Acquista su Ibs.it   Dvd Hungry Hearts   Blu-Ray Hungry Hearts  
Un film di Saverio Costanzo. Con Adam Driver, Alba Rohrwacher, Roberta Maxwell, Al Roffe, Geisha Otero.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 109 min. - Italia 2014. - 01 Distribution uscita giovedì 15 gennaio 2015. MYMONETRO Hungry Hearts * * * 1/2 - valutazione media: 3,62 su 44 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,62/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * 1/2 -
Il film è interpretato da Alba Rohrwacher e Adam Driver, entrambi vincitori della Coppa Volpi per la miglior interpretazione alla 71a Mostra del Cinema di Venezia.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Costanzo mette a frutto la conoscenza delle dinamiche del thriller per porla al servizio di una riflessione profonda sulla genitorialità al tempo degli OGM
Giancarlo Zappoli     * * * 1/2 -
Showtime:
sabato 10 dicembre 2016 alle ore 23,35 in TV su TV2000
Scopri gli altri film in televisione »

Mina e Jude si incontrano per la prima volta in un'angusta toilette di un ristorante cinese. Da lì nasce una relazione che darà alla luce un bambino e li porterà al matrimonio. Dal colloquio con una veggente a pagamento Mina si convince che il suo sarà un figlio speciale che andrà protetto da ogni impurità. Inizia a coltivare ortaggi sul terrazzo di casa e per mesi non lo fa uscire imponendo regole alimentari che ne impediscono la regolare crescita. Jude decide di opporsi a queste scelte portando di nascosto il figlio da un medico che mette in evidenza la gravità della situazione. Mina però cede solo apparentemente alle richieste del coniuge e il conflitto si fa più acuto.
Il disagio, il malessere esistenziale sono da sempre al centro del cinema di Saverio Costanzo. Che si tratti dei palestinesi di Private, dei seminaristi di In memoria di me o dei giovani de La solitudine dei numeri primi la sua macchina da presa inquadra situazioni che sono al contempo estreme e quotidiane. È quanto accade anche in questo film che trae ispirazione dal romanzo "Il bambino indaco" di Marco Franzoso in cui Costanzo mette a frutto la propria profonda conoscenza delle dinamiche del thriller per porla al servizio di una riflessione profonda sulla genitorialità al tempo degli OGM ma non solo.
Il filosofo e sociologo Zygmund Bauman ci ricorda che: "La nostra è un'epoca nella quale i figli sono, prima di ogni altra cosa e più di ogni altra cosa, oggetti di consumo emotivo. Gli oggetti di consumo soddisfano i bisogni, desideri o capricci del consumatore e altrettanto fanno i figli. I figli sono desiderati per la gioia dei piaceri genitoriali che si spera arrecheranno il tipo di gioie che nessun altro oggetto di consumo, per quanto ingegnoso e sofisticato, può offrire". È questo tipo di consumo che Mina (precocissima orfana di madre e con un padre con cui non ha più contatti) sta cercando, anche se vorrebbe evitarne inizialmente, l'avveramento. Costanzo non vuole fare il fustigatore di teorie e/o credenze più o meno diffuse (osservanza vegana compresa) perché di fatto spinge il suo sguardo decisamente molto più in là.
Mina non è una Rosemary polanskiana più o meno consapevolmente gravida di demoni interiori. È una donna che dimentica di essere tale (quindi annullando anche la propria sessualità che era in precedenza vitale e solare) in funzione di una 'proprietà', quella del figlio, che diviene totalizzante. Il punto di non ritorno è quando utilizza l'aggettivo possessivo più improprio ("mio") nei confronti del neonato. Da quel momento Jude viene estromesso (con sentenza passata in giudicato nella mente della compagna) dalla condivisione che è propria dell'essere genitori. Per far ciò non è necessario essere vittime di ossessioni nutrizionistiche. È sufficiente ritenere di essere gli unici depositari del sapere 'cosa è bene' per l'essere umano in formazione rifiutando qualsiasi confronto. Il cordone ombelicale non è solo un elemento fisiologico. È fatto di sensibilità, di cultura, di influssi sociali tra i quali è sempre più difficile discernere. I cuori affamati del titolo sempre più spesso rischiano di divorare, con la pretesa dell'amore, ciò che dovrebbe costituire il senso del loro stesso pulsare. Costanzo sa come descrivere questo processo.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
HUNGRY HEARTS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
Wuaki.tv
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Premi e nomination Hungry Hearts MYmovies
Premi e nomination Hungry Hearts

premi
nomination
Festival di Venezia
2
0
Nastri d'Argento
1
0
Globi d'oro
1
1
David di Donatello
0
7
* - - - -

Follia di una madre alla ricerca della purezza

domenica 31 agosto 2014 di Peer Gynt

Quello che manca decisamente al film di Saverio Costanzo è l'ambiguità, quanto mai necessaria in una vicenda come questa per non dare tutto per scontato e per deciso già a priori. Invece il personaggio della madre, interpretato da Alba Rohrwacher (ancora una volta alle prese con un personaggio allucinato), non ha alcuna sfumatura, non ha tridimensionalità, non sembra dotato di quella normalità plausibile che avrebbe reso ancor più agghiacciante la vicenda. continua »

* * * * -

Tra una storia d’amore e un thriller

mercoledì 11 febbraio 2015 di mericol

 Singolare e accattivante l’esordio. Mina e Jude si trovano intrappolati nella toilette di un ristorante cinese, a New York. Manifestazioni di ansia,turbamenti. Poi in pochi minuti sorge l’amicizia. Singolare ugualmente il proseguire della intensa vicenda. Sarà amore. Un amore ardente,denso di sensualità, con rapporti intensi, infuocati. Hanno un bambino. Al bambino la mamma dedica tutte le sue attenzioni. Una maga le suggerisce un progetto di purezza e Mina esaspera continua »

* * - - -

Hungry hearts

martedì 28 luglio 2015 di ARISTOTELES

Grandiosa l'interpretazione di Alba Rohwacher che sembra una donna veramente disturbata. Per il resto il film non mi è piaciuto. E' proprio la trama che non mi ha convinto. Se una madre non nutre il proprio bambino fino al punto di rischiarne la morte o farlo crescere ,nella migliore delle ipotesi, rachitico, ovviamente un padre "normale" cercherà di porvi rimedio. Naturalmente , se ognuno mantiene le proprie posizioni,si finirà in tragedia. Tutto troppo continua »

* * * * -

Mina's baby

mercoledì 14 gennaio 2015 di Michele

  0 0 1 432 2466 x 20 5 2893 14.0 Normal 0 14 false false false IT JA X-NONE  continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Hungry Hearts adesso. »
Shop

DVD | Hungry Hearts

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 25 giugno 2015

Cover Dvd Hungry Hearts A partire da giovedì 25 giugno 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Hungry Hearts di Saverio Costanzo con Adam Driver, Alba Rohrwacher, Jake Weber, Natalie Gold. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Hungry Hearts (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Hungry Hearts

APPROFONDIMENTI | Fonti cinematografiche ibride in Hungry Hearts.

Il cuore altrove

sabato 17 gennaio 2015 - Roy Menarini

Il cuore altrove Per qualche ragione, pur genericamente apprezzato, Saverio Costanzo viene raramente promosso al novero degli autori italiani contemporanei che contano di più, per intenderci al livello di Garrone e Sorrentino. Certamente i suoi film sono stati meno eclatanti dal punto di vista del dibattito pubblico, dei premi vinti, dell'interesse della critica e forse anche degli incassi (per il buon successo di La solitudine dei numeri primi, vi sono molte opere di nicchia compreso Hungry Hearts). Continua »

   

APPROFONDIMENTI | Un talento non comune. Il regista italiano dalla poetica più apolide.

Saverio Costanzo

martedì 13 gennaio 2015 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Saverio Costanzo Sognerà in inglese, arabo, ebraico o francese Saverio Costanzo? Classe 1975, è oggi il regista italiano dalla poetica più apolide. Il suo cinema non diventa internazionale perché di successo, come invece è accaduto ad altri colleghi magari più blasonati, ma nasce così. Esordio con un documenatario poco ricordato, ma molto bello, Sala rossa (2002), ambientato nel pronto soccorso del Policlinico di Roma. Una specie di "stargate" che però si spalanca non su un mondo immaginario ma su quello reale di un ospedale, a contatto con una equipe medico-infermieristica di quattro persone che accoglie i ricoverati in codice rosso.

   

LIBRI | Scopri il romanzo di Marco Franzoso da cui è tratto il film.

Il libro

venerdì 14 agosto 2015 - a cura della redazione

Hungry Hearts, il libro Forse non è cosi vero che l'istinto materno non sbaglia mai. Carlo e Isabel stanno per avere un bambino. Un figlio voluto, desiderato, concepito per amore. Eppure, a poco a poco, Carlo osserva sua moglie sprofondare in una tristezza senza fondo e senza ragione, in lotta contro i propri demoni nell'accanito inseguimento di una purezza assoluta. Che svuota, logora, annienta. Anche il loro bambino. E sotto lo sguardo sgomento di Carlo, si compie la dissoluzione fisica della famiglia, alla quale, però, non vuole far seguito la dissoluzione della passione.

   

NEWS | Il pubblico del festival pistoiese premia il film di Saverio Costanzo.

Hungry Hearts vince la 1a edizione di Presente Italiano

lunedì 12 ottobre 2015 - a cura della redazione

Hungry Hearts vince la 1a edizione di Presente Italiano È il film di Saverio Costanzo Hungry Hearts a vincere il concorso della prima edizione del festival Presente Italiano che si è tenuto a Pistoia dal 4 all'11 ottobre. Il film, che continua a riscuotere grandi consensi anche a distanza di un anno dalla presentazione alla Mostra del Cinema di Venezia del 2014, è stato ritenuto il migliore dalla giuria popolare fra i sei in concorso che sono stati proiettati durante la settimana. Hungry Hearts è tratto dal libro "Il bambino indaco" di Marco Franzoso (Einaudi).

   

NEWS | Il regista di Hungry Hearts e Alba Rohrwacher incontrano il pubblico.

Il canto libero di Saverio Costanzo a Tokyo

sabato 25 ottobre 2014 - a cura della redazione

Il canto libero di Saverio Costanzo a Tokyo È stato accolto con larghi consensi il film di Saverio Costanzo da parte del pubblico del Tokyo International Film Festival che si è inoltre molto divertito alle battute dei due artisti italiani durante l'incontro dopo la proiezione del film. Hungry Hearts, il nuovo film di Saverio Costanzo con Adam Driver e Alba Rohrwacher, è stato selezionato al World Focus della 27ª edizione del Tokyo International Film Festival e ieri presentato al pubblico alla presenza del cast. Il film, già molto apprezzato a Venezia, ha ricevuto lodevoli considerazioni anche in oriente dove il pubblico ha concentrato gran parte delle domande sul lavoro di regia ma anche sulla preparazione del cast e la scelta delle musiche che - dichiara il regista - "ho scelto perché sono nella mia playlist".

   

GALLERY | Le foto della quinta giornata della rassegna.

Saverio Costanzo Show

lunedì 1 settembre 2014 - a cura della redazione

71. Mostra del Cinema, Saverio Costanzo Show La giornata di ieri ha visto sul red carpet i cuori affamati di Saverio Costanzo (Hungry Hearts, interpretato da Alba Rohrwacher e Adam Driver), ma anche i protagonisti di The Cut di Fatih Akin e di Loin des hommes di David Oelhoffen (entrambi in concorso). Guarda la fotogallery »

   

Grandi attori per una delle più belle storie d'amore

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Saverio Costanzo va in America. Non con una grande produzione come il Paolo Sorrentino di This Must Be the Place, ma con un piccolo film indipendente, Hungry Hearts (Concorso), ispirato a un romanzo di Marco Franzoso (Il bambino indaco, Einaudi) e interpretato da due attori straordinari, Alba Rohrwacher e Adam Driver. Lei è un'italiana che vive a New York, lui un ingegnere americano. Le scene d'apertura, col colpo di fulmine che scatta nell'ambiente meno indicato che si possa immaginare, sono memorabili. »

Un padre salva il figlio dalla madre

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Un altro film italiano. Anche se il titolo è in inglese ed è parlato in quella stessa lingua. Lo harealizzato Saverio Costanzo dopo la difficile sperimentazione tentata ne "La solitudine dei numeri primi" e dopo il complesso intreccio psicologico di "In memoria di me". Anche qui un intreccio psicologico complesso e molto affannoso che Costanzo ha desunto dal romanzo di Marco Franzoso, "Hungry Hearts" alla base del suo film. Lui e lei, Jude e Mina. Si incontrano a NewYork in una circostanza quasi buffa, bloccati entrambi nelle toilettes di un ristorante cinese dove si erano recati da soli. »

Se l'amore materno si trasforma in follia

di Michele Anselmi Il Secolo XIX

Quasi come il titolo di una canzone di Bruce Springsteen, solo al plurale: "Hungry Hearts". Di cuori affamati, non solo in senso metaforico, parla il nuovo film di Saverio Costanzo, il secondo italiano in concorso alla Mostra, accolto, come "Anime nere", da ovazioni prolungate, diversi minuti di applausi, ieri sera in Sala Grande. Girato rapidamente a NewYork, tutto in inglese, "Hungry Hearts" trasferisce oltreoceano la tragedia familiare narrata dal veneto Marco Franzoso nel romanzo "Il bambino indaco", Einaudi. »

Jude e Mina, una coppia in cerca di purezza che finirà all'inferno

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Sbarazziamoci dell'argomentazione più ostica, e dell'imbarazzo della contraddizione che essa contiene. Hungry Hearts ("cuori affamati": che titolo evocativo!) è un film davvero molto bello, ma è anche difficile e duro oltre la misura alla quale il cinema ci ha abituati tendendo nella sua massima parte a una medietà di compromesso tra richiesta di impegno e offerta di intrattenimento. Indigeribile e indigesto, proprio nel senso che non si lascia consumare e via. Ferisce, lascia la sua traccia dolorosa. »

Hungry Hearts | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | mericol
  2° | aristoteles
  3° | stefania portaccio
  4° | amgiad
  5° | kronos
  6° |
  7° | antonietta dambrosio
  8° | michele
  9° | zarar
10° | dani96
11° | gabriella
12° | stefano capasso
13° | marezia
14° | ennas
15° | 24luce
16° | enzo70
17° | ralphscott
18° | enrico danelli
19° | flyanto
20° | lisa costa
21° | goldy
22° | midnight
23° | peer gynt
Festival di Venezia (2)
Nastri d'Argento (1)
Globi d'oro (2)
David di Donatello (7)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 15 gennaio 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità