Il mio angolo di paradiso

Acquista su Ibs.it   Dvd Il mio angolo di paradiso   Blu-Ray Il mio angolo di paradiso  
Un film di Nicole Kassell. Con Kate Hudson, Gael García Bernal, Whoopi Goldberg, Kathy Bates, Peter Dinklage.
continua»
Titolo originale A Little Bit of Heaven. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 106 min. - USA 2011. - Moviemax uscita venerdì 18 novembre 2011. MYMONETRO Il mio angolo di paradiso * 1/2 - - - valutazione media: 1,93 su 12 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato no!
1,93/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * - - - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Nonostante la vita le abbia dato tutto, Marley non riesce a lasciarsi andare in amore e preferisce avere delle avventure senza impegni piuttosto che una storia seria.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un inizio brillante per una romantic comedy che stimola troppo il condotto lacrimale degli spettatori
Giancarlo Zappoli     * * - - -

Marley Corbett è una pubblicitaria di successo la cui vita scorre sui binari di una assoluta indipendenza dai sentimenti amorosi. Le sue relazioni sono tutte di breve durata per sua esplicita scelta. Un giorno le arriva la notizia che cambia per sempre la sua vita: un tumore al colon inoperabile. A formulare la diagnosi è il giovane medico di origine ebraico-messicana Julian Goldstein del quale Marley si innamora anche se non vuole ammetterlo. Trasferita brevemente in Paradiso e incontrato Dio che ha l'aspetto di Whoopy Goldberg, Marley potrà esprimere tre desideri. Due sono immediati. Per il terzo dovrà prima guardarsi nel profondo.
Kate Hudson cerca, con questo film, di sottrarsi ai ruoli di vivace protagonista di romantic comedy. Lo fa affidandosi a un regista che avrebbe le carte in regola per offrirle l'occasione di un personaggio complesso dato che ha portato sullo schermo il cupo e ambiguo The Woodsman. Il problema è che la sceneggiatura la aiuta solo fino a un certo punto. Perché l'inizio è brillante e vivace come da tradizione hudsoniana. Poi la brusca frenata: Marley scopre il tumore ma, al contempo, trova anche l'amore. Fin qui nulla di male perché l'ingresso nel tunnel della malattia è rappresentato (rispetto alla tradizione ormai invalsa) con quel tanto di irriverenza che non guasta. Anche se, va detto, che le romantic stories che prevedono uno dei due partner ammalati sono sempre più frequenti.
A Il mio angolo di paradiso va riconosciuta l'anticipazione sui tempi nel senso che la patologia mortale fa il suo ingresso in scena quasi da subito. Il problema nasce quando la storia d'amore con il medico Gael Garcia Bernal si fa più intensa e comincia a cercare di stimolare il condotto lacrimale degli spettatori. Qui molti elementi cominciano a suonare come falsi e si perde il clima di giusto equilibrio tra la commedia e la riflessione che fin lì si era riusciti a costruire,

Incassi Il mio angolo di paradiso
Primo Weekend Italia: € 94.000
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
35%
No
65%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

Sentirsi vivi prima di morire

sabato 19 novembre 2011 di Luana

Triste commedia sulla dipartita di una giovane donna, di cui il film ci presenta un ritratto insieme fanciullesco e spregiudicato. Ma soprattutto dal carattere forte e sano.Gli ingredienti della solita commedia lacrimevole ci sono tutti ma vengono mescolati in modo semplice, onesto e credibile. Soprattutto la riappacificazione col padre è molto ben calibrata e desta una commozione non comune. Il film ha il merito di presentare l'atteggiamento verso la morte di tutto il cerchio in cui si muove la continua »

Marley Corbett
"Ho sempre avuto paura degl uomini, delle loro bugie, della loro incapacità di starti vicino se ne hai bisogno, di finire come mia madre, finchè ad un certo punto ho deciso di prendere in mano la mia vita e non permettere mai più a nessuno di avvicinarsi tanto da farmi male, mai... E poi sei arrivato tu, col naso infilato nei libri e il tuo jojo e il tuo modo imbranato di raccontare barzellette ridicole tipo quella dell'uovo... E io stavo per rinunciarci! Tu sei il mio terzo desiderio e ti amo!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Marley
"Vorrei che il suo sguardo si poggiasse su di me per sentirmi ancora viva!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Marley
"Cosa non darei per provare solo un'altra volta quell'incredibile sensazione... del suo sguardo su di me! Mi faceva sentire viva!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

GALLERY | Le foto della romantic comedy con Hudson e Garcia Bernal.

Tutti meritano una seconda occasione

giovedì 17 novembre 2011 - a cura della redazione

Il mio angolo di paradiso, tutti meritano una seconda occasione Con Il mio angolo di paradiso, il regista Nicole Kassell racconta la storia di una donna giovane e coraggiosa, che si ritrova ad affrontare la sua malattia senza rinunciare allo humour che la contraddistingue. Marley Corbett (Kate Hudson) è giovane, bella e divertente, ma ha un incredibile paura di aprirsi al vero amore e di impegnarsi seriamente. Ricorre così all'ironia per evitare che le sue relazioni diventino serie, ma basta un incontro con il suo medico (Gael Garcia Bernal) per cambiarle la vita e catapultare entrambi in un'avventura di scoperta reciproca.

Per piangere sempre e comunque

di Boris Sollazzo Liberazione

Come non amare Kate Hudson? Meglio non chiederlo a Owen Wilson che quasi ci rimetteva l'osso del collo, ma chi ha visto Almost famous può immaginare l'effetto che fa questa donna-bambina dalla faccia un po' storta, la famiglia ingombrante e lo sguardo di chi ti dà l'idea di averti fregato facendoti pure contento. Un grande talento, il suo, tradotto in una carriera spesso sotto il livello della mediocrità, per mancanza di occasioni (dice lei) e un po' anche per indolenza (diciamo noi). E la dimostrazione è proprio Il mio angolo di paradiso di Nicole Kassell: nessuna attrice sana di mente o con un agente degno di questo nome, avrebbe accettato la parte. »

di Paola Casella Europa

Quest’anno alcuni film hollywoodiani hanno scelto il cancro come nuovo tema da esplorare. C’è chi l’ha fatto bene, come 50/50, che verrà presentato al Torino film festival, e chi meno bene, come questo melodramma romantico che vede protagonista la trentenne Marley (Hudson) malata terminale e nonostante questo (o proprio per questo) intenta a superare le paure che la tenevano ancorata al ruolo di single in carriera, per trovare nel suo medico curante (Bernal, in un’interpretazione catatonica) il vero amore. »

Il «Paradiso» non è dietro l’angolo

di Francesco Alò Il Messaggero

La creativa pubblicitaria Marley (Kate Hudson) è bella, simpatica e indipendente. Forse troppo. Incapace di amori stabili, anche per via di due genitori separati di cui detesta la freddezza, la vedremo ammalarsi di cancro proprio nel momento in cui incontra, forse, l’uomo della sua vita (Gael Garcia Bernal). Dal bellissimo «The Woodsman», la regista Nicole Kassell passa allo stucchevole «Il mio angolo di Paradiso» dove le moine di Kate Hudson non finiscono nemmeno quando il suo personaggio incontra la malattia. »

Il mio angolo di paradiso | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | luana
Trailer
1 | 2 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 18 novembre 2011
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità