Oxford Murders - Teorema di un delitto

Acquista su Ibs.it   Dvd Oxford Murders - Teorema di un delitto  
Un film di Álex De la Iglesia. Con Elijah Wood, John Hurt, Leonor Watling, Julie Cox, Anna Massey.
continua»
Titolo originale The Oxford Murders. Thriller, durata 110 min. - Spagna, Francia 2008. - Warner Bros Italia uscita venerdì 11 aprile 2008. MYMONETRO Oxford Murders - Teorema di un delitto * * - - - valutazione media: 2,38 su 52 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,38/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * * 1/2 - -
Trailer Oxford Murders - Teorema di un delitto
Il film: Oxford Murders - Teorema di un delitto
Uscita: venerdì 11 aprile 2008
Anno produzione: 2008
   
   
Un professore di matematica e logica e uno studente cercano di risolvere gli enigmi di un delitto, l'assassionio di un'anziana signora di Oxford.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Mystery vecchio stile che trasuda passione intellettuale mescolando analisi logica e psico-logica
Marianna Cappi     * * * - -

Martin è un giovane studente americano con la passione per la matematica e per un teorico in particolare, il professor Seldom. Giunto ad Oxford per conoscerlo, prende alloggio presso un'anziana ed eccentrica signora, la quale, due giorni dopo, viene trovata morta nel suo soggiorno. È solo il primo di una serie di omicidi e il primo di una sequenza di segni che l'assassino lascia dietro di sé, vittima dopo vittima. Il dottorato di Martin si trasforma, così, in un tirocinio sul campo: riusciranno lui e Seldom a indovinare la logica che sta dietro quelle morti, in modo da porre fine alla macabra sequenza?
Alex de la Iglesia, cineasta con una laurea in filosofia, si misura con il mystery vecchio stile, giocando con i suoi ingredienti strutturali, e intavola un intelligente "Cluedo" in cui ogni elemento rimanda ad un concetto, ogni ipotesi ad una visione possibile; d'altronde un simbolo non è che un segno che rimanda a qualcosa d'altro. L'impianto è quello del giallo classico, in cui il mistero viene chiarito dall'investigatore di turno attraverso la logica. Solo che è la logica stessa, qui, a finire sul banco degli imputati. Chi ha ragione: il giovane studente, fiducioso nel disegno che ordina silenziosamente il nostro agire, o il vecchio e cinico professore, per il quale la verità assoluta è irrimediabilmente irraggiungibile? La realtà ha un'essenza matematica e noi possiamo riuscire a decodificarla o la vita è semplicemente una fonte inesauribile di humour nero?
Come Sherlock Holmes e il fido Watson, Martin e Seldom guidano lo spettatore attraverso un percorso deduttivo, mescolano analisi logica e psico-logica, si fermano tra le braccia di una bella infermiera, sfiorano la deriva nel sottogenere psichiatrico, semplificano senza mai ingannare, memori degli errori rappresentati da altri "codici" cinematografici. Nonostante l'ispirazione matematica e la geometria delle vie di Oxford, il film trasuda passione (anche intellettuale) e sensualità (grazie al personaggio di Lorna); e se pecca un poco di presunzione, lo fa, in fondo, restando strettamente in tema.
Con Oxford Murders, lo spagnolo De la Iglesia, spalleggiato da due pedine coinvolte e coinvolgenti come Elijah Wood e John Hurt, ha trasformato quello che poteva restare un thriller dotto e nordico in una partita di domino: gioco meccanico, apparentemente innocuo, ma in verità capace di innescare reazioni a catena.

Premi e nomination Oxford Murders - Teorema di un delitto MYmovies
il MORANDINI
Incassi Oxford Murders - Teorema di un delitto
Primo Weekend Italia: € 224.000
Incasso Totale* Italia: € 528.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 11 maggio 2008
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
76%
No
24%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

Un mistero tra matematica e filosofia

domenica 10 ottobre 2010 di cronix1981

Una serie di omicidi. Una serie logica misteriosa. L’università di Oxford. Un vecchio professore di matematica. Un giovane tirocinante americano. Sono questi gli ingredienti del film di Álex De la Iglesia. Un thriller vecchio stile, compenetrato di elementi noir, a partire dalla location e dalla scenografia. Martin (Elijah Wood) si ritrova, suo malgrado, coinvolto nella caccia ad un serial killer, insieme al professor Seldom (John Hurt). In quello che sembra più un enigma continua »

* * * - -

Matematica e omicidi

giovedì 11 luglio 2013 di Dezio

   «Cosa succede se buttiamo nel calderone matematica e serial killer?» Con questa domanda probabilmente si potrebbe riassumere il film «Oxford Murders», dato che, senza i lunghi ragionamenti logici in base a teoremi matematici, l'opera potrebbe essere benissimo un normale film giallo, con assassino da identificare, investigazioni e tutto quanto ci si aspetta solitamente dal genere. La storia narra di un serial killer che sfida un insegnante universitario a continua »

Professor Arthur Seldom
L'unico delitto perfetto possibile non è quello che rimane irrisolto, ma quello che invece viene risolto con il colpevole sbagliato
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Professor Talbot
Su ciò che non possiamo parlare è meglio stare in silenzio
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Prof. Seldom
La verità non è matematica, è assurda e spiacevole.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

INTERVISTE | De la Iglesia traduce le logiche matematiche in un mystery thriller tratto dal romanzo di Guillermo Martínez "La serie di Oxford".

Un teorema per scoprire l'assassino

mercoledì 2 aprile 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Oxford Murders: un teorema per scoprire l'assassino È la ragione per la quale Álex de la Iglesia ha voluto fare Oxford Murders. Poter arrivare alla scoperta dell'assassino attraverso concetti matematici. Non c'è maniera di scoprire chi sia l'omicida se non si conosce (e si applica) il teorema delle proposizioni infinite. "Tutto parte dalla domanda iniziale" ha spiegato il regista di fronte a un'attentissima platea di giornalisti che si è riunita al suo cospetto questa mattina a Roma. "Si può conoscere la verità? È possibile avere una certezza assoluta riguardo a qualcosa? E ancora, la realtà ha un'essenza matematica? Esiste una logica occulta che ordina e spiega il nostro modo di agire? La sfida era di riuscire a esplicare questi concetti in maniera semplice".

A Oxford indagini e omicidi a ritmo di logica e matematica

di Cinzia Romani Il Giornale

I significati segreti dei numeri? Possono spalancarci le porte d'una realtà. Così un professore di matematica e logica (John Hart) a Oxford appoggia tale teoria del suo allievo (Elijah Wood). Quando ci scappa il morto, i due indagano litigando: lo studente dice che con la logica si spiega tutto, il docente è contrario a ogni ragionamento. E mentre indagano altri delitti si compiono, con un pizzico di humour nel finale. Tratto dal romanzo La serie di Oxford, del matematico Guillermo Martinez, un mistery thriller che magari non farà venir voglia di ripassare le tabelline, ma inclinerà la mente verso qualche dubbio filosofico. »

Noir pseudo-matematico in cui la logica è sconvolta da un'incognita femminile

di Boris Sollazzo DNews

Due più due fa quattro. Soprattutto se è il numero dei cadaveri che si lascia dietro un presunto serial killer. Siamo a Oxford, c'è un professore tanto fascinoso quanto tronfio (John Hurt) che incontra e si scontra con un dottorando americano un po'troppo sicuro di se (Elijah Wood). Dopo una dotta dissertazione sulle serie numeriche e le loro potenzialità, diventano alleati in un'indagine matematico poliziesca. Condividono intuito, rigore matematico e anche una donna (Leonor Watling, già vista in Parla con lei e Salvador ) che oltre ad essere una campionessa di squash sa essere sensuale persino con una salopette a luci rosse e con degli spaghetti (cotti e al sugo) sulla sua pelle nuda (non ridete, è la scena hard, trash e cult del decennio). »

di Alessio Guzzano City

Uno studente americano e il prof di logica suo idolo si incontrano a Oxford, al capezzale della filosofia che sopravvive aggrappata alla matematica e della prima vittima di un assassino che segue una misteriosa sequenza da decifrare. L'occhiuto Frodo Wood scruta tra numeri e formule anche quando si sfoga con lo squash o cosparge l'amata di allupati spaghetti. Il disincantato John Hurt è di nuovo alle prese con la pirotecnica notte del 5 novembre dopo "V per vendetta". Tra i due: gelosia per Leonor Watling e gran cicaleccio su verità apparenti, serie di Fibonacci, principio di determinazione e (s)fiducia nel caso. »

"Crimes à Oxford" : équations criminelles

di Jean-Luc Douin Le Monde

Mathématique du crime (publié chez Robert Laffont, collection "Pavillons poche"), solide polar de Guillermo Martinez, argentin disciple de Borges, est à l'origine de ce divertissement ambitieux. Un étudiant en mathématiques y débarque à Oxford et trouve un jour sa logeuse assassinée. Ce crime est bientôt suivi d'autres, annoncés par un symbole dont la signification échappe à la police. Persuadé que l'on peut résoudre toute énigme avec les théorèmes de Pythagore, le jeune Martin tente de démasquer le coupable avec l'aide d'un éminent professeur. »

Oxford Murders - Teorema di un delitto | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Trailer
1 | 2 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 11 aprile 2008
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità