Pi Greco- Il teorema del delirio

Acquista su Ibs.it   Dvd Pi Greco- Il teorema del delirio  
Un film di Darren Aronofsky. Con Sean Gullette, Mark Margolis, Ben Shenkman, Pamela Hart, Stephen Pearlman.
continua»
Titolo originale Pi. Thriller, durata 84 min. - USA 1997. MYMONETRO Pi Greco- Il teorema del delirio * * * - - valutazione media: 3,36 su 38 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,36/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Maximilian Cohen geniale e bizzarro matematico, dedica la sua vita alla ricerca dei sistemi matematici che regolano ogni cosa.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
    * * * - -
Fantafilm
cento anni di cinema di fantascienza

In un piccolo appartamento di Chinatown abita Max Cohen, geniale mente matematica, che della matematica ha fatto una ragione di vita. Max convive con le periodiche emicranie che non lo abbandonano da quando era bambino, con una latente paranoia e con "Euclide", il super-computer da lui stesso costruito. L'unico contatto con l'esterno è rappresentato dal vecchio professor Sol, un tempo suo insegnante. Il mondo di Max è ordinato su una logica ferrea: tutto può essere ricondotto al numero, vero linguaggio universale e paradigma della realtà. Ogni sistema è riconducibile ad un modello ed anche l'ambiente quotidiano, ostile e ingannevole, può ritornare comprensibile se scomposto nella sua essenza numerica. Max ha impostato la sua esistenza sulla filosofia del valore trascendente del "Pi greco": chiave per decifrare il mistero dell'uomo e della natura, il "pi greco" suggerisce il traguardo della perfezione, l'inizio di una nuova era nella quale ogni singolo elemento della realtà si combinerà con il tutto, annullando il solco tra l'organico e l'inorganico, tra il pensiero e la materia. Un'era, insomma, libera dalle paure, dalle superstizioni, dal dolore. Max crede fermamente in tutto questo, ma il caotico mondo di fuori è in agguato e sta per tentare una rivincita: quando il giovane scopre una meravigliosa concatenazione di 216 numeri, emissari di sette cabalistiche, agenti di Wall Street ed altri personaggi senza scrupoli fanno a gara per impadronirsene. Gli uni credono che il codice significhi il nome di Dio, gli altri che possa fornire un infallibile strumento per prevedere l'andamento della borsa.
Max è ultimo solitario eroe della logica sistematica destinato a soccombere - come il sofisticato suo compagno computer - quando le ragioni del potere ideologico o capitalistico umiliano il limpido discorso della ricerca. Incapace di risolvere il conflitto che il quotidiano muove al suo mondo delle idee, Max si lobotomizza. Della sua persona non resterà altro che un anonimo individuo, abbandonato su una panchina, con un'espressione assente stampata sul viso.Il film è un viaggio nella claustrofobia della "ragion pura". Un viaggio che ha il sapore di un incubo in cui la realtà esteriore appare come un contorno di elementi contingenti, tessere apparentemente incomprensibili di una folle allucinazione collettiva. Film complesso, dunque, risolto più sull'immagine che sul piano narrativo, cui non è estranea, come più profonda ed emblematica chiave di lettura, la metafora del percorso spirituale verso il conseguimento della luce superiore, della "verità" divina o universale che vince i limiti della prigione esistenziale nella quale è catturato ogni individuo. In questo senso, la resa della scienza - e di Max - di fronte al limite insuperabile della ragione, si rovescerebbe nella vittoriosa partecipazione all'essenza della vita: una sorta di nirvana che placa ogni dramma e azzera per sempre il traballante tessuto quotidiano e i suoi falsi miti.Lo stile della regia, il frenetico montaggio, l'attanagliante colonna sonora elettronica e la bella fotografia in bianco e nero scandiscono il dramma umano e intellettuale dell'uomo risolvendolo su un intreccio inquietante da "non storia". Premiato in diverse manifestazioni, tra le quali il Sundance Film Festival del 1998.

Premi e nomination Pi Greco- Il teorema del delirio Fantafilm cento anni di cinema di fantascienza
* - - - -

Non ci siamo...

martedì 10 marzo 2009 di Franz

E' indubbiamente uno dei film più pretenziosi, banali, inconcludenti e noiosi che abbia mai visto. L'idea di immaginare la matematica come legge universale del cosmo è vecchia di migliaia di anni (risale ad Anassagora!) e c'è una sterminata letteratura e cinematografia che tratta lo stesso argomento. Il protagonista è il classico genio-pazzo (ma và?) che capisce tutto lui, ma alla fine del film si scopre che la legge universale è.... LA PROPORZIONE AUREA! Ma dai! Che originalità! E soprattutto: continua »

* * * * -

L'esordio di uno della nuova generazione!

martedì 21 aprile 2009 di nick distefano

Sicuramente molto più che un esercizio di stile, lo si vede e lo si sente. Al suo esordio cinematografico e alla sua quarta regia(dopo tre cortometraggi ben accolti dalla critica), Darren Aronofsky sceglie un argomento abbastanza particolare, la matematica, da cui si deduce che tutto sia formato da schemi. Aronofsky non fa un film sulla matematica ma invece usa la matematica per fare il film, contornando con una regia attenta ai particolari(con richiami all'espressionismo), uno stile tipicamente continua »

* * * - -

Tanto fumo. niente arrosto.

martedì 13 aprile 2010 di flegias87

Da un punto di vista tecnico e "formale" è perfetto : ritmo mozzafiato, colonnna sonora eletrizzante, atmosfera ansiogena. Forte perplessità sui contenuti -ben poco di matematico in realtà è affrontanto- nonostante i commenti della critica "ufficiale". Qualche cenno a pigreco che è cosa diversa dal rapporto aureo a cui si fa invece riferimento quando si parla della "chiave universale" che dovrebbe regolare il mondo. Il tema filosofico connesso alla sezione aurea e all'ordine dell'universo, vengono continua »

* * * * -

Inesprimibile...

di Cristina

Davvero non so comunicare il senso di tensione,quasi paura, che i numeri riescono a comunicare in questo film.. continua »

Maximilian Cohen
9:22 Nota personale: quando ero piccolo mia madre mi diceva di non guardare fisso il sole, ma una volta, a sei anni, lo feci. Da principio quella luce accecante era insopportabile, ma io non distolsi gli occhi neanche per un momento. A poco a poco la luce iniziò a dissolversi, le mie pupille si ridussero a capocchie di spillo, e riuscì a mettere tutto a fuoco. Per un momento vidi e capii.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Pi Greco- Il teorema del delirio

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 6 luglio 2006

Cover Dvd Pi Greco- Il teorema del delirio A partire da giovedì 6 luglio 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Pi Greco- Il teorema del delirio di Darren Aronofsky con Sean Gullette, Mark Margolis, Ben Shenkman, Pamela Hart. Distribuito da Cecchi Gori Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 2.0 - stereo - inglese, Dolby Digital 2.0 - stereo, e sottotitolato in italiano per non udenti. Su internet Pi greco. Il teorema del delirio è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Pi Greco- Il teorema del delirio

Pi Greco- Il teorema del delirio | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | nick distefano
  2° | leonello
  3° | cristina
  4° | evildevin87
  5° | sisto razzino
  6° | shiningeyes
  7° | flegias87
  8° | franz
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2015 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità