Il cavaliere della valle solitaria

Un film di George Stevens. Con Alan Ladd, Jean Arthur, Van Heflin, Brandon De Wilde, Jack Palance.
continua»
Titolo originale Shane. Western, Ratings: Kids+13, durata 118 min. - USA 1953. MYMONETRO Il cavaliere della valle solitaria * * * * - valutazione media: 4,41 su 20 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,41/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
   
   
   
Shane scende da una collina in una verde valle del Wyoming. Dopo qualche diffidenza - tutti i coloni vivono nello spavento per la prepotenza dell'alle...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
    * * * * *
Showtime:
domenica 2 ottobre 2016 alle ore 4,25 in TV su SKYCINEMACLASSICS
Scopri gli altri film in televisione »

Shane scende da una collina in una verde valle del Wyoming. Dopo qualche diffidenza - tutti i coloni vivono nello spavento per la prepotenza dell'allevatore Ryker - viene accolto dagli Starrett: Johnny capofamiglia, Marian e Joey di dieci anni. Shane, che "non si ferma mai in nessun posto", decide di accettare la proposta di Starrett e lavorare nella piccola fattoria. Ben presto è coinvolto nella lotta fra allevatori e coloni. Una volta si lascia insultare per non aggravare la situazione, ma poi dà, insieme a Starrett, una sonora lezione a Ryker e ai suoi. Quest'ultimo manda a chiamare il pistolero Wilson. Shane è diventato amico di tutti e l'idolo del piccolo Joey. Seppure in termini non palesi e correttissimi, anche Marian prova un sentimento per lui. Wilson uccide un contadino. Al funerale tutti gli altri decidono di lasciare la valle. Solo Starrett si oppone, ma non trova le parole per convincere i contadini. Ma le trova Shane, con un discorso sulla sacralità della famiglia e il diritto di progredire. Ryker organizza un agguato a Starrett. Ma Shane gli impedisce di andare all'appuntamento colpendolo alla testa. Shane arriva all'emporio, dove lo aspettano Wilson e i due fratelli Ryker. Joey lo ha rincorso e arriva proprio nel momento del duello. Shane uccide lealmente i tre avversari. Sta per ripartire. Joey gli dice di restare, perché tutti ne sarebbero contenti. Shane gli risponde che non può, perché, "a torto o a ragione", ha ucciso, e ormai ha un marchio che non si cancella più. Joey vorrebbe andare con lui. Ma Shane, accarezzandogli la nuca, lo dissuade. Gli dice di avvertire i genitori che la tranquillità è tornata nella vallata e soprattutto gli dice di essere come loro, e di diventare "forte e leale". Joey saluta Shane che parte, lo chiama sempre più da lontano. E Shane risale, di notte, la collina dalla quale era venuto. Un grande mito del cinema, manifesto dell'eroe purissimo che agisce spinto solo dalla sua passione interna, per giustizia e senza compensi. Proprio come i cavalieri medievali che cercavano il sacro Graal (interpretazione della critica francese). Costruzione di grande realismo - i contadini, i rumori di fondo, i lavori - con una regia che ha ispirato successivamente i grandi western che hanno, per qualche tempo, ridato vita al genere. Tratto da un romanzo, mediocre, di Jack Schaefer e sceneggiato benissimo da A. B. Guthrie, anche il Cavaliere si vale di una straordinaria colonna sonora di Victor Young, che ha composto arie ispirandosi alla musica tradizionale americana. Indimenticabile l'interpretazione di Alan Ladd, quarantenne, capace di espressioni sottotono, dolci, pazienti, persino intellettuali, ma anche violentissime, e divenuto il massimo "identificatore" delle giovani generazioni di allora, e massimo eroe del West e probabilmente di tutto il cinema. Dunque, tutti questi valori, combinati con la poesia registica di Stevens e coi suggerimenti morali della storia, fanno de Il Cavaliere della valle solitaria la più alta espressione di tutto il cinema.

Premi e nomination Il cavaliere della valle solitaria MYmovies
Il cavaliere della valle solitaria recensione dal dizionario Farinotti
Sei d'accordo con questa recensione?


Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
83%
No
17%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Il cavaliere della valle solitaria

premi
nomination
Premio Oscar
1
5
* * * * -

Un moderno parsifal

martedì 26 febbraio 2008 di Gigi De Grossi/red

Con Shane, del 1953, il mito dell'Ovest americano ripercorre le tracce di un altro mito geograficamente più lontano e cronologicamente più antico: il mito di Parsifal del "ciclo bretone", ovvero del cavaliere senza macchia, portatore di valori sacri, come la pace, la giustizia, la solidarietà, l'amore per la terra. Shane, cavaliere nomade, mette fine ai soprusi e riporta la concordia nella valle, tra le montagne incontaminate del Wyoming. Moderno Parsifal dal passato misterioso - si intuisce che continua »

* * * * *

Mitico

sabato 2 settembre 2006 di Raffaele

Arioso come il paesaggio - acque tranquille, cime montane quasi metafisiche, grandi spazi - su cui cavalcano, melanconici e fiduciosi insieme, gli ideali e i sogni di un western armonioso e musicale come un concerto d'altri tempi. Lo vidi che ero bambino. Ogni volta che lo rivedo ritrovo lo spirito dell'infanzia, una "grande frontiera" aperta sull'avvenire che sembra evocare lo stesso fascino e le stesse metafore. continua »

* * * * -

Film manieristico se visto oggi: ma è un classico

venerdì 24 gennaio 2014 di muttley72

Questo film western è un film (normalmente) valutato 4-5 stelle dalla critica. Visto e rivisto più volte.... posso esprimere la mia opinione. Il film è molto "asciutto", nel senso di semplice (come storia), prevedibile (nello svolgimento e nell'epilogo) ed oggi sarebbe definibile anche come un film "perbenista" (con il cavaliere-paladino che arriva, sistema le cose e poi se ne va senza nulla chiedere), ma al tempo stesso bisogna riconoscere che il "film western classico" era anche (o proprio) questo continua »

Joe (Van Heflin) e Shane (Alan Ladd)
E voi, avete scelto qualche posto?
Uno vale l'altro: non mi fermo in nessun posto.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Joe (Van Heflin) e Shane (Alan Ladd)
E voi, avete scelto qualche posto?
Uno vale l'altro: non mi fermo in nessun posto.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Joey (Brandon De Wilde)
Shane. Shane. Come back!
Frase scelta da 1500 addetti ai lavori dell'American Film Institute come la numero 47 tra le 100 migliori citazioni cinematografiche di tutti i tempi tratte da film di produzione USA
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5

di Gian Piero dell'Acqua

Shane, un cow-boy dal non chiaro passato, si ferma presso la fattoria di due agricoltori, gente modesta come molte altre famiglie che, nella regione, devono sottostare ai ricatti, alle rubene e alle violenze di un malvagio proprietario di bestiame, il cow-boy, libera la zona dal taglieggiatore, e riprende il cammino interrotto. Un buon western, assai curato nella struttura delle diverse psicologie. Più che i fatti contarono da un lato il paesaggio, che pur essendo ovviamente tutt’altro che inedito acquistò una particolare e singolare intensità malinconica; dall’altro la maestrja con cui Stevens disegnò la trattenuta ma fortissima attrazione del cow-boy per la moglie del brav’uomo che l’ospitava. »

di Georges Sadoul

Un contadino (Van Heflin) e la moglie (Jean Arthur) accolgono un avventuriero (Alan Ladd) che, dopo aver fatto appello a un killer (Jack Palance) si sacrifica per eliminare un proprietario di bestiame che terrorizza i poveri contadini della regione. Un "western psicologico" in forma di tragedia moderna, offerto dalla Paramount al suo fondatore, Zukor, per l'80 compleannoL'amore silenzioso d'un uomo senza radici, per la moglie del suo ospite domina in parte il film, dalla regia e dalle scenografie senza fronzoli, di artigianato fedele alle sue leggi, ma stavolta servito da una sincerità e da un pudore, piuttosto rari in questo regista. »

Il cavaliere della valle solitaria | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | gigi de grossi/red
  2° | raffaele
  3° | muttley72
Rassegna stampa
Gian Piero dell'Acqua
Premio Oscar (6)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità