•  
  •  
Apri le opzioni

Nobuhiro Suwa

Nobuhiro Suwa. Data di nascita 28 maggio 1960 a Hiroshima (Giappone). Nobuhiro Suwa ha oggi 61 anni ed è del segno zodiacale Gemelli.

Quel mitico giapponese che omaggia il grande cinema francese

A cura di Fabio Secchi Frau

Il più francese fra i cineasti giapponesi. È così che Sébastien Bondetti, Dimitri Ianni e Terutarô Osanaï hanno definito Nobuhiro Suwa in un'intervista. In effetti, Nobuhiro Suwa è l'unico regista asiatico che ha ritrovato il vecchio e bellissimo senso di certi film d'amore francesi, dove le donne provocano gli uomini per odio e gli uomini provocano le donne per amore. In lui, nel suo cinema, nei suoi fotogrammi, rivivono tutti i classici d'amore di un cinema d'oltralpe dimenticato. Insoliti e sensuali, come in un noir, i suoi personaggi mettono in scena una sceneggiatura ricca di allusioni erotiche che in questi ultimi anni si sono prestate alle più svariate e disparate letture. Un giorno, forse, la scena in cui Nishijima Hidetoshi abbraccia nella penombra dell'appartamento la sua ragazza Yu Eri fino a buttarla per terra, quasi a sopraffarla con il suo peso, nel film 2/Duo, entrerà a pieno diritto nell'immaginario di diverse generazioni e nella storia del cinema se l'Occidente avesse più una globale conoscenza di ciò che si nasconde dentro il cinema nipponico. Grandi e coraggiose storie, con interpretazioni che meriterebbero più attenzioni per l'incredibile rappresentazione della quotidiana realtà, i suoi film sono misteriosi e introvabili in Italia... Misteriosi, introvabili, ma tanto desiderati.

Aiuto-regista
Nobuhiro Suwa nasce a Hiroshima, il 28 maggio 1960. Dopo aver frequentato li liceo, comincia ad accostarsi al cinema realizzando dei cortometraggi amatoriali in Super 8 palesemente influenzati da Jonas Mekas e Robert Frank che lui definirà "film quotidiani". Studente di cinema all'Università Zokei di Tokyo (di cui poi diventerà rettore), comincia a lavorare come assistente regista e tecnico in alcuni film autoprodotti dalla sua facoltà. Nel 1981, Yoshihiko Matsui lo invita a diventare il suo aiuto regista nel film Tonkei shinjû, ma lavorerà anche con Gakuryu Ishii, Naoto Yamakawa, Rob Nilsson, Masashi Yamamoto (Robinson no niwa, 1987) e altri registi del cinema erotico giapponese, e parallelamente continuerà a realizzare cortometraggi in 8 e 16 mm.

Lo stile e il debutto cinematografico
Negli anni Novanta, ispirandosi ai lavori di Jean Rouch e Frederick Wiseman, firma dei documentari per il piccolo schermo, mentre il passaggio dal piccolo al grande schermo come regista di lungometraggi a soggetto avviene nel 1997 con la pellicola 2/Duo con Hidetoshi Nishijima, Makiko Watanabe e Miyuki Yamamoto. Da qui, si delineano quelle che sono le caratteristiche principali del suo cinema: la coppia formata da un uomo e da una donna che vanno incontro alle difficoltà del quotidiano (vita professionale, divorzio, vecchi amori, l'usura della vita ordinaria). Il tutto raccontato con uno stile facilmente identificabile, fatto di penombre e silenzi. Perché anche lì dove la coppia non dice nulla, il mutismo diventa un mezzo di comunicazione, retaggio questo di una forte cultura giapponese. In un gioco di prospettive e di linee, Suwa osserva i piccoli universi umani, ingrandendo lo spazio, in un gioco di specchi, finestre e porte che conservano la virtuosità di quei film francesi pre-nouvelle vogue. L'immobilità della camera, la fissità, la lunghezza delle scene e l'improvvisazione, hanno personalizzato maggiormente il suo stile che si integra perfettamente con le caratteristiche e i codici del cinema francese.

Altri film
Nel 1999, vince il premio FIPRESCI per M/Other, all'interno del quale rappresenta i comportamenti di una coppia durante un momento di crisi esistenziale. Nel 2003, la quinta edizione del Buenos Aires International Festival of Independent Cinema lo omaggia con una retrospettiva delle sue pellicole, alle quali si aggiungono il suo film franco-nipponico Un couple parfait (2005), Premio Speciale della Giuria e C.I.C.A.E./ARTE & ESSAI al 58° Festival Internazionale del Film di Locarno. L'anno successivo, dirige un episodio del film collettivo Paris, je t'aime firmato, fra gli altri, anche da Ethan e Joel Coen e Jean-Luc Godard, e poi l'episodio "A Letter From Hiroshima" tratto dal film Jeonjaeng geu ihu (2006), diretto con Moon Seong-wook e Wang Xiaoshuai. Nel 2006, è invece il turno di Yuki & Nina diretto con Hippolyte Girardot, frammento di vita di due ragazze, presentato alla 41° Quinzaine Des Réalisateurs di Cannes 2009.

Suwa attore
Suwa è stato anche un attore. Ha debuttato nel 2004 con il film Kikyo di Koji Hagiuda accanto ad Akiko Aitsuki, Atsushi Itô e Reiko Kataoka, poi in Song (2007) di Antoine Barraud.

Ultimi film

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati