Un couple parfait

Film 2005 | Drammatico, 104 min.

Regia di Nobuhiro Suwa. Un film con Valeria Bruni Tedeschi, Bruno Todeschini, Nathalie Boutefeu, Louis-Do de Lencquesaing, Joana Preiss. Cast completo Genere Drammatico, - Giappone, Francia, 2005, durata 104 minuti. Uscita cinema lunedì 20 febbraio 2012 distribuito da MYMOVIESLIVE!. - MYmonetro 3,59 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Un couple parfait tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una coppia che vive all'estero, è in crisi, e l'unica decisione plausibile per entrambi è quella di divorziare.

Consigliato sì!
3,59/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA 3,67
PUBBLICO 1,00
CONSIGLIATO NÌ
Un oscuro scrutare le dinamiche della crisi di coppia fin nelle più intime lacerazioni.
Recensione di Edoardo Becattini
Recensione di Edoardo Becattini

Marie e Nicolas arrivano a Parigi per partecipare al matrimonio di una coppia di amici. Dopo quindici anni, la loro storia d'amore è arrivata a un punto di rottura e hanno deciso di separarsi. Durante il soggiorno, fra annunci agli amici comuni, visite al Museo Rodin e divagazioni notturne, entrambi si confrontano più concretamente con l'idea dell'abbandono, vedendo oscillare i loro sentimenti fra seduzione e rancore, disprezzo e tenerezza.
Il cinema moderno europeo è basato sull'idea di "crisi": crisi del soggetto, crisi dell'azione, crisi della temporalità, ma, soprattutto, crisi di coppia. Da Antonioni a Bergman, da Godard a Garrel, sono molti i grandi registi che hanno fatto della fine di un amore un racconto personale o esistenziale, poetico o politico. Un couple parfait potrebbe essere "solo" un titolo in più teso ad allargare questo ampio orizzonte su cui si staglia il tramonto dell'eros se, nella sua essenzialità (lunghissimi piani sequenza a camera fissa, recitazione naturale e illuminazione scarna), l'opera non attraversasse la crisi di coppia fin negli interstizi e nelle più intime lacerazioni.
L'occhio è quello di Nobuhiro Suwa, cineasta giapponese che ha fatto della ripresa dei modelli del cinema moderno europeo (in particolar modo francese) un progetto artistico personale. In H Story raccontava il tentativo di mettere in scena un remake di Hiroshima mon amour, raddoppiando il gioco di specchi del confronto culturale fra Europa e Giappone nel momento in cui era lui stesso, giapponese di Hiroshima, a prendere in carico il testimone di Alain Resnais.
In Un couple parfait filma una storia che ricorda quella di Viaggio in Italia di Rossellini, sostituendo i calchi di Pompei con le statue "viventi" e decadenti del Musée Rodin di Parigi. Nell'esplorazione dei luoghi fisici e cerebrali del cinema francese, viene accompagnato da una guida indigena: la direttrice della fotografia Caroline Champetier (che ha illuminato molta della modernità francese, da Godard a Garrel passando per Straub-Huillet).
Questo oscuro scrutare ("oscuro" anche per il fatto di scegliere solo luci naturali) serve a tirar fuori dall'improvvisazione dei propri attori quei centri di indeterminazione in cui le emozioni dei personaggi oscillano da un estremo all'altro: dal risentimento all'affetto, dal riso al pianto, dall'indifferenza all'intimità. Con questa finalità, il regista giapponese concentra la sua messa in scena sull'idea di separazione (la stanza d'albergo divisa a metà) e di raddoppiamento (gli specchi nella scena del bar; le opere d'arte del Musée Rodin), confermando che ogni coppia non è solo lo sguardo d'insieme che rimanda, ma anche la somma di due affetti differenti e delle loro naturali curve di oscillazione.
Questa continua dialettica fra separazione e ricongiungimento è il vero cuore delle contemplazioni estatiche e silenziose di Suwa. E il senso di Un couple parfait è quello di catturare l'attimo, scolpire la scultura di un uomo e di una donna abbracciati in un limbo sentimentale, sospesi fra la certezza di una fine e la speranza di un nuovo inizio.

Sei d'accordo con Edoardo Becattini?
La profonda scomposizione di un amore di Nobuhiro Suwa.

Nicolas e Marie ritornano in Francia, dopo molti anni trascorsi all'estero, per assistere a un matrimonio tra vecchi amici. I due sono in crisi e stanno per divorziare ma vanno insieme alla cerimonia. Una volta arrivati, annunciano ai presenti la loro imminente separazione.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

La rottura di una coppia è al centro del 4° film del giapponese N. Suwa - dopo Due/Duo (1997), M./Other (1999), H-Storie (2001) - che l'ha scritto e girato a Parigi senza conoscere il francese, affidandosi alle doti di improvvisazione dei suoi attori. Dopo 15 anni di matrimonio, Marie e Nicholas sono sulla soglia del divorzio quando tornano insieme da Lisbona a Parigi per un matrimonio di amici. Tra amore e rancore, tra gli ultimi momenti di freddezza e gli ultimi momenti di seduzione, tra la decisione razionale di separarsi e l'ipotesi sentimentale di ricominciare. Oscillazione contraddittoria in cui "necessariamente vince colui che acconsente a perdere" (J. Mandelbaum). L'ambiguo finale alla stazione è un suggerimento dei due protagonisti. Girato in 11 giorni con 2 videocamere Panasonic complementari. Fotografia di Caroline Champetier, già al lavoro con Suwa in H-Storie , che ha molto contribuito alla scelta dei due protagonisti e al dispositivo delle riprese e dell'illuminazione. Disponibile in DVD.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 27 febbraio 2012
Andrea

Non è di certo un brutto film, ma la staticità delle riprese lo rende in certi punti snervante. E' naturale che non ci si aspetti un tipico dinamismo degli action-movie, ma qui la trama non molto dinamica viene anche peggiorata dalla regia lenta, lentissima e monotona.

giovedì 23 febbraio 2012
angelo umana

Una donna e un uomo stanno di fronte al binario del treno, lei dovrebbe partire, sono in via di separazione, dopo lunghissimi minuti i due corpi tendono l’uno all’altro e si abbracciano mentre il treno se ne va. Questo è l’”avvenimento” finale del film, la rivelazione. Lungo tutto il film di Nobuhiro Suwa, lentissimo, le riprese a camera fissa assistono a quelle [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Nobuhiro Suwa è un regista giapponese che fa film solo in Francia. Anche se spesso va a Tokio e dice di capire poco il francese. I suoi primi due film, «M/Other» e «H Story», presentati a Cannes, sono stati accolti con favore dai cinefili. Io, che non ho mai militato in quelle fila, di fronte al suo terzo film, «Un Couple parfait» (Una coppia perfetta), sceso qui ieri in concorso, mi dichiaro, invece, [...] Vai alla recensione »

Eric Libiot
L’Express

Nobuhiro Suwa est un gars marrant qui pense le cinéma comme une vaste entreprise d'improvisation. Pourquoi pas. Lars von Trier et ses acteurs, dans Les Idiots, ont déjà montré que l'expérience était possible. Mais ils avaient du talent. Et savaient passer à autre chose. Suwa, lui, en fait un principe systématique et laisse sa caméra tourner devant des acteurs qui doivent tricoter un pull en forme de [...] Vai alla recensione »

Jean-Philippe Tessè
Chronic’art.com

Trouver la cohérence d’Un Couple parfait dans le cheminement du Japonais Nobuhiro Suwa, c’est d’abord emprunter la navette qui relie la pratique à la théorie. Qui relie à lui H story, à lui un récit de tournage. L’horizon, chargé, est toujours le même : il se nomme cinéma français. H story, on s’en souvient (2001) narrait la reprise par un cinéaste japonais de Hiroshima, mon amour.

Julien Elalouf
aVoir-aLire.com

Après plusieurs années de vie commune à l’étranger, Nicolas et Marie sont sur le point de divorcer. Ils décident pourtant de se rendre ensemble à la cérémonie de mariage d’un de leurs amis, en France. Dès leur arrivée, ils annoncent la nouvelle de leur rupture, ce qui provoque l’étonnement de leur entourage. On peut s’en dire des choses pendant un trajet de taxi.

Francois-Guillaume Lorrain
Le Point

48 heures de la vie d'un couple qui se sépare lors d'un voyage à Paris. Un vieux et bel amour se meurt, infiniment lentement. Tout devient sujet à friction, on ne s'entend plus et chacun souffre, sans pouvoir plus rien pour l'autre. Thème rebattu s'il en est, qui a eu droit à son lot de scènes de ménage énervées. Mais le cinéaste japonais a un autre rythme, une autre oreille.

Jacques Mandelbaum
Le Monde

Après H-Story (2001), brillante variation sur Hiroshima mon amour, d'Alain Resnais, Nobuhiro Suwa révèle avec Un couple parfait un tropisme français qui renvoie, plus essentiellement, à une histoire de filiation cinéphilique. A l'instar du Taïwanais Tsaï-Ming liang, qui cultive à sa manière l'héritage de Jean Eustache, on peut lire dans le trajet de Suwa, qui est avec Naomi Kawase le cinéaste japonais [...] Vai alla recensione »

Marine Landrot
Télérama

Après plusieurs années de vie commune à l'étranger, Nicolas et Marie sont sur le point de divorcer. Ils décident pourtant de se rendre ensemble à la cérémonie de mariage d'un de leurs amis, en France. Dès leur arrivée, ils annoncent la nouvelle de leur rupture, ce qui provoque l'étonnement de leur entourage. Pour Vibrant C’est un film sur la fatigue.

NEWS
GALLERY
lunedì 16 gennaio 2012
 

Dopo aver vissuto diversi anni all’estero, Marie e Nicolas tornano in Francia in occasione del matrimonio di un vecchio amico. La coppia è a un passo dal divorzio. Contrariamente a tutte le aspettative, questo breve soggiorno in Francia darà loro un'occasione [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati