Per primo hanno ucciso mio padre

Film 2017 | Biografico, Drammatico 136 min.

Titolo originaleFirst They Killed My Father: A Daughter of Cambodia Remembers
Anno2017
GenereBiografico, Drammatico
ProduzioneUSA
Durata136 minuti
Regia diAngelina Jolie
AttoriPhoeung Kompheak, Sveng Socheata, Sareum Srey Moch, Tharoth Sam .
MYmonetro

Regia di Angelina Jolie. Un film con Phoeung Kompheak, Sveng Socheata, Sareum Srey Moch, Tharoth Sam. Titolo originale: First They Killed My Father: A Daughter of Cambodia Remembers. Genere Biografico, Drammatico - USA, 2017, durata 136 minuti.

Condividi

Aggiungi Per primo hanno ucciso mio padre tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La regista Angelina Jolie affronta il tema del massacro cambogiano in cui morirono 2 milioni di persone. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Golden Globes, 1 candidatura a BAFTA, 1 candidatura a Critics Choice Award,

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES N.D.
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO N.D.
Trailer in italiano

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
La storia del genocidio avvenuto in Cambogia ad opera dei Khmer Rossi.
Andrea Fornasiero
venerdì 10 febbraio 2017
Andrea Fornasiero
venerdì 10 febbraio 2017

Cambogia, 1975, la città di Phnom Penh brilla di vita e colori e viene immortalata da un fotografo, ma tutto è destinato cambiare lontano da occhi occidentali. Infatti il fotografo se ne va come gli americani e nel Paese viene instaurato il regime degli Khmer Rossi, che attua un programma genocida di purificazione della Cambogia. Luon Ung è una bambina di cinque anni che assiste alle numerose e sadiche ingiustizie praticate dai soldati sulla sua famiglia, mentre cerca di sopravvivere tra gli stenti e la fame in una sorta di campo di concentramento rurale, dove i detenuti coltivano il cibo per i militari. Finirà per diventare anche una bambina soldato quando sarà trasferita in un ulteriore campo di addestramento.

Nel film non diciamo mai la parola "comunismo". Vediamo però persone a cui sono tagliati i capelli e tinti i vestiti, in modo che perdano parte della loro individualità. Ma non mettiamo mai un'etichetta. Il nostro obiettivo era che il pubblico, dopo tanti tormenti, sentisse a sua volta un po' di gioia quando la bambina arriva al campo di addestramento militare. In modo da far capire cosa significa essere indottrinati e come, dopo essere stati denudati, affamati e impauriti, anche un minimo conforto e la possibilità di stare con alcuni amici siano un miglioramento delle condizioni di cui si finisce per essere grati.
Angelina Jolie

Il terzo film da regista di Angelina Jolie affronta un tema a lei molto caro, persino famigliare, visto che uno dei suoi figli adottivi, Maddox Jolie-Pitt, è di origini cambogiane e partecipa al film in veste di produttore. In questo ruolo è stato coinvolto anche il grande regista di documentari Rithy Panh, ossia la più importante figura del cinema cambogiano.

Una trasposizione genuina e fedele.
martedì 12 settembre 2017

Questa ricerca di genuinità nell'adattare la storia di Luon Ung, che ha raccontata la sua infanzia in un omonimo libro autobiografico e a sua volta è produttrice del film, rende Per primo hanno ucciso mio padre un'opera molto insolita tra quelle prodotte in Occidente, perché priva di un punto di vista bianco a guidare lo sguardo dello spettatore e a introdurlo in una cultura molto distante. D'altra parte per Jolie, da tempo impegnata in Cambogia, era di cruciale importanza restituire fedelmente questa storia senza annacquarla con i consueti tropi hollywoodiani.

Sono molto felice che questo film, che onora le famiglie e le tradizioni cambogiane, vada ora nel mondo a sensibilizzare il pubblico. Questo per me come attivista è molto importante, ma come figlia sono anche felice che le prossime generazioni della mia famiglia avranno una testimonianza di questa storia, sapendo che è stata realizzata con amore.
Luong Ung

Se per tale ragione Per primo hanno ucciso mio padre non può contare su un cast di richiamo, ha comunque dalla sua lo splendido paesaggio cambogiano. Angelina Jolie ne parla come di un personaggio a sua volta, perché oltre a essere lussureggiante è anche la crudele prigione senza mura da cui la bambina non può scappare. Per questo oltre a riprese molto ravvicinate della protagonista e della sua prospettiva, la regia si concede inquadrature aeree realizzate via drone, che mostrano le masse di persone al lavoro, il loro effetto sulla campagna e lo spaventoso senso di scala dell'intera operazione.

Il punto di vista e la fotografia.
martedì 12 settembre 2017

Il punto di vista della bambina è quello principale del film, ripreso con abilità dal direttore della fotografia Anthony Dod Mantle, che per la prima volta ha lavorato con la regista e noto per le sue collaborazioni con Von Trier, Danny Boyle e Ron Howard. Una protagonista così giovane permette inoltre di superare l'assenza di uno sguardo occidentale, perché anche se cambogiana è lei per prima a essere confusa da una vicenda che non capisce e che è molto più grande di lei.

Non abbiamo girato tradizionalmente dicendo "facciamo una master shot e due primi piani". Ci siamo concentrati sui dettagli, e ci siamo detti "quando giriamo in soggettiva è necessario che lei noti certe cose". Abbiamo creato un mondo interno in cui girare liberamente, cosa che è molto nelle corde di Anthony, ma stando sempre attenti a mostrare gli elementi su cui si concentra lo sguardo della protagonista.
Angelina Jolie

La fotografia del film, presentato a Telluride e al Festival di Toronto, lavora inoltre molto sul colore, iniziando dalla città ricca di vita e satura di cromatismi che si fanno via via più attenuati e neutri, fin quasi a un bianco e nero dove emergono con forza i rossi. Il tutto con una gradualità che non ne fa un semplice espediente ma è invece organica al procedere del racconto.

NEWS
NETFLIX
mercoledì 2 agosto 2017
 

Netflix presenta il trailer e il poster di Per primo hanno ucciso mio padre, l'attesissimo film originale diretto da Angelina Jolie disponibile su Netflix dal prossimo 15 settembre. Per primo hanno ucciso mio padre descrive lo spirito indomito e la [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati