Maria e l'amore

Film 2022 | Commedia, 93 min.

Regia di Lauriane Escaffre, Yvo Muller. Un film Da vedere 2022 con Karin Viard, Grégory Gadebois, Noée Abita, Philippe Uchan, Lauriane Escaffre. Cast completo Titolo originale: Maria rêve. Genere Commedia, - Francia, 2022, durata 93 minuti. Uscita cinema giovedì 3 novembre 2022 distribuito da Europictures. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica - MYmonetro 2,96 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Maria e l'amore tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento giovedì 3 novembre 2022

Maria è una donna delle pulizie, che è riservata, timida e goffa. Quando viene assegnata alla Scuola di Belle Arti, incontra Hubert, il bizzarro guardiano della scuola. In Italia al Box Office Maria e l'amore ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 46,5 mila euro e 23,1 mila euro nel primo weekend.

Powered by  
Consigliato sì!
2,96/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,91
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
Un grazioso e godibile ritratto di una donna decisa a riappropriarsi dei propri desideri.
Recensione di Claudia Catalli
giovedì 3 novembre 2022
Recensione di Claudia Catalli
giovedì 3 novembre 2022

Una donna di mezza età, con un matrimonio di venticinque anni sulle spalle e una vita sempre uguale avrebbe il destino segnato nel cinema italiano, e con grande probabilità sarebbe tutto tranne che protagonista. I francesi Lauriane Escaffre e Yvonnick Muller scelgono invece Karin Viard, già applaudita in La famiglia Bélier, per affidarle il complesso ruolo di Maria, donna delle pulizie dalla sensibilità fuori dall'ordinario. Appassionata di scrittura, la incontriamo a casa di una cliente, nel bel mezzo di una veglia funebre, in attesa di una riassegnazione. La invieranno alla Scuola di Belle Arti a Parigi, universo a lei completamente sconosciuto. Dovrà imparare che esistono opere d'arte bizzarre (di simil burro, da non gettare nella spazzatura) e che ci sono studenti creativi da poter aiutare. Come? Attraverso le sue mani, il suo saper fare, ma anche il suo corpo.

É proprio grazie alla Scuola che Maria inizia a scoprire il suo corpo, in ogni senso: rivive e riscopre la sua femminilità posando come modella di nudo, senza ovviamente dire nulla a casa, perché sa che suo marito non capirebbe. Eppure tra le mura della Scuola Maria scoprirà stimoli inimmaginabili, imparerà a osare e a sentirsi finalmente libera.

Lo farà anche grazie a Hubert, tassello fondamentale del processo di evoluzione e riscoperta di Maria. Ad interpretarlo c'è un attore di spessore ed esperienza, Gregory Gadebois, che si cala abilmente nei panni del custode della scuola. Un tipo simpatico, affabile e mentalmente aperto, eppure poco libero fisicamente, dal momento che non si è mai veramente spostato, appunto, dalla "sua" Scuola. L'incontro tra i due è fatale, crea un legame speciale fatto soprattutto di voglia di oltrepassare i propri limiti e guardare oltre. Oltre le convenzioni sociali e le posizioni lavorative, oltre l'età e il già fatto, oltre tutti i limiti autoimposti, o magari imposti da una vita di coppia non più soddisfacente.

La riscoperta di se stessi è un processo creativo, sembrano voler dire Lauriane Escaffre e Yvonnick Muller con questo film, tratto dalla storia di vita personale della prima, o meglio di sua nonna. Una donna delle pulizie anche lei, mestiere che spesso al cinema è associato a storie di disagio sociale o invisibilità e che stavolta diventa trampolino di lancio per il riscatto di una vita.

Il risultato è una trascinante storia di trasformazione e viaggio interiore, di incontro e confronto con l'arte ma anche con l'altro. Una storia anche universale, come è universale il desiderio di scoprirsi, di darsi un'altra possibilità, di emanciparsi e di nutrire il proprio animo di arte e relazioni appaganti.

Malgrado non spicchi particolarmente per originalità, Maria e l'amore si rivela un grazioso e godibile ritratto di una donna decisa a riappropriarsi dei propri desideri, metafora utile e convincente per suggerire a chi guarda che non è mai troppo tardi per essere felici e, ancora prima, per capire chi si è veramente. O chi si vuole diventare, anche quando si è già "grandi".

Sei d'accordo con Claudia Catalli?
Powered by  
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 7 novembre 2022
cardclau

Il film di Euriane Escaffre e Yvo Muller MARIA E L’AMORE è un film che vale la pena di essere visto perché ci può permettere di comprendere in che mondo stiamo vivendo, anche se questa consapevolezza non è data per certa visto l’apprezzamento della critica e del pubblico. Dovrebbe trattarsi di una commedia divertente e frizzante, alla francese: ma durante la [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
domenica 6 novembre 2022
Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Il nostro film parla di esclusione, di emancipazione, di liberazione, dice Lauriane Escaffre, che con Yvo Muller ha scritto e diretto Maria e l'amore (Maria rêve, Francia, 2022, 93'). Volevamo raccontare una donna che si rimette in contatto con la sua femminilità, la sua sensualità - prosegue -, un'eroina che non se l'era mai permesso perché diceva a se stessa che non era per lei, che non ne aveva [...] Vai alla recensione »

sabato 5 novembre 2022
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Romanticismo vecchio stile. Piace, sennò non lo riproporrebbero di continuo. Maria fa le pulizie, in casa di una signora che muore e le lascia per ricordo la statuetta di un piccione. Trova subito un altro lavoro all'accademia di Belle Arti. Si presenta come "la donna che pulisce due volte", le dicono di passare in portineria per lo starter's kit". Spazzolone, stracci, detersivi e un secchio che subito [...] Vai alla recensione »

venerdì 4 novembre 2022
Guillemette Odicino
Télérama

Maria fa le pulizie all'accademia di belle arti, un labirinto un po' sbiadito di corridoi, sale in cui si posa (nudi), installazioni e messaggi di possibili futuri artisti, che all'inizio sconcerta la nostra timida protagonista, ma poi, rapidamente, le regala nuove emozioni. Soprattutto, c'è la stanza del custode, il disponibile e stravagante Hubert.

venerdì 4 novembre 2022
Fabiana Sargentini
Close-up

I francesi sanno raccontare con grazia sopraffina storie banali e semplici, d'amore, che non producono altro che sollievo nello spettatore. Così è Maria e l'amore: Maria è una donna di mezza età che fa le pulizie nelle case private e si ritrova, per caso, a accettare un lavoro nell'istituto di Belle Arti a Parigi. Lei abita nei sobborghi, si muove col treno la mattina, si guarda attorno con lo stupore [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 novembre 2022
Stefano Giani
Il Giornale

Quando Maria incontra l'amore ha un marito annoiato che la annoia, un lavoro deprimente e giorni amari. Ma se il lui della partita è un bidello e non Elon Musk amarsi è più vero e la fuga profuma di emozione e sentimento. O no... Film tenero che fa desiderare di voltare pagina e lasciare I'inutilità sciatta di mesi piatti per un sogno. Attenti a non cadere, però.

giovedì 3 novembre 2022
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

Alla fine potrebbe essere tutto un sogno, come sottolinea il titolo originale Maria rêve. C'è la fuga con una bici che è un'installazione artistica, ci sono le mura della scuola in cui i personaggi si materializzano alla protagonista come dei fantasmi. Dopo che l'anziana signora per cui lavorava è appena deceduta, Marie trova lavoro come addetta alle pulizie presso la Scuola di Belle arti di Parigi. [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 novembre 2022
Francesco Foschini
Sentieri Selvaggi

Parigi. Maria Rodrigues è una donna di mezz'età, sposata da più di vent'anni con l'abulico Horatio (che non ha perdonato il suo miglior amico perché fidanzato con la loro figlia Charlotte) e per sopravvivere si occupa - con onore - di pulizie. Dopo la dipartita dalla sua ultima e anziana cliente, Maria viene assunta presso l'Accademia di Belle Arti, avendo così modo di rapportarsi con nuove colleghe, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 novembre 2022
Tiziana Morganti
Asbury Movies

Che lo si voglia ammettere o meno, il sentimento che fa letteralmente girare il mondo è l'amore. Possiamo essere pragmatici e poco inclini ai sentimentalismi, ma l'entusiasmo che nasce dal provare un'emozione per un altro essere umano è assolutamente unico e irripetibile. Non è un caso, dunque, che questa tematica sia all'interno di romanzi classici e moderni.

martedì 1 novembre 2022
Emanuela Martini
Film TV

Sposata da 25 anni con un portoghese triste che passa il tempo a immalinconirsi sul fado, separata dalla figlia per un litigio familiare, quando resta disoccupata a causa della morte della signora della quale si occupava, Maria trova lavoro come donna delle pulizie alla Scuola delle belle arti di Parigi. Ragazzi che vanno e vengono e si esercitano in creazioni bizzarre e fantasiose, una direttrice [...] Vai alla recensione »

mercoledì 26 ottobre 2022
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

In Siccità di Paolo Virzì, a un certo punto Tommaso Ragno, influencer di professione, si rivolge alla moglie dicendo: "Ho citato Paulo Coelho, la tua Annie Ernaux non avrebbe funzionato". Ironia della sorte, adesso Ernaux ha vinto il Premio Nobel per la letteratura, e riesce a essere sempre moderna. Il cuore di Maria e l'amore lo si potrebbe riassumere utilizzando una sua citazione contenuta in Gli [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
lunedì 10 ottobre 2022
 

Regia di Lauriane Escaffre, Yvo Muller. Un film con Karin Viard, Grégory Gadebois, Noée Abita, Philippe Uchan, Lauriane Escaffre. Da giovedì 3 novembre al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati