Le seduzioni

Film 2021 | Drammatico, +13 101 min.

Anno2021
GenereDrammatico,
ProduzioneItalia
Durata101 minuti
Al cinema3 sale cinematografiche
Regia diVito Zagarrio
AttoriAndrea Renzi, Amélie Daure, Marit Nissen, Iaia Forte, Antonella Stefanucci Antonello Cossia, Serena Marziale, Peppe Miale, Valerio Caprara.
Uscitagiovedì 22 febbraio 2024
DistribuzioneArtimagiche Film srl, Cavadaliga Film srl
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,61 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Vito Zagarrio. Un film con Andrea Renzi, Amélie Daure, Marit Nissen, Iaia Forte, Antonella Stefanucci. Cast completo Genere Drammatico, - Italia, 2021, durata 101 minuti. Uscita cinema giovedì 22 febbraio 2024 distribuito da Artimagiche Film srl, Cavadaliga Film srl. Oggi tra i film al cinema in 3 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,61 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le seduzioni tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 19 febbraio 2024

Stefano è un editore divorziato che in realtà non si è mai innamorato. Fino a quando nella sua casa non entra Sophie.

Consigliato nì!
2,61/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 1,83
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO NÌ
Zagarrio ci offre tanto materiale per riflettere sulla freddezza come sentimento di privazione. Bella l'ambientazione e bravo Andrea Renzi.
Recensione di Giancarlo Zappoli
martedì 13 febbraio 2024
Recensione di Giancarlo Zappoli
martedì 13 febbraio 2024

Stefano è un editore che, divorziato, ha una relazione con una giovane scrittrice della quale però non apprezza l'opera seconda. Un giorno a casa sua compare Sophie. È una cameriera che l'ex moglie gli ha mandato per mettere un po' d'ordine nel suo appartamento. Stefano, che non si è mai veramente innamorato, inizia a provare per lei un sentimento sconosciuto.

Vito Zagarrio porta sullo schermo il romanzo di Lidia Ravera "Le seduzioni dell'inverno" pubblicato nel 2008.

Sin da subito, terminata la visione, viene da chiedersi come mai nessuna delle registe del nostro panorama cinematografico abbia in questi anni pensato a questo romanzo e si sia dovuto attendere un uomo per farlo diventare un film. Forse perché in fondo la figura al centro è quella di Stefano anche se poi diviene sempre più importante il ruolo di Sophie e delle altre donne che lo circondano (a partire dalla giovane scrittrice per poi andare alla ex moglie e alla proprietaria della casa editrice).

Certo è che già dal titolo (che toglie il riferimento all'inverno) ci viene offerto materiale per interrogarci. Perché l'etimologia del termine seduzione deriva dal latino e significa trarre via. Stefano viene di fatto 'tirato via' dal se stesso che si vede come un intellettuale non più giovanissimo ma di bell'aspetto, capace di razionalità. La freddezza che gli verrà fatta scoprire non è quella che pensava di possedere come qualità positiva ma piuttosto un profondo sentimento di mancanza, di privazione.

A portarlo a vivere questa condizione inattesa è Sophie che gli si mette a servizio senza nulla pretendere se non un tetto sotto cui stare (la ex moglie di Stefano è partita per le vacanze e non le ha lasciato le chiavi di casa, afferma). L'interesse dell'uomo nei suoi confronti crescerà progressivamente e non sarà dettato principalmente dal fatto di essere servito ma da emozioni mai provate prima.

Zagarrio, critico cinematografico e docente universitario, conosce bene il mondo degli intellettuali e quindi sa come dirigere, lavorando sul personaggio, un attore versatile come Andrea Renzi.

Un altro pregio del film è l'ambientazione napoletana depurata da qualsiasi ammiccamento partenopeo. La stessa Iaia Forte, a cui molti registi, hanno chiesto di premere sul tasto dell'inflessione dialettale qui si muove su un registro diverso. In questo modo si universalizza la riflessione su una condizione umana che non è poi, purtroppo, così inusuale. Quella cioè di chi non manifesta i sentimenti giungendo fino a negarli a se stesso per timore di essere coinvolto e poi magari ferito nell'intimo. La seduzione comporta necessariamente l'inganno? A questo interrogativo ognuno può tentare di dare una risposta confrontandola con il finale del film.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 23 febbraio 2024
Valerio Caprara
Il Mattino

Il regista fiorentino classe 52 Vito Zagarrio conosce bene il mondo degli intellettuali, ma è una bella sorpresa accorgersi di come percepisce lucidamente e ironicamente l'entourage di riferimento nella nostra città. "Le seduzioni", trasposto dal romanzo di Lidia Ravera Le seduzioni d'inverno (edizioni Nottetempo) è in effetti una commedia stuzzicante, ma soprattutto un piacevole excursus in una Napoli [...] Vai alla recensione »

giovedì 22 febbraio 2024
Maurizio Porro
Il Corriere della Sera

Tratto dall'omonimo libro di Lidia Ravera, togliendo l'inverno dal titolo, Vito Zagarrio racconta la storia tragicomica di un editore napoletano col cuore in inverno, anaffettivo, per cui la seduzione rimane un fascinoso mistero a termine. Diviso da moglie e amante, sarà burlato da una finta colf che legge Perec e ascolta Bach. Una Napoli diversa, un po' quella della Signora amica di Patroni Griffi, [...] Vai alla recensione »

martedì 20 febbraio 2024
Matteo Marelli
Film TV

«Brutto» dice lui. «Che vuol dire brutto? Brutto non vuol dire niente» ribatte lei. «Personaggi piatti, scritto male, pieno di cliché... Il risultato è solo mediamente volgare». Lui è Stefano, detto "Freezer" per la dichiarata anaffettività, e fa l'editor. Lei Silvia "Opera prima", finta intellettuale ma vera cafona, al lavoro sul secondo romanzo. I due, secondo l'andazzo delle più retrive commedie [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
giovedì 8 febbraio 2024
 

Regia di Vito Zagarrio. Un film con Andrea Renzi, Amélie Daure, Marit Nissen, Iaia Forte, Antonella Stefanucci. Da giovedì 22 febbraio al cinema. Guarda il trailer »

SHOWTIME
    Oggi distribuito in 3 sale cinematografiche
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati