Emma.

Film 2020 | Commedia, Drammatico, +13 124 min.

Titolo originaleEmma.
Anno2020
GenereCommedia, Drammatico,
ProduzioneUSA
Durata124 minuti
Regia diAutumn de Wilde
AttoriAnya Taylor-Joy, Bill Nighy, Callum Turner, Mia Goth, Josh O'Connor, Chloe Pirrie Gemma Whelan, Rupert Graves, Miranda Hart, Johnny Flynn, Tanya Reynolds, Amber Anderson, Jill Buchanan, Kevin Daigneault.
TagDa vedere 2020
DistribuzioneUniversal Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,95 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Autumn de Wilde. Un film Da vedere 2020 con Anya Taylor-Joy, Bill Nighy, Callum Turner, Mia Goth, Josh O'Connor, Chloe Pirrie. Cast completo Titolo originale: Emma.. Genere Commedia, Drammatico, - USA, 2020, durata 124 minuti. distribuito da Universal Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,95 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Emma. tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Il film si basa sul romanzo omonimo di Jane Austen. Al Box Office Usa Emma. ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 10 milioni di dollari e 230 mila dollari nel primo weekend.

Emma. è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
2,95/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,90
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Trailer in italiano

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
L'universalità di Jane Austen viene omaggiata da un elogio femminista nelle parole e nei sentimenti.
Recensione di Roberto Manassero
lunedì 30 marzo 2020
Recensione di Roberto Manassero
lunedì 30 marzo 2020

Inghilterra, inizio '800. La giovane e benestante Emma, orfana di madre e figlia di un brontolone ipocondriaco, passa le giornate a spettegolare e organizzare la vita sentimentale delle persone a lei vicine. Legata a Mr. Knightley, fratello del marito di sua sorella Isabella, Emma cerca prima di arrangiare il matrimonio fra l'amica Harriet e il pastore del villaggio, poi cade in preda alla gelosia dopo l'arrivo della bella Jane, dotata di uno straordinario talento musicale. Tra dichiarazioni d'amore malriposte, inganni e sotterfugi, la vita di Emma procede operosa ma tranquilla, fino a quando l'evidenza dell'amore per Mr. Knightley costringerà entrambi a cedere l'uno all'altra.

Nuova trasposizione del classico di Jane Austen, trasformato in un elogio femminista della forza della parola e dei sentimenti, dietro la patina scintillante dei colori e dei costumi.

Nel ristretto numero di soluzioni a disposizione di un adattamento da Jane Austen, Emma. (con il punto nel titolo, come a ribadire l'intenzione di realizzarne una trasposizione definitiva), gioca innegabilmente bene le proprie carte. Regia, interpreti, ambienti, scenografie, costumi, dialoghi: nella trasposizione della fotografa e autrice di videoclip Autumn de Wilde, alla prima prova col cinema, tutto trasmette una artificiosità che accentua sia il carattere frivolo della protagonista, sia la caustica eleganza della scrittura di Jane Austen.

L'Inghilterra rurale d'inizio Ottocento è raffigurata come un mondo idilliaco dai colori pastello, ritmato dalle stagioni ma costretto nelle geometrie razionali di architetture, arredi, abbigliamenti, acconciature. Una società benestante ma spasmodicamente legata all'apparenza, all'espressione visiva e verbale del proprio privilegio, che si trasforma in una prigione di parole e oggetti.

L'incipit del film ricorre, riassumendolo un poco, alle parole del romanzo: «Emma Woodhouse, bella, intelligente e ricca, con una casa confortevole e un carattere allegro, sembrava riunire in sé il meglio che la vita può offrire, e aveva quasi raggiunto i ventun anni senza subire alcun dolore o grave dispiacere». Questa è la protagonista, a cui Anya Taylor-Joy offre la sua bellezza elfica: privilegiata, superba, manipolatrice. Da sempre, dietro la volontà di Emma di arrangiare il destino altrui si è visto un doppio della stessa scrittrice, capace di osservare e raccontare come nessun altro il mondo di cui faceva parte.

In scontato allineamento coi tempi, questa trasposizione tutta al femminile (la sceneggiatura è dell'esordiente Eleanor Catton) accentua proprio l'elemento più radicale del romanzo, vale a dire l'acquisizione da parte della donna di un potere di controllo sociale ancora più decisivo di quello potere economico e politico, riservato com'è noto al sesso maschile. Il film abbonda di battute proto-femministe riprese dal romanzo e appositamente ampliate. Ad esempio, a una battuta di Emma a proposito di Harriet durante un litigio con Mr. Knightley (il cantante e attore Johnny Flynn) - «Finché gli uomini non si innamoreranno di colti intelletti anziché di volti leggiadri, una ragazza graziosa come Harriet avrà la certezza di essere ammirata e ricercata» - si aggiunge una coda chiaramente posticcia: «Mi sbaglierei di molto se il tuo sesso, in generale, non trovasse queste qualità le più alte pretese che una donna possa possedere».

Al tempo stesso, laddove il romanzo è citato letteralmente, come quando Mr. Knightley dice di Emma che ella «non si sottometterà mai a cosa che richieda laboriosità e pazienza», viene eliminato nei dialoghi ciò che il film, confezionato con una cura che sfocia nella maniera, esprime a livello visivo. La «subordinazione della fantasia all'intelletto» di cui parla Mr. Knightley, nel film sta nelle geometrie della messinscena, nei colori combinati, nei costumi chiaramente contemporanei: è il modo scelto dalla regista per riprende l'ironia della Austen, la sua prosa elegante e la sottigliezza con cui analizza i conflitti fra le esigenze psicologiche dei personaggi. Dietro l'ordine si cela il caos, dietro la costrizione il sentimento che vincerà anche le resistenze di Emma.

Al cinema la parola rischia da sempre di essere di troppo e saturare le immagini - e questo avviene anche in Emma. Proprio quel punto compreso nel titolo, però, dà conto di un'operazione sulla scrittura della Austen che, omaggiandola e aggiornandola, ne ribadisce ancora una volta l'universalità.

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
L'ape regina si scopre improvvisamente debole.
Overview di Giorgio Crico
lunedì 23 dicembre 2019

Emma Woodhouse è una giovane donna inglese che vive agli inizi del 1800. Nella piccola cittadina in cui risiede, la ragazza è indiscutibilmente una sorta di ape regina incontrastata: bella, ricca e molto intelligente, Emma ama molto combinare amori e matrimoni all'interno della sua cerchia sociale come una sorta di moderno cupido in gonnella, senza però curarsi di ciò che può capitare alla sua vita sentimentale. Ovviamente, la sottovalutazione di questo aspetto della sua vita costringe la protagonista a trovarsi invischiata in una rete di giochi amorosi che non aveva alcun modo previsto, imbattendosi di continuo in equivoci e fraintendimenti.

Emma è diretto da Autumn de Wilde, nota fotografa di musica americana passata ora dietro la macchina da presa con il quarto adattamento per il grande schermo del famoso romanzo di Jane Austen.

Emma nasce come storia di una ragazza che ritiene di non aver bisogno di un lieto fine sentimentale per se stessa e che sceglie di non sposarsi finendo invece per soccombere all'innamoramento, consentendo così all'autrice di dimostrare che i suoi propositi erano più frutto dell'ardore giovanile e dell'inesperienza oltre che di giocare su una sequela di equivoci tipici da commedia.

Questa nuova versione - certamente ambientata nella sua epoca originale ma totalmente imbevuta di contemporaneità - si propone di trasporre per il pubblico contemporaneo una storia direttamente figlia del suo tempo e delle convenzioni & convinzioni di duecento anni fa attraverso il filtro di una regista esordiente ma profondamente radicata nei nostri giorni e dotata di un notevole afflato artistico.

Il cast vede la giovane attrice anglo-argentina Anya Taylor-Joy nel ruolo principale - quello di Emma, chiaramente - ed è già il suo undicesimo film nonostante abbia esordito sul grande schermo solo nel 2015, all'età di diciannove anni. Al suo fianco, c'è una solida squadra di attori e caratteristi britannici quali Johnny Flynn, Mia Goth, Miranda Hart, Josh O'Connor, Callum Turner e Rupert Graves, tra cui fa capolino anche l'espertissimo Bill Nighy, forse uno dei volti più ricorrenti in assoluto degli ultimi trent'anni di cinema inglese (e non solo).

EMMA.
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 3 aprile 2020
Andrea Chimento
Cineforum

Questione di adattamenti. Come trasporre un libro in un film è un tema ormai antichissimo ma sempre di enorme fascino, che torna di strettissima attualità grazie a due dei primi lungometraggi che hanno saltato il passaggio di distribuzione in sala a causa del coronavirus, arrivando direttamente su Chili: L'uomo invisibile di Leigh Whannell e Emma. di Autumn De Wilde.

martedì 31 marzo 2020
Luca Pacilio
Film TV

Emma, ricca e spensierata, si diletta a giocare con le vite altrui. Antipatica? Come poche. Amata da Jane Austen? Certo. Forse perché in quel manipolare destini e inventarsi il suo intorno si cela l'autoritratto di un'autrice che, muovendo pedine, stende l'affresco della condizione femminile del tempo. E Autumn De Wilde (formidabile fotografa e videomaker), in questo gioco di sovrapposizioni, occupa [...] Vai alla recensione »

lunedì 30 marzo 2020
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Nome di donna, ma con un punto alla fine. Il titolo è Emma., "un'eroina che non potrà piacere a nessuno, fuorché a me stessa", scriveva Jane Austen prima di dar vita al romanzo. L'accento è sulla protagonista, sul mondo chiuso che la circonda. In quel "." si condensano gli eccentrici perbenismi, i sorrisi forzati, l'etichetta che stravolge il sentimento.

venerdì 27 marzo 2020
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

L' inarrestabile ascesa dei nasi che sanguinano". E' un titolo del Guardian, pre epidemia ma neanche tanto. Non erano film di fantascienza, non erano film di pugilato, in questione erano storie d' amore. Gocciola il naso di Timothée Chalamet in "Chiamami col tuo nome" di Luca Guadagnino, durante un contrastato pranzo di famiglia. Gocciola il naso di Saoirse Ronan che ha appena fatto l' amore, in "Lady [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 marzo 2020
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Come ogni pellicola tratta dalle opere di Jane Austen, anche Emma svela un fascino del tutto particolare, tra dialoghi brillanti e personaggi interessanti. A partire dalla protagonista assoluta, Emma, esaltata dalla prova superba della talentuosa Anya Taylor-Joy, che emerge nella coralità di un cast ben orchestrato dalla regia di Autumn de Wilde. La giovane Emma prende sotto la sua ala l' ingenua miss [...] Vai alla recensione »

NEWS
POSTER
mercoledì 4 marzo 2020
 

Emma Woodhouse è una giovane donna inglese che vive agli inizi del 1800. Nella piccola cittadina in cui risiede, la ragazza è indiscutibilmente una sorta di ape regina incontrastata: bella, ricca e molto intelligente, Emma ama molto combinare amori e [...]

OVERVIEW
lunedì 23 dicembre 2019
Giorgio Crico

Dal romanzo omonimo di Jane Austen, l'esordio alla regia della fotografa di musica americana Autumn de Wilde. Prossimamente al cinema.

TRAILER
lunedì 16 dicembre 2019
 

Regia di Autumn de Wilde. Un film con Anya Taylor-Joy, Bill Nighy, Callum Turner, Mia Goth, Josh O'Connor. Prossimammmente al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
giovedì 21 novembre 2019
 

Regia di Autumn de Wilde. Un film con Anya Taylor-Joy, Bill Nighy, Callum Turner, Mia Goth, Josh O'Connor. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati