The Mountain

Film 2018 | Drammatico +13 106 min.

Anno2018
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata106 minuti
Regia diRick Alverson
AttoriTye Sheridan, Jeff Goldblum, Hannah Gross, Denis Lavant, Udo Kier, Annemarie Lawless Eleonore Hendricks, Margot Klein.
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Regia di Rick Alverson. Un film con Tye Sheridan, Jeff Goldblum, Hannah Gross, Denis Lavant, Udo Kier, Annemarie Lawless. Cast completo Genere Drammatico - USA, 2018, durata 106 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Condividi

Aggiungi The Mountain tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Le pratiche mediche dell'America anni '50.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Una non-storia dell'orrore, dalla qualità ipnotica e ammaliante che crea un'incantevole glassa nostalgica.
Recensione di Paola Casella
giovedì 30 agosto 2018
Recensione di Paola Casella
giovedì 30 agosto 2018

America, anni '50. Andy è figlio di un pattinatore artistico che ha consegnato sua moglie ad una clinica per malattie mentali, impedendo al figlio qualunque contatto successivo con la madre. Quando il padre muore, Wally Fiennes, uno dei medici che avevano curato la madre di Andy, si presenta a casa del ragazzo e lo invita a seguirlo come fotografo e tuttofare di ospedale in ospedale, in tutti i luoghi dove Fiennes pratica la sua cura "avveniristica" della malattia mentale: una combinazione di lobotomia ed elettroshock, praticati con strumenti rudimentali e una totale assenza di partecipazione emotiva.

A poco a poco Andy uscirà dalla propria apatia esistenziale per prendere coscienza della brutalità dei metodi 'scientifici' del dottore, mentre Fiennes, in parallelo, procederà verso un disfacimento psicofisico senza ritorno.

Rick Alverson, il regista-sceneggiatore che si è fatto conoscere nei circuiti indipendenti con i precedenti The Comedy e Entertainment, costruisce una narrazione rigidamente formale, imbrigliata in un 4:3 di soffocante bellezza e di agghiacciante immobilità. Ogni inquadratura è un incontro geometrico di linee rette che secano e delimitano lo spazio per incastonarvi i personaggi senza dar loro - o lo spettatore - alcuna via di fuga.

I colori sono i mezzi toni di una tavolozza smorzata, le luci disegnano sui corpi lo stesso riflesso livido da obitorio di certi quadri di Lucien Freud, e il commento musicale è allucinato e straniante. Ciò nonostante la messa in scena mantiene per tutta la durata del racconto una qualità ipnotica e ammaliante, creando un'incantevole glassa nostalgica.

Tye Sheridan, nei panni del giovane Andy, attraversa questo scenario in uno stato semi catatonico che anticipa le procedure depersonalizzanti del dottor Fiennes, e Jeff Goldblum è straordinario nel prestare la sua fisicità disarticolata alla graduale decomposizione di un uomo di scienza che sacrifica la propria umanità ad un'astratta idea di "progresso".

Quel che manca è una costruzione narrativa che corrisponda alla bellezza malata delle immagini: e se è vero che Alverson fa un tentativo cosciente di contrastare la forma seducente delle sue immagini con una non-storia dell'orrore, è anche vero che per lo spettatore la sua anoressia drammaturgica risulta penalizzante e pretenziosa. Se l'obiettivo del regista-sceneggiatore era spingere il pubblico a superare la propria passività per guardare oltre la superficie estetizzante, il risultato rischia di essere solo una reazione irritata e spazientita.

Sei d'accordo con Paola Casella?
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 31 agosto 2018
Cristina Piccino
Il Manifesto

America anni Cinquanta, quella patinata e «normata» del Make America Great Again. Non è però solo il «vintage» di una nostalgia per qualcosa mai conosciuto che ha fatto scegliere questa ambientazione a Rick Alverson per il suo The Mountain, secondo film americano in concorso. È che il periodo e la storia che il regista racconta sono come ormai spesso accade quando si guarda al passato proiettati sul [...] Vai alla recensione »

venerdì 31 agosto 2018
Emiliano Morreale
La Repubblica

The Mountain, opera prima dell'americano Alverson, è un caso curioso di film dalle grandi potenzialità completamente rovinato dall'autore stesso. Lo spunto iniziale è molto originale: negli anni 50 un dottore (Jeff Goldblum, splendido e sprecato anche lui) vaga per ospedali offrendo i propri servigi di specialista in lobotomie ed elettroshock: uno strano personaggio, metà rappresentante del potere [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati