La scelta impossibile

Film 2018 | Drammatico +13 64 min.

Titolo originaleLa scelta impossibile
Anno2018
GenereDrammatico
ProduzioneItalia
Durata64 minuti
Regia diSamuele Dalò
AttoriGiuseppe Di Giorgio, Nathalie Caldonazzo, Marco Di Stefano, Enzo Stasino, Manuela Malaga Lorenzo Marangon, Marco Savio, Tommaso Basili, Valentina Carrino, Ruben Mevoli, Cesare Biondolillo, Martina Calzavacca, Adriano Fumagalli.
Uscitagiovedì 26 luglio 2018
DistribuzioneMovie Planet Group
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,92 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Samuele Dalò. Un film con Giuseppe Di Giorgio, Nathalie Caldonazzo, Marco Di Stefano, Enzo Stasino, Manuela Malaga. Cast completo Titolo originale: La scelta impossibile. Genere Drammatico - Italia, 2018, durata 64 minuti. Uscita cinema giovedì 26 luglio 2018 distribuito da Movie Planet Group. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,92 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La scelta impossibile tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La vita di un ex mafioso che decide di affidarsi alla legge e diventare un collaboratore di giustizia. In Italia al Box Office La scelta impossibile ha incassato 1,7 mila euro .

Consigliato sì!
2,92/5
MYMOVIES 1,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,38
CONSIGLIATO SÌ
Un tema interessante svolto in modo pretenzioso e stereotipato: a mancare è il senso della misura.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 26 luglio 2018
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 26 luglio 2018

Amore, crisi, crimine, entusiasmi, tribolazioni, valori morali ed economici attendono il protagonista Ivan Coletta che, attraverso la sua scelta di collaborare con la giustizia, intende aiutare le forze dell'ordine a sgominare la sua ex banda di malavitosi.
Il tema di questo mediometraggio (la durata è di 64 minuti ma almeno 6 sono occupati dai titoli di coda) sulla carta si prospettava come interessante.

Trattare da una nuova angolazione il tema dei collaboratori di giustizia. Peccato però che per il regista e gli sceneggiatori (tra i quali l'attore protagonista) il tempo sembri essersi fermato.

Vedendo questo prodotto, che ha la durata di un episodio di una serie televisiva, si ha l'impressione che proprio serie come Romanzo criminale o Gomorra non siano mai state realizzate o comunque non abbiano lasciato traccia. Perché le descrizioni dell'ambiente malavitoso o della stessa polizia sono schematiche e stereotipate.

Ma questo sarebbe il difetto minore se non si accompagnasse alla pretesa di raccontare (e anche di far concludere nell'arco di tempo di cui sopra) situazioni e caratteri di personaggi che sarebbero sufficienti (se ben trattati) per sviluppare un'intera stagione di una serie. Oltre a Ivan Coletta e ai mafiosi che lo cercano per punirlo abbiamo la sua consorte costretta su sedia a rotelle, il fratello di lei che si è innamorato del cognato con cui condivide la messa sotto protezione e la prostituta di buon cuore. Almeno però questi personaggi sono legati dal fil rouge della presenza del protagonista. Invece, come se ciò non bastasse, abbiamo anche la vicenda del liceale orfano che spaccia a scuola. C'è tanto. Troppo. Quello che manca è il senso della misura.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 10 agosto 2018
Enrico

Ho pianto, mi sono commosso. Tutte le storie hanno avuto un percorso difficile e alla fine hanno trovato la loro giusta collocazione. Lo definirei un film ad effetto Boomerang: ciò che semini nella tua vita sarà il frutto che alla fine raccoglierai! Ho trovato particolarmente utile per i giovani il messaggio che arriva attraverso la storia del ragazzo che spaccia facendo circolare la [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 agosto 2018
Roberto

Un film innovativo, diverso dal solito, con uno stile unico. Tanti temi delicati come giustizia, amore, famiglia, disabilità, sanità, istituzione scolastica e prostituzione, collegati nel migliore dei modi alla storia del protagonista Ivan Coletta, interpretato ottimamente da Giuseppe Di Giorgio. Un cast di attori di alto livello che costringe lo spettatore a non distrarsi.

mercoledì 1 agosto 2018
Mary

Il film scorre bene e con un buon ritmo narrativo, costruendo un quadro finale dove tutti i tasselli trovano un proprio posto, significante ma non scontato, con sorpresa finale: da un soggetto di questo genere ci si aspetta infatti una chiave di lettura negativa, tragica e senza riscatto. Invece qui, inaspettatamente, il riscatto c'è. Ma solo per chi sa riconoscere e cogliere la sua "seconda [...] Vai alla recensione »

domenica 22 luglio 2018
Miry92

Visto in anteprima. Un bel film, pieno di azioni sentimentali con dei messaggi diretti e con un valore sociale rilevante. Complimenti.

giovedì 13 settembre 2018
Erika

Una storia bellissima ambientata in una Pavia tutta da scoprire. Temi così forti come la mafia messi in un ambiente irreale con coraggio e maestria. Sono rimasta davvero colpita dall'interpretazione di tutti gli attori. Non mi aspettavo sinceramente un film così bello. Top.

giovedì 9 agosto 2018
Patrizia69

Un film che può durare all'infinito perché le scene non si chiudono mai e lasciano aperti tutti gli scenari. Se la scelta è quella di farne una serie penso che gli autori siano sulla strada giusta perché ci troviamo di fronte ad un film interessante, piacevole e particolarmente intenso. Seppur la sua durata é di circa 1 ora questo prodotto ha il suo perché: Una storia fluida, una fotografia buona, [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 agosto 2018
Maria77

Un film che in 1 ora riesce a racchiudere temi importanti, attuali e spesso scomodi alla nostra società collegandoli ad hoc alla storia del protagonista che decide di redimersi e collaborarare con la giustizia. Il fatto di essersi distinto dalle famose serie Gomorra, Suburra e Romanzo Criminale ha giovato molto a favore di questo film perché è riesciuto a trasmettermi, soprattutto [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 agosto 2018
Ismini

Il film è molto interessante, le riprese sono state realizzate ad hoc e sono stati trattati temi molto attuali (mafia, prostituzione, omosessualità). Non è il solito film che si guarda con leggerezza, sapendo già come andrà a finire: qui lo spettatore è invitato a riflettere fino alla fine sulle varie scene viste e frasi dette, al fine di ricostruire tutta [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 agosto 2018
Desy

Visto il 31 luglio a San Giuliano milanese,film che consiglio se ci sarà un sequel lo andrò a vedere.

mercoledì 1 agosto 2018
Karolina

Il film è molto bello, mi hanno stupito i messaggi trasmessi, sono molto forti e riguardano la realtà di oggi. Molto emozionatnte la storia del ragazzo che spaccia, una situazione familiare delicata e toccante. Bravo il giovane Ruben e strepitosa sua sorella, interpretata da Valentina Carrino, perché trasmette emozioni vere. Musiche bellissime che accompagnano le scene salienti.

Frasi
- Uagliò, uccidere non è un gioco, si fa solo per necessità.
Una frase di Il boss (Enzo Stasino)
dal film La scelta impossibile - a cura di MYmovies.it
RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati