Go With Me

Film 2015 | Thriller +13 90 min.

Titolo originaleBlackway
Anno2015
GenereThriller
ProduzioneUSA, Canada, Svezia
Durata90 minuti
Regia diDaniel Alfredson
AttoriAnthony Hopkins, Julia Stiles, Ray Liotta, Alexander Ludwig, Lochlyn Munro, Hal Holbrook Steve Bacic, Aleks Paunovic, Chris Gauthier, Aaron Pearl, Audrey Smallman, Glenn Beck.
Uscitagiovedì 13 ottobre 2016
TagDa vedere 2015
DistribuzioneMicrocinema
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,93 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Daniel Alfredson. Un film Da vedere 2015 con Anthony Hopkins, Julia Stiles, Ray Liotta, Alexander Ludwig, Lochlyn Munro, Hal Holbrook. Cast completo Titolo originale: Blackway. Genere Thriller - USA, Canada, Svezia, 2015, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 13 ottobre 2016 distribuito da Microcinema. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,93 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Go With Me tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Presentato Fuori Concorso alla 72. Mostra del Cinema di Venezia, il film è interpretato da Anthony Hopkins nei panni di un ex taglialegna a caccia di giustizia. In Italia al Box Office Go With Me ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 206 mila euro e 89,5 mila euro nel primo weekend.

Go With Me è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,93/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,78
CONSIGLIATO SÌ
Un vero western autunnale, disperato ma dalla morale di ferro in un mondo infame.
Recensione di Gabriele Niola
venerdì 11 settembre 2015
Recensione di Gabriele Niola
venerdì 11 settembre 2015

In un paese in cui nessuno sembra intenzionato a ergersi contro Blackway, "l'uomo più pericoloso in zona", un terzetto di outsider decide di partire alla vendetta. Una donna con le spalle al muro, terrorizzata dalle minacce e dallo stalking di Blackway, tocca il fondo quando questo criminale ex vice sceriffo le decapita il gatto ma si scontra contro il muro di gomma della polizia che non intende agire e le suggerisce anzi di essere lei ad andarsene. Anche il consiglio dei saggi del paese riuniti in una terribile segheria sembra non volerla aiutare, nessuno tranne un vecchio, dotato di sue motivazioni, e un ragazzo scemo che si accompagna a lui. Contro i consigli pavidi di tutti e le minacce velate della comunità indiana di questo paese di provincia sul confine tra Stati Uniti e Canada, i tre dovranno trovare Blackway, il temuto e pericoloso mafioso, killer e maniaco, farlo ragionare (improbabile) o farlo fuori (molto più probabile).
Quello che Daniel Alfredson realizza con il suo primo film americano dopo aver terminato la trilogia (svedese) di Millennium al cinema e poi in tv, è a tutti gli effetti un western sommesso, un film ambientato oggi che riprende in pieno l'etica e la morale secca delle opere di Budd Boetticher. Due uomini e una donna la cui caratteristica fondamentale è la dirittura morale che decidono di mantenere un principio e di mettersi dalla parte giusta (alcuni per la prima volta in vita loro), di fronte ad una missione e ad una minaccia della quale nessun altro vuole saperne. C'è in buona sostanza quel connubio tra indifferenza della collettività e presa di coscienza di un pugno di individui a fare da base per questo film rapido e secco, che non ha preliminari nè code ma è concentrato nella missione dei tre.
Come nei migliori western non intellettuali ci sono poche parole e molti fatti ed è il muoversi in una terra di nessuno che pare non appartenere agli uomini ed essergli indifferente che fornisce il giusto quantitativo di epica autunnale. Inoltre è proprio la presenza di una donna che non ha tratti mascolini ma una determinazione femminile unita alla fibra morale necessaria a non abbassare la testa ed è proprio la sensanzione che la violenza sia necessaria perchè apparteniene più ai luoghi che agli uomini che la abitano, a connotare Go with me come un piccolo gioiello. Nell'understatement con cui Alfredson dirige questa pellicola, in grado di contagiare anche un gigione come Anthony Hopkins, c'è la misura della grandezza di questa piccola storia di resistenza umana alla meschinità di un mondo fotografato solo con toni di blu, grigio e traboccante di pioggia, neve e fango.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
GO WITH ME
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99 €17,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 17 ottobre 2016
Eugenio

Anthony Hopkins e Ray Liotta ovvero Il silenzio degli innocenti e Quei bravi ragazzi per citare due famosi film, sono i protagonisti dell’ultimo thriller diretto da Daniel Alfredson della trilogia Millennium. Forse qualcosa di svedese nel colore grigio del paesaggio e nel pallido volto della protagonista, Lilian, c’è. Un foresta, una segheria, un ambiente glaciale, chiuso, dove [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 gennaio 2017
rampante

Un western particolare con tre insoliti personaggi  il bello, il buono e il cattivo convinti che la giustizia o te la fai da solo oppure vieni schiacciato dal più forte. Una donna torna a vivere nella sua città natale in una casa ai margini di una foresta della Pacific Worth West La ragazza viene perseguitata da un ex poliziotto ora potente criminale; spacciatore, molestatore [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 ottobre 2016
Alex62

È lecito, quando un colpevole, Blackway (Ray Liotta in grande spolvero!) si erge sovrano sopra tutte le regole e la Legge, impunito, intoccabile, farsi giustizia con le proprie mani?! In una specie di “sfida all'OK Corral” dove i numeri e le probabilità sono tutte a sfavore, i tre protagonisti di questo piccolo, sublime racconto vanno alla ricerca di una nuova opportunit&agrav [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 ottobre 2016
Maurizio.Meres

Siamo nell'estremo nord degli Stati Uniti ai confini del Canada,in questi luoghi la legge non c'è,ognuno può farsela da solo,o se preferisce ignorare tutto e tutti,la gente non conosce alternative al di fuori del lavoro e del bere nei locali,sembra che ci sia solo un lavoro i taglia legna,tra leggende raccontate dagli anziani e tanta noia in un ambiente quasi ostile,il tempo trascorre inesorabilmente. Ma [...] Vai alla recensione »

sabato 28 ottobre 2017
elgatoloco

Interessante, questo"Blackway"(noto anche come"Go with me"dal titolo del libro da cui è tratto)dove Daniel Alfredson, regista svedese, già famoso per film made in North Europe, riesce a trasporsi nel non meno freddo interstizio tra USA e Canada, con atmosfere fosche, "dark"e a tratti "gotiche"senza che, peraltro, nel film vi sia il minimo accenno(palese, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 ottobre 2016
Tino79

Questo è senza dubbio uno dei film più brutti che abbia mai visto. Manca di ritmo, di introspezione psicologica e di tensione. Che per un thriller sarebbero caratteristiche indispensabili... I dialoghi sono imbarazzanti e quasi surreali, la trama è inconsistente e gli attori davvero poco espressivi. Hopkins..ma perché??? Davvero non riesco a condividere l'entusiasmo delle recensioni positive.

martedì 20 febbraio 2018
Ennio

Il film si apprezza per i paesaggi, e per l'ambientazione in un'America rurale, montanara, lontana dal caos metropolitano. Per il resto, è un thriller/azione molto piatto, senza particolari idee, anche dialoghi e sceneggiatura sono piuttosto banali. Uno di quei film che fa pensare alla necessità di "far lavorare" attori famosi e in età da pensione come [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 ottobre 2016
Begoloz

Film lentissimo e noioso , poche scene di azione e trama banalissima.film che non doveva neanche passare nelle sale.mi sembrava di vedere quei gialli del sabato sera di rai2 con poco budget. Non basta un buon cast per il film più  brutto dell' anno.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Le vie del western sono infinite, se contano le sfumature, poche se pensiamo ai fondamentali. Questa è un'avventura classica reinventata in atmosfera nordica (boschi, brume, segherie), tempo attuale (lerci pick-up invece dei cavalli), con perdenti capaci di riscatto: un ragazzone balbuziente e un vecchio (Hopkins misterioso e impavido) aiutano una ragazza offesa contro Blackway (Ray Liotta), boss della [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Una ragazzona dalla faccia antipatica (Julia Stiles), un vecchio stordito (Anthony Hopkins) e un gigantesco giovanotto leggermente ritardato (Alexander Ludwig) si addentrano nei boschi nordamericani della Pacific Northwest per dare la caccia a un uomo che più cattivo non si può: Blackway (Ray Liotta), poliziotto locale, in realtà spacciatore, molestatore e boss dietro una ramificata tratta delle bianche. S [...] Vai alla recensione »

Maurizio Acerbi
Il Giornale

Una donna torna a vivere nella sua città natale, in una casa ai margini del bosco. Viene, però, perseguitata da un ex poliziotto, ora potente criminale. Serve vendetta, chiedendo aiuto ad una improbabile coppia di giustizieri: un anziano boscaiolo (Hopkins) e lo scemo del villaggio. Un thriller che, nelle intenzioni, viene servito come un moderno western.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati