Avatar

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Avatar   Dvd Avatar   Blu-Ray Avatar  
Un film di James Cameron. Con Sam Worthington, Zoe Saldana, Sigourney Weaver, Stephen Lang, Michelle Rodriguez.
continua»
Fantascienza, Ratings: Kids+13, durata 162 min. - USA, Gran Bretagna 2009. - 20th Century Fox uscita venerdì 15 gennaio 2010. MYMONETRO Avatar * * * 1/2 - valutazione media: 3,85 su 894 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Un film microscopico Valutazione 3 stelle su cinque

di il Brandani


Feedback: 1142 | altri commenti e recensioni di il Brandani
domenica 26 dicembre 2010

“Benvenuti su Pandora, l’aria è pulita, la natura è ricca ed è tutto meraviglioso e magico come alle origini era il nostro sciagurato pianeta. I passeggeri sono pregati di rimanere seduti finché l’atterraggio non sarà effettuato”.
Si potrebbe dire che è con questa linea guida che James Cameron ci presenta il suo pianeta, popolato da creature fantastiche e da strani alieni blu simili agli umani. Pare di assistere a un’età della pietra extraterrestre: i Na’vi rappresentano la forma aliena civilizzata primordiale, l’uomo rousseauiano prima delle origini della disuguaglianza; essi sono quindi la razza aliena dominante, organizzati in tribù e possiedono una cultura e un culto propri, mentre il resto del pianeta è abitato da creature selvagge, animalesche, la maggior parte feroci e pericolose. Ciò che caratterizza maggiormente la condizione di vita dei nativi è la loro profonda e totale simbiosi con la propria terra, seguendo il panteistico disegno che il mondo sia “un enorme organismo vivente di cui tutti fanno parte”. Ovviamente tutto ciò non va giù nemmeno di striscio all’uomo, oltremodo “civilizzato” al punto di essere talmente schiavo delle proprie tecnologie da non esitare a dichiarare guerra per perseguire i propri meri interessi economici, nel film rappresentati dalla conquista dell’unobtanium, un cristallo ferroso superconduttore del quale il maggior giacimento si trova (ma guarda un po’) nel sottosuolo del grande albero casa dei Na’vi. Occorre però agire d’astuzia e quindi gli uomini mandano sul pianeta un militare che ha il compito di spiare il popolo alieno per carpirne i segreti. Ma il nostro baldo giovane rimarrà fedele alla sua razza?
E’ il caso di dirlo: dal punto di vista tecnico e grafico, Avatar è un film impeccabile. Mitragliate di effetti speciali con una cura sbalorditiva nei dettagli, arricchita da un uso (questa volta) efficace del 3D. Il movimento dei corpi è fluido, i tratti espressivi del viso degli alieni incredibilmente realistici, le scene d’azione ben dirette e sbalorditive, in particolare le sequenze di volo sulle creature alate. Una vera e propria libidine per gli occhi, talmente coinvolgente da portare Steven Spielberg a considerarlo “Il più suggestivo e sorprendente film di fantascienza dai tempi di Guerre Stellari”.
Ma ora veniamo al film. Sì, perché a mio parere il giudizio di un film non si può basare solo sulla “suggestione da effetto speciale”. Perché di questo si tratta. E’ questo che, a mio parere, ha spinto pubblico e critici a dare un punteggio troppo elevato ad una pellicola che a parte gli effetti speciali di speciale non ha veramente nulla. La trama è di una banalità imbarazzante oltre che essere un enorme collage tra Pocahontas (film d’animazione Disney del 1995), Balla Coi Lupi (film di Kevin Costner del 1990) e Fern Gully (film d’animazione di Bill Kroyer del 1992).
Scontato e convenzionale, personaggi piatti e stereotipati, situazioni prevedibili e canoniche, insomma, per dirlo con le parole di Duncan Jones: “A che punto del film avete avuto qualche dubbio su cosa sarebbe successo subito dopo?” La vera potenza di Avatar non consiste nel riuscire ad ammaliare lo spettatore, l’effetto che produce è una vera e propria ipnosi. Sfido chiunque a non ammettere di essere uscito dalla sala estasiato dalla bellezza onirica delle immagini, delle quali la retina è stata preda per ben 2 ore e 40 minuti. Ci siamo messi gli occhialetti e per quel lasso di tempo siamo evasi dalla realtà, letteralmente immersi in un mondo fatto di luci, colori, suoni, musica e fantasia. Sono pronto a scommettere che la maggior parte della gente ne ha parlato bene con i propri amici per il resto della giornata e per i giorni successivi, ma è solo un momento. Solo successivamente, a mente fredda, ci si accorge delle mancanze che ha. A mio parere le recensioni ultrapositive che ho letto a riguardo sono scaturite da menti che al momento della stesura erano ancora calde. Tra le tante mi è capitato di leggerne una che comparava la meticolosità di Cameron per i dettagli di Pandora alle riprese che Terrence Malick riserva ai paesaggi e alla natura.
Per cortesia, non spariamola grossa, anzi, non spariamola enorme!
C’è una bella differenza tra l’introspezione filosofica di un personaggio attraverso il proprio ritorno alle origini, al brodo primordiale, e quindi attraverso il proprio dialogo con la natura e il cinema virtuale di un regista che vuole solo far vedere quanto è bravo nel campo degli effetti speciali. In sintesi, non basta soffermarsi a lungo su un paesaggio per creare un rimando al cinema (o meglio all’anticinema) di Malick, soprattutto poi se si ha a che fare con un paesaggio creato in computer graphic. Anche perché, se questa analogia fosse vera, allora anche il primo capitolo della trilogia de Il Signore Degli Anelli di Peter Jackson rientrerebbe a pieno titolo in questo paragone e non vedo cosa possa avere in comune quest’ultimo con La Sottile Linea Rossa o The New World.
Del tutto sterile poi, la grande innovazione, secondo alcuni, di aver introdotto in un film di fantascienza tematiche sociali e politiche in perfetta relazione con la situazione attuale del mondo: l’invasione e la guerra degli umani su Pandora per l’unobtanium è un chiaro riferimento alla guerra in Iraq. Chi ci vede un film politico, intriso di propaganda e retorica farebbe meglio a placare il proprio animo. E’ indubbio il tentativo di Cameron di far trasparire un messaggio ma è altrettanto esagerata la reazione di tante personalità di sinistra nel considerare il film più pieno di significato di quanto in realtà non lo sia. Esemplare fu al riguardo il commento di Michael Moore: “Andate a vederlo, è un film brillante, per i nostri tempi”. C’è da chiedersi quale sarebbe stato il suo commento se nel film non ci fosse stata la frecciatina all’imperialismo americano. La verità è che in Avatar il tentativo di fare un film di fantascienza “al passo coi tempi” soccombe dinnanzi alla straordinaria tecnica con cui è stato fatto, perché come disse giustamente il giornalista Russell D. Moore: “Se tu riesci a far alzare una sala piena di gente nel Kentucky (stato fortemente repubblicano, n.d.r.) e a farle applaudire la sconfitta del loro paese in guerra, allora devi avere degli effetti speciali straordinari”.
In conclusione, Avatar è un film microscopico e non macroscopico.
Ciononostante non mi sento di sconsigliarlo assolutamente, anzi, sono stati gli 8 euro per un film in 3D meglio spesi della mia vita, per ora.

[+] lascia un commento a il brandani »
Sei d'accordo con la recensione di il Brandani?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
44%
No
56%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di il Brandani:

Avatar | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | joker79
  2° | doja87
  3° | luca alvino
  4° | davide_chiappetta
  5° | piero favento
  6° | raffaella
  7° | 4ng3l
  8° | sherpadrum
  9° | danny86
10° | gadoraid
11° | slowfilm.splinder.com
12° | the lady on the hot tin roof
13° | doner
14° | sweet_dreamer87
15° | baross
16° | grumpy
17° | kronos
18° | gropius
19° | linus2k
20° | laurence316
21° | madmax86
22° | weach
23° | edoframe
24° | giorpost
25° | paopon
26° | the man of steel
27° | the man of steel
28° | mr manatthan
29° | alex delarge 97
30° | think
31° | ilpredicatore
32° | weach
33° | bluenick
34° | sammy
35° | paride86
36° | marvelman
37° | ferdinando
38° | mystic
39° | dejan t.
40° | xxx
41° | evilnightmare 90
42° | grindhouse
43° | alespiri
44° | dandy
45° | superpicche
46° | giu/da(g)
47° | great steven
48° | andyflash77
49° | l''uomodellasala
50° | lucadrago
51° | zero99
52° | aristoteles
53° | aristoteles
54° | gennaro
55° | sellerone
56° | lucascialo
57° | poggi
58° | renato c.
59° | jacopo b98
60° | fabal
61° | sawclaudio
62° | paolopettinato
63° | monnnyticia
64° | il cinefilo
65° | ryan.gamer
66° | saix91
67° | alespiri
68° | giacomo j.k.
69° | liuk©
70° | il brandani
71° | brunus10480
72° | stefander
73° | magikshot
74° | claudus
75° | rex tremendae
76° | pinknapkins
77° | marvelman
78° | vales.
79° | levo95
80° | bras0la
81° | kevin costner
82° | egomaster
83° | massimiliano di fede
84° | stefanoj
85° | cosimuzzo
Premio Oscar (13)
Nastri d'Argento (2)
Golden Globes (8)
David di Donatello (1)
BAFTA (26)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 13 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 100 | 101 | 102 | 103 | 104 | 105 | 106 | 107 | 108 | 109 | 110 | 111 | 112 | 113 | 114 | 115 | 116 | 117 | 118 | 119 | 120 | 121 | 122 | 123 | 124 | 125 | 126 | 127 | 128 | 129 | 130 | 131 | 132 | 133 | 134 | 135 | 136 | 137 | 138 | 139 | 140 | 141 | 142 | 143 | 144 | 145 | 146 | 147 | 148 | 149 | 150 | 151 | 152 | 153 | 154 | 155 | 156 | 157 | 158 | 159 | 160 | 161 | 162 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità