La battaglia dei tre regni

Film 2008 | Azione 148 min.

Regia di John Woo. Un film Da vedere 2008 con Tony Leung, Takeshi Kaneshiro, Zhang Fengyi, Chen Chang, Wei Zhao, Jun Hu. Cast completo Titolo originale: Chi bi. Genere Azione - Cina, 2008, durata 148 minuti. Uscita cinema venerdì 23 ottobre 2009 distribuito da Eagle Pictures. - MYmonetro 3,71 su 64 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La battaglia dei tre regni tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Gli stati rivali di Shu e Wu si alleano per resistere all'attacco del generale Cao Cao, che vorebbe annetterli al regno di Wei. Otterranno una piccola vittoria, ma faranno infuriare Cao Cao. In Italia al Box Office La battaglia dei tre regni ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 1,3 milioni di euro e 506 mila euro nel primo weekend.

Passaggio in TV
sabato 26 maggio 2018 ore 13,15 su RAI4

La battaglia dei tre regni è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
3,71/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,30
PUBBLICO 3,41
CONSIGLIATO SÌ
John Woo torna a casa e gira un epico kolossal sulla battaglia di Red Cliff, come un amore unico per il dettaglio.
Recensione di Emanuele Sacchi
giovedì 1 ottobre 2009
Recensione di Emanuele Sacchi
giovedì 1 ottobre 2009

III secolo d.C.: il primo ministro Cao Cao muove guerra ai regni del sud della Cina per annetterli all'Impero: questi dovranno unire le loro forze per resistere all'invasore. Sembra che John Woo se ne sia stato assiso su un trono ad osservare una sequela di colleghi (Zhang Yimou, Chen Kaige, Ang Lee, Feng Xiaogang, Ching Siu-tung) che si cimentavano con wu xia pian sempre più imponenti e spettacolari prima di scendere in campo e rimettere ordine nelle gerarchie.
Woo torna a casa, dopo le luci e le ombre di una lunga trasferta hollywoodiana - che in fondo di film davvero destinato a restare, all'altezza dei suoi migliori, ci ha regalato solo Face Off - e lo fa da leader indiscusso.
Il romanzo dei tre regni è uno dei testi fondamentali dell'epos cinese e Woo lo affronta senza badare a spese - ottanta milioni di dollari fanno del film la produzione più costosa della storia del cinema cinese - e cercando di convogliare nel kolossal tutte le sfaccettature di uno stile peculiare, a volte discusso, ma senza dubbio unico. L'edizione internazionale è molto più corta di quella di quasi quattro ore uscita in Cina, ma i pur abbondanti tagli non snaturano il senso profondo dell'opera.
Storia di (super)uomini, di amicizie virili che nascono e si consolidano in breve tempo, eccessi affrontati senza alcun timore (lo zoom per evidenziare i timori dell'Imperatore), i consueti omaggi a Sergio Leone - fino alla goccia d'acqua che indica la direzione del vento - e a John Ford. Ma soprattutto coreografie action (supportate dalla perizia di Corey Yuen) in cui far emergere il dinamismo boccioniano degli eroi e scene di battaglia girate con una perizia e un amore per il dettaglio come non se ne vedevano dal Bondarciuk di Waterloo.
Testuggini da De bello gallico, specchi ustori memori di Archimede, assalti navali degni della flotta ateniese che imbriglia l'Impero di Serse: ovvero il John Woo che da sempre ama iniettare elementi dell'Occidente in un corpus che rimane, e non potrebbe essere altrimenti, figlio dell'Oriente. L'interpretazione dei quattro elementi fondamentali e della loro mutevole natura - uno dei topoi wu xia per antonomasia, da King Hu in poi - gioca un ruolo chiave nell'esito della battaglia, sancendo il trionfo dell'umanità capace di convivere con il mondo circostante e la sua bellezza sulla macchina mortifera del potere e della sopraffazione. E se gli effetti digitali non sempre sono all'altezza, è il fattore umano a colmare ogni lacuna. Anche in virtù di un casting all stars capace di rimettere fianco a fianco Takeshi Kaneshiro e Tony Leung, i due poliziotti innamorati di Hong Kong Express, rispettivamente nella parte dello stratega Zhuge Liang e del vicerè Zhou Yu.
Micidiali in guerra, ma che ad essa ricorrono solo per preservare i piaceri della vita, dell'amore, dell'arte e della natura dalla tirannia violenta dell'usurpatore Cao Cao; uomini che parlano per mezzo della musica o che leggono il futuro nelle nuvole, che combattono ma che pensano solo alla fine della guerra. Si vis pacem para bellum, ancora una volta.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?

Siamo nel 208 A.C. In Cina. Gli stati rivali di Shu e Wu formano un'alleanza contro il loro nemico comune, il malvagio e ambizioso generale Cao Cao del regno di Wei, ma sono seriamente in inferiorità numerica dalla sua grane armata formata da un milione di soldati. Ma con la carismatica guida del generale Zhou Yu, la perfetta strategia dello studioso Zhuge Liang e il supporto dell'imperatore Sun Quan, riescono a ottenere una piccola vittoria. Mentre il generale Cao Cao prende in giro l'evento come se non fosse accaduto niente di grave, la sua furia aumenta a dismisura.

LA BATTAGLIA DEI TRE REGNI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 28 dicembre 2017
laurence316

John Woo ritorna in patria e, ispirandosi ad uno dei Quattro grandi romanzi classici della letteratura cinese, Il romanzo dei tre regni (XIV secolo), concernente una celebre battaglia combattuta nel III secolo d.C., notissima in Asia come in Europa può esserlo quella delle Termopili, realizza il suo mi­glior film dai tempi di Face/Off. Un kolossal ma­stodontico, epico e imponente [...] Vai alla recensione »

venerdì 30 luglio 2010
Dave Gore

John Woo (Face Off, Windtalkers) lascia momentaneamente il suo regno Hollywoodiano per tornare in madre patria Cina a dirigere il suo lavoro più studiato, voluto e probabilmente il migliore. Dopo anni in cui lo spettatore medio viene sommerso da pellicole epico-storiche a dir poco mediocri a livello stilistico e contenutistico (“Troy”, “Alexander”, “300”, [...] Vai alla recensione »

sabato 7 novembre 2009
supermaghe

Il racconto di un'epica guerra che segnò il futuro dell'immensa e lontana Cina. Come è normale che sia per un racconto epico, la narrazione non si limita alla cronaca ma la arricchisce di sentimenti e, perchè no, di quegli eccessi che trasformano i condottieri in eroi e la storia in leggenda. John Woo ci mostra una realtà per molti sconosciuta: una Cina culturalmente e temporalmente lontana, ma governata [...] Vai alla recensione »

lunedì 2 novembre 2009
Ivan Nisi

Il regista John Woo ha voluto presentare quella che per i cinesi ancora oggi rappresenta una delle battaglie più famose e ricordate della storia: l'esempio dell'eroismo e fratellanza di pochi contro un avversario decisamente superiore. Non a caso alcuni dei personaggi protagonisti (realmente esistiti) sono entrati a far parte del pantheon di divinità e santi della tradizione cinese, considerati sia [...] Vai alla recensione »

domenica 5 settembre 2010
davidestanzione

Il maestro torna a casa. E lo fa in grande stile, realizzando il film (più sentito) della sua carriera, un autentico, sovrumano ritorno alle proprie origini epiche, alle radici della Cina imperiale storico-mitografica (con squarci d’ambiente accoratamente trasfigurati attraverso suggestive, calde dissolvenze), un paese dall’anima pragmaticamente riconoscibile eppur inafferabilmente evanescente per [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 agosto 2012
andyflash77

John Woo si ispira al poema epico “Le Cronache dei tre regni” di Luo Guanzhong,scritto nel XIV secolo,che racconta lo scontro sulle Scogliere Rosse del fiume Yangtze avvenuto nel 208 dC tra i due regni coalizzati di Wu,della Cina del sud e Xu,situato nel territorio occidentale,contro l’immensa armata dell’imperatore Han Xiandi,al comando del Primo Ministro Cao Cao,ambizioso [...] Vai alla recensione »

mercoledì 4 novembre 2009
slowfilm.blog

Il film è tratto dal Romanzo dei Tre Regni, scritto nel XIV secolo, che racconta la guerra del III secolo fra il regno di Wei del nord e l’alleanza fra Wu e Shu, potenze del sud coalizzatesi per fronteggiare il progetto d’unificazione della Cina sotto un unico imperatore. In una scena di Mezzogiorno e mezzo di Fuoco Mongo, dopo aver parcheggiato il suo bue in sosta vietata, stende con un pugno il [...] Vai alla recensione »

sabato 7 novembre 2009
glori.m

Ciao! Sono una studentessa di Lingue Orientali quindi esprimo il mio giudizio con un minimo di cognizione di causa. Ho trovato il film giustamente romanzato. dato che in pochissimi conoscono la storia cinese, questo era l'unico modo per rendere appassionante una vicenda che in pochi conoscono. Lodevole è il palcoscenico di presentazione de "l'arte della guerra" e meravigliose sono le citazioni trattevi. [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 ottobre 2009
Garanaldo

Andare al cinema per vedere un film castrato? Ridurre della metà l'opera costosa e visionaria di un regista? Giammai. Per quanto mi riguarda (non che interessi gli altri,me ne rendo conto) NON AVRANNO I MIEI SOLDI. Attendero' con pazienza una versione DVD se uscirà in italiano. O mi accontentero' di sottotitoli in inglese,piuttosto di assistere allo scempio che da troppo tempo si commette ai danni [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 gennaio 2010
ultimoboyscout

Non mi ha fatto particolarmente impazzire, anche perchè i film orientali mi restano indigesti. Ma in particolare ho apprezzato le tante scene di guerra. Molto belli i duelli corpo a corpo, belli gli schieramenti degli eserciti, sottolineati da sapienti inquadrature panoramiche. Sorprendenti le strategie e i tranelli, con cui gli eserciti alleati, in minor numero rispetto al nemico, lo fronteggiano. [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 agosto 2011
ruggero

Finalmente un colossal come si deve!Le stupide trovate di Troy,Alexander,300 etc sono morte con i film cinesi o giapponesi (Ran,Kaghemusha,Red Cliff etc)!!L'ingenuità dei registi USA cede il passo all'epicità,al romanticismo e alla passione dei registi orientali!Addio Hollywood e alle banalità!

lunedì 4 ottobre 2010
Nalipa

Nel 208 dopo Cristo il primo ministro Cao Cao convince il suo imperatore a una guerra per la conquista del regno occidentale di Xu. A questi si allea il regno meridionale di Wu. Perosonaggi eroici. Film denso di significati. Pare che la versione uscita nelle sale non sia quella integrale, sarebbe interessante vedere tutta l'opera di Woo.

mercoledì 28 ottobre 2009
laura13

Noioso, battaglie infinite da sbadiglio, nessuna suspence, l'unica nota positiva i costumi e le scenografie. john woo, che ho adorato alla regia di face/off, e nome in codice broken arrow, tutti film di rispetto, con ogni ingrediente al posto giusto, mi ha decisamente deluso. il mio consiglio è di non andarlo a vedere. ciao

domenica 25 ottobre 2009
PatrickBateman47

La prima cosa che voglio dire che questo film non è un capolavoro,John Woo ci da dimostrazione che a passare troppi anni in occidente gli ha fatto dimenticare completamente le sue origini e tradizioni,a differenza di Ronny Yu,John Woo non si riscatta regalandoci un film appena corretto con interessanti ed originali scene d'azione ma che per il resto il film risulta vuoto,carico di stereotipi orientali [...] Vai alla recensione »

martedì 1 dicembre 2009
abba.10

Un bellissimo film di guerra di una volta dove la strategia il cuore e il sapere combattere facevano ancora la differenza

sabato 31 ottobre 2009
lorix

Ho guardato questo film perchè fan del videogioco Dinasty Warriors, che prende proprio spunto dalla guerra fra i 3 regni di Wu, Shu e Wei; è stato molto interessante vedere quelle battaglie ricreate in un film, dato che sono anche rese in ottima maniera. La trama è quella che è, perchè la storia è quella che è, non ci si poteva inventare molte altre cose.

sabato 31 ottobre 2009
argeade

Premetto che sono un fanatico dei film storici e soprattutto delle culture orientali...quindi non critico a priori. Anzi!!! Ieri sono andato al cinema sicuro di uscire dalla sala supercontento della spesa del biglietto... Peccato!!! Un film davvero povero povero povero di contenuti: non c'è una storia, un intreccio, un colpo di scena, NULLA! Ecco la trama in tutta la sua completezza (2h 25m): il [...] Vai alla recensione »

mercoledì 28 ottobre 2009
Andrea Evangelisti

il capolavoro più bello dei film di guerra medioevali, io vorrei fare un discorso a chi a criticato questo film, innanzitutto ho letto che alcuni lo reputano noioso,ma se la gente si informasse prima di vedere i film???? secondo voi un fim con questo nome parla di amore e comicità, no quindi non andate a vederlo!!!!!!! imparate a scegliere i film prima di andarli a vedere!!! quello che è stato [...] Vai alla recensione »

domenica 25 ottobre 2009
elenas

molto bello. consigliatissimo.

domenica 25 ottobre 2009
kiara81

film epico ambientato in un'epoca e in una cultura a noi occidentali poco conosciuta, dove spiccano figure leggendarie che si ergono al di sopra dei comuni mortali. molto curato nei dettagli, ottima fotografia, con scorci paesaggistici affascinanti. ottimo e accurato l'utilizzo della computer grafica. il cast si dimostra all'altezza della situazione.

mercoledì 5 ottobre 2011
Lionora

Bello ed emozionante!Da vedere però nella versione estesa in due parti (l'originale)che permette di ammirare non solo le epiche battaglie ma anche la complessità della storia e dei personaggi.Sconsiglio vivamente la versione che è passata al cinema, pare tagliata con l'accetta,un pò come le vecchie antologie erano capaci di ritagliare l'Iliade e l'Odissea [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 agosto 2011
giovarg

Voglio essere breve. Questo film è veramente ben fatto (Ho visto le 2 parti integrali): Conta moltissime comparse, buone recitazioni, ottime le scenografie e la fotografia, una colonna sonora non particolarmente incisiva, quindi una grande produzione. Adesso vi chiederete come mai solo 3 stelle? Secondo me gli unici difetti sono i combattimenti corpo a corpo e la battaglia navale.

sabato 31 ottobre 2009
trick'r treat

un ottimo film storico che ricrea la battaglia di red cliff. john woo finalmente ritorna in patria e fa di questa vicenda un capolavoro. le battaglie sono emozionanti, le riprese magistrali, una buona colonna sonora e degli attori molto bravi. per non parlare degli ottimi effetti speciali. da vedere

domenica 25 ottobre 2009
PatrickBateman47

La prima cosa che voglio dire che questo film non è un capolavoro,John Woo ci da dimostrazione che a passare troppi anni in occidente gli ha fatto dimenticare completamente le sue origini e tradizioni,a differenza di Ronny Yu,John Woo non si riscatta regalandoci un film appena corretto con interessanti ed originali scene d'azione ma che per il resto il film risulta vuoto,carico di stereotipi orientali [...] Vai alla recensione »

giovedì 22 ottobre 2009
LOLLO MASTROJANNI

domani me lo vedo. Speriamo che sia bello.

lunedì 19 ottobre 2009
massimo

Kolossale!

martedì 14 febbraio 2012
Aeolian Rock

Il titolo del mio commento si riferisce al fatto che questo colossal storico ambientato in Cina offre uno spettacolo avvincente evitando i difetti tipici di questo genere di film: prolissità, monotematismo, eccessi spettacolari. Qui si dosano e si realizzano, con buon equilibrio, gli effetti speciali dell'azione e i risvolti psicologico-filosofici caratteristici dell'epica cinese tradizionale.

martedì 7 febbraio 2012
Lore64

Mymovies lo classifica come un film "di azione" e in queste due parole c'è tutto questo inguardabile filmetto di quarta categoria. L'intera scenografia si compone di battaglie: e le battaglie sono la parte più ridicola del film, a metà strada fra realtà e fantascienza, nella migliore tradizione di Troy: scudi catarifrangenti che sgomi [...] Vai alla recensione »

sabato 19 marzo 2011
snake6689

Capolavoro.

domenica 14 marzo 2010
trick'r treat

Il più costoso e grandioso film cinese. Un film bellico sensazionale ed emozionante. Capolavoro mancato a causa del fiacco finale.

mercoledì 28 ottobre 2009
Federer85

So che non è una recenzione,ma è semplicemente bellissimo.Ed è anche ovvio che a molti "occidentali" non piaccia.Ma chi se ne frega.A voi,tanto,bastano Lucini,Moccia,Vanzina,ecc...

domenica 25 ottobre 2009
Edward Teach

Non ci siamo. La Tigre e il Dragone e La Citta' Proibita sono lontani anni luce.

giovedì 16 febbraio 2017
Contrammiraglio

Troppo lungo, a volte pare anche sfociare nel parodistico!

lunedì 28 aprile 2014
no_data

Intanto è troppo lungo; oltre le due ore qualunque film diventa insopportabile, anche un capolavoro, figuriamoci questo che non è altro che un montaggio di colpi di spada, frecce, lance, eslposioni e computer grafica. Il film poteva essere un serio racconto storico, ma già dopo pochi minuti una bella signora di mezz'età fa un salto di sei metri per prendere qualcosa sul soffitto; allora là già capisci [...] Vai alla recensione »

martedì 18 settembre 2012
lupodelupis

il giudizio è complesso. Il film presenta pregi e difetti. Pregi. Un film storico con notevoli scence di battaglia. difetti. Prendete questo film, togliete le scene in postproduzione digitale (le battaglie e gli spostamenti di massa) e otterrete un film (Spartacus, Ben Hur, etc ) di Hollywood... si ma di 50 anni fa!!!!! Un film per il mercato cinese, chiaramente intriso di patriottismo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 maggio 2012
Gianbigio

premettendo che ho votato contro un giudizio di Francesco Alò del Messaggero, ma il mio voto contro è stato invece assegnato a favore del giornalista, trovo che il Kolossal non sia "mancato" per nulla ... forse il giornalista ha visto un altro film o forse giocava col suo cell mentre "seguiva" la proiezione.Penso che il film non manchi in nulla, nè nella regia, nè negli attori, nè nella sceneggiatura [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 settembre 2010
doni64

Sicuramente un film interpretato da molti attori e comparse ma definierlo colossal a mio parere e' troppo.La trama lunga e noiosa porta lo spettatore ad annoiarsi qualcuno ad appisolarsi.Non mi ha colpito l'interpretazione che e' discreta ma la sceneggiatura.Nel complesso cmq un film piu' che discreto.Voto 6+

venerdì 15 gennaio 2010
Andrea Evangelisti

mi ha lasciato a boccA APERTA!!!!!!!!11

venerdì 23 ottobre 2009
shining

un altro capolavoro made in Cina!!!

venerdì 23 ottobre 2009
the last legion

non vedevo un film cosi da molti anni curato sotto tutti gli aspetti immagini straordinarie e epiche battaglie sono al centro di tutto w jhon woo appello:andate a vederlo anche voi!!!!!

venerdì 7 maggio 2010
Kyotrix

Alcuni spunti buoni ( sentimenti e valori ), ma lento e noioso, molte scene da bmovie, per non parlare della mancanza del finale! Bocciato!

martedì 27 ottobre 2009
g_andrini

Le ambientazioni sono stupende, in particolare quella finale. Bravi gli attori, splendide le donne. Un colossal vero e proprio, da degustare come un buon tè...

sabato 7 novembre 2009
JOKER79

La guerra fine a se stessa non va molto lontano.Questo film lo dimostra.La versione originale dura circa 4-6 ore(non oso immaginare di cosa tratta la parte tagliata)qui il regista e chi ha preparato lo script hanno commesso un grave errore: non bastano scene di combattimento in great cinemascope per rendere il vivo della battaglia nè duelli a fil di spada alla Ang lee o alla Zhang Yimou.

mercoledì 28 ottobre 2009
shining

l'ho riguardato una seconda volta per curiosità (curiosità riguardo alle recensioni negative del film). io non son d'accordo. ma d'altro canto una recensione è personale e soggettiva no? quindi non mi va di criticare recensioni contrarie alla mia. beh dopo due volte che vedo sto film, non posso altro che dire complimenti al regista. anche se mi sarebbe piaciuto vedere l'opera al completo. peccato. Vai alla recensione »

lunedì 26 ottobre 2009
shining

davvero bello!!!

domenica 25 ottobre 2009
Adelson

Una delusione annunciata dallo strano silenzio del pubblico uscente. Non un commento, un brusio, una di quelle manifestazioni del piacere. Cosa era successo in quella sala? Ora ve lo spiego: Togliamo la seduzione del pensiero: praticamente assente. Togliamo il fascino del racconto: alla fine dice due misere cosette e con molta retorica da “amor patrio”.

martedì 11 agosto 2009
Andrea Evangelisti

proprio una bella idea!!!!!!

lunedì 26 ottobre 2009
sergente hartman

siamo nella cina imperiale del 200 D.C,per intenderci nell'epoca equivalente al nostro impero romano ,in cui masse estremamente numerose di soldati (perfino 600000 uomini cosi si dice nel film)si scontravano fra loro per l'ambizione e la sete di potere degli imperatori che dominavano la Cina di quel tempo. il primo film di john woo relativo a questo genere si apre con una totale delusione, che [...] Vai alla recensione »

domenica 15 novembre 2009
ALTRYX

film che segna il ritorno di woo nella ex-tradita cina, e lo fa in grande stile venendo premiato da fondi impensabili per un paese non capitalista 80 milioni di dollari, quindi i mezzi non mancavano, le ottime promesse pure, ma come succede in questi casi mancano l'idee ed in particolarmodo la poesia che permea nelle ultime pellicole mada in china( hero ecc).

sabato 7 novembre 2009
paperopazzo

Due ore abbondanti di escalation attraverso i più stancanti stereotipi del cinema di guerra. Nessun tentativo di veridicità storica (il fatto che alcuni attori chiave siano giapponesi è solo l'aspetto più simpatico della bufala). Le lunghe e numerose battaglie fanno rimpiangere decisamente Il Signore degli Anelli e persino Troy. Qualche frasetta di filosofia orientaleggiante e riprese al rallentatore [...] Vai alla recensione »

Frasi
Se conosci come terra cielo yin e yang possono mutare allora il sole la luna le stelle la foresta le montagne e il fuoco diventeranno soldati al tuo comando.
Una frase di Zhuge Liang (Takeshi Kaneshiro)
dal film La battaglia dei tre regni - a cura di sabrina
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Mariuccia Ciotta
Il Manifesto

La battaglia leggendaria dei Tre regni, 208 dopo Cristo, durante la dinastia Han, il kolossal più costoso del cinema cinese (80 milioni dollari). Il regista di Hong Kong John Woo ha sfidato Hollywood in questo monumento alla creatività della Cina, ieri e oggi. Il film vaga nei secoli e dalla data storica salta al tredicesimo secolo, quando Il romanzo dei tre regni di Luo Guanzhong manipolò fatti e [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Dopo il lungo periodo di attività a Hollywood, il maestro hongkonghese John Woo è tornato in Cina per realizzare il kolossal da 80 milioni di dollari, La battaglia dei tre regni, adattato dal testo fondativo della letteratura cinese, risalente al XIII secolo e che i bambini studiano a scuola. In effetti, nello spettatore occidentale l' episodio e gli eroi in campo evocano facilmente altri scenari: [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

In Asia "Il romanzo dei tre regni", scritto nel XIV secolo da Luo Guanzhong e ambientato nella Cina fra I e il III secolo, è considerato un classico; e la battaglia di Red Cliff, dove in virtù dell'alto senso strategico un esercito di 50 mila uomini e una flotta esigua riuscì ad avere la meglio su un'armata nemica di 800 mila soldati e 2000 navi, ne è uno dei capitoli più avvincenti.

Lietta Tornabuoni
La Stampa

II grande John Woo cambia genere. Il più violento e torbido regista di azione e di dark thriller, autore di Face/Off e di Broken Arrow, cinese di Hong Kong spesso al lavoro negli Stati Uniti, amatissimo da Quentin Tarantino e dai cinefili europei, si converte al cinema cinese di conflitti storici con La battaglia dei tre regni. Questa battaglia sulle rive dello Yangtze è, pare, una delle più famose [...] Vai alla recensione »

Terrence Rafferty
The New York Times

UNTHINKABLY, no bullets fly in John Woo’s “Red Cliff,” this Hong Kong action master’s first new movie in six years. It’s as hard to imagine a Woo film without firearms as it is to contemplate a Fellini movie without fat people. But “Red Cliff” is set at the beginning of the third century, in the contentious waning days of China’s Han Dynasty, so Mr.

Thomas Sotinel
Le Monde

"Les Trois Royaumes" : une épopée chinoise réduite à une suite de un et de zéros Les Trois Royaumes proposés aux spectateurs français sont un condensé de deux films épiques de plus de deux heures chacun. En décryptant un scénario rendu presque illisible par les ellipses, on devine que la bataille qui nous est ici contée est un mélange de siège de Troie, de bataille de Bouvines et de geste arthurienne. [...] Vai alla recensione »

Michele Anselmi
Il Riformista

Se vi piace il kolossal - quello vero, non il rattrappito Barbarossa - andate a vedere La battaglia dei tre regni. Ottanta milioni di dollari: tanta è costato il filmone che John Woo, regista hollywoodiano tornato dalle sue parti in Cina, ha girato ispirandosi al romanzo di Luo Guanzhong. Pubblicato nel XIII secolo, il libro reinventò, con tutte le libertà del caso, l'epica battaglia delle Scogliere [...] Vai alla recensione »

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Cinema formato super. La battaglia dei Tre Regni, che John Woo ha tratto da un classico della letteratura cinese scritto nel XIV secolo da Luo Guanzhong, esalta il grande schermo. Una battaglia, mille emozioni: nella Cina del 208 dopo Cristo, l'impero centrale parte alla conquista di due regni ribelli che sfidano il suo potere. Strateghi e guerrieri, primi ministri avidi e donne che lavorano nell'ombra, [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

«Il romanzo dei tre regni» di Luo Guanzong divenne - con un millennio di distacco rispetto a ciò che racconta - per i cinesi quel che l’Iliade era diventata - con circa cinque secoli di distacco - per gli europei. Ma i cinesi già allora pensavano per continenti. L’estensione dell’area da loro abitata andava dai freddi polari al tropico, dai confini con gli arabi e con gli sciti all’Oceano Pacifico. [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Per tornare in Cina, con tutti gli onori di una carriera hollywoodiana incominciata a Hong Kong (da A Better Tomorrow a Mission Impossible 2) Woo asseconda il bisogno colossal storico-celebrativo della Grande Cina in cerca d'immagine nel mondo. Tutti contro tutti, gli stati, si buttano in una battaglia nel 208 d.C. per una nuova unità dell'Impero, ricostruita in un romanzo di 700 anni fa, ancora oggi [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Abituati alla seconda vita acrobatica di Zhang Yimou (Hero, La foresta dei pugnali volanti, La città proibita), spiace vedere quanto sia deludente il ritorno in Asia del maestro dell’azione John Woo. Che siano vittime di un transfert? Se l’ex neorealista Yimou eccelle ora nello spettacolare, il coreografo delle pallottole Woo annoia con l’epico La battaglia dei tre regni, ambientato nel III secolo [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
lunedì 21 dicembre 2009
Marlen Vazzoler

Scelto il vincitore del Leone d'Oro alla carriera Il Cda della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta ha accolto la proposta del direttore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, Marco Müller, di conferire al regista/produttore John [...]

NEWS
giovedì 8 ottobre 2009
Marlen Vazzoler

Mentre sta per uscire nelle sale il film La battaglia dei tre regni, la prima delle due pellicole che raccontano la storia della battaglia di Red Cliff, il regista cinese John Woo in un'intervista con Movieline ha spiegato che anche se non fa un film [...]

VIDEO
mercoledì 7 ottobre 2009
Lisa Meacci

Ci sono battaglie che cambiano la storia Dopo il teaser trailer italiano, MYmovies vi propone un altro trailer esclusivo de La battaglia dei tre regni, il nuovo film diretto dal regista cinese John Woo che tra pochi giorni sbarcherà nelle nostre sale. [...]

VIDEO
venerdì 18 settembre 2009
Lisa Meacci

Il video Il visionario regista cinese John Woo, direttore di Red Cliff, Face/Off - Due facce di un assassino e Mission: Impossible-2, sta per tornare sui grandi schermi con una nuova leggendaria pellicola.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati