Millions

Film 2004 | Commedia +13 98 min.

Anno2004
GenereCommedia
ProduzioneGran Bretagna, USA
Durata98 minuti
Regia diDanny Boyle
AttoriJames Nesbitt, Daisy Donovan, Lewis McGibbon, Alex Etel, Christopher Fulford .
Uscitavenerdì 8 aprile 2005
TagDa vedere 2004
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,58 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Danny Boyle. Un film Da vedere 2004 con James Nesbitt, Daisy Donovan, Lewis McGibbon, Alex Etel, Christopher Fulford. Genere Commedia - Gran Bretagna, USA, 2004, durata 98 minuti. Uscita cinema venerdì 8 aprile 2005Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,58 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Millions tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Boyle con Millions ritrova la freschezza e l'immediatezza dei primi lavori, proponendo un linguaggio cinematografico semplice ma ricercato, nonostante il soggetto possa apparire non originalissimo. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Critics Choice Award, In Italia al Box Office Millions ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 151 mila euro e 56,8 mila euro nel primo weekend.

Millions è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
3,58/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,58
CONSIGLIATO SÌ
Boyle ritrova la freschezza e l'immediatezza dei primi lavori, proponendo un linguaggio cinematografico semplice ma ricercato.
Recensione di Andrea Chirichelli
Recensione di Andrea Chirichelli

Durante un tentativo di rapina ad un treno, un'enorme borsa piena di denaro cade dal cielo e finisce nella mani di due giovanissimi fratelli orfani di madre che si trovano nella curiosa situazione di miliardari "a tempo", visto che le sterline di lì a poco andranno fuori corso, con l'arrivo dell'euro...
All'apparenza classica commedia leggera, nemmeno troppo originale, visto che la storia del cinema è piena di storie nelle quali il protagonista si trova improvvisamente ricchissimo e deve spendere tutto in breve tempo, Millions, fin dalle primissime battute, si dimostra invece una favola di incredibile attualità, capace, sotto la maschera della comicità e della leggerezza di proporre la pubblico una infinita serie di riflessioni sul denaro, il senso della vita e della famiglia, la morte, il rapporto tra società e consumi.
Un vero e proprio pamphlet che Boyle gira con mano felicissima, riuscendo ad alternare momenti di pura e dirompente ilarità ad altri, amari, sinistramente gotici e sardonicamente ironici.
Già l'incipit del film, caratterizzato da un mix felicissimo tra musica, montaggio ed effetti speciali, tre elementi che andranno a braccetto per tutta la pellicola, dà un primo segnale positivo, confermato poi dalla bellezza dei personaggi proposti, ognuno dei quali rappresenta un microcosmo da esplorare e comprendere. Sublimi, e non avrebbe potuto essere diversamente, gli interpreti: le performance dei due ragazzini (Axel Etel e Lewis McGibbon), sono semplicemente definitive, ma anche i satelliti che gli orbitano attorno, offrono una prova d'alto livello. Boyle con Millions ritrova la freschezza e l'immediatezza dei primi lavori, proponendo un linguaggio cinematografico semplice ma ricercato, fatto di inquadrature atipiche, inserti visionari (non lisergici però...), la sua abituale ossessione per i soldi e i treni, elementi presenti in tutta la sua cinematografia, riuscendo a mantenere per tutto il film un difficile equilibrio, anche quando la, peraltro eccellente, sceneggiatura di Frank Cottrel-Boyce (Benvenuti a Sarajevo, Codice 46, Butterfly Kiss), arranca leggermente nel prefinale, riuscendo persino a rendere credibile il particolarissimo happy end che chiude il sipario sulla pellicola.

Sei d'accordo con Andrea Chirichelli?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Mentre giocano lungo la ferrovia, i fratellini Anthony e Damien, di dieci e otto anni, si trovano in mano una valigia gettata da un treno in corsa. Contiene 299 320 sterline. Con il padre operaio, da poco vedovo, si sono trasferiti in un sobborgo industriale dell'Inghilterra del Nord. Stanno, ciascuno a suo modo, elaborando il lutto. Entro 12 giorni la sterlina sarà commutata in euro: che fare di tutto quel denaro? Come cavarsela con i rapinatori alla ricerca del bottino? L'idea di partenza ricorda Piccoli omicidi tra amici (1994), esordio nella regia di Boyle che anche qui rivela di essere un degno erede delle commedie Ealing degli anni '50 e della British Renaissance degli anni '80. Scritto da Frank Cottrell Boyce ( Codice 46 ), coniuga perspicace descrizione ambientale, umorismo affilato, sapiente ricorso alla suspense, non senza risvolti di surrealismo grottesco.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
MILLIONS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+

-
-
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Infinity
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 4 ottobre 2011
critichetti

Nella mia prima recensione ho lasciato qualche parte scoperta.Torno per dire che non posso dire che il film faccia schifo,ma nelle scene che rovinano questa pellicola ce ne sono altre,oltre alle due che ho detto nella mia prima recensione che non hanno alcun senso con il film.Ora ve le elenco 1)"capezzoli".c'è una scena dove il fratello maggiore sta guardando al computer la foto [...] Vai alla recensione »

giovedì 29 settembre 2011
critichetti

PREMESSA:ho visto questo film per la prima volta a 12 anni,l'ho rivisto ora che ne ho 18 e devo dire che mi è piaciuto un poco di più.La trama è piuttosto interessante:un bambinoche vive in un mondo tutto suo,formato su una profonda conoscenza delle vite dei Santi,spesso si ritira in un rifugio vicino alla stazione che lui ha costruito con dei cartoni.

domenica 15 maggio 2011
marika98

io ho letto il libro di millions e adesso prima o poi guarderò il fim.Devo dire che cmq la storia è molto bella...=)

lunedì 23 novembre 2009
amarolucano

Ho scoperto quasi per caso questo film di danny boyle, e mi è piaciuto molto di più rispetto ai suoi film più celebri. E' proprio una bella favola quella narrata in questo film, e il piccolo Damian è veramente adorabile.

giovedì 9 luglio 2009
Elisabeth

Le banconote, quando vanno al macero sono sostituite al proprietario con nuova valuta...... indi i soldi non è vero che non erano di nessuno,l'Inghilterra non e' scema come l'Italia e si e' tenuta la sterlina e si sapeva da sempre. poi dove è tutto questo buonismo da favola visto che tutti volevano i soldi volomtaria, padre figlio e spirito santo visto che S.

lunedì 2 novembre 2009
Liuk

Un film veramente inguardabile, senza capo nè coda.

Frasi
Tu sei povero ?
Damian (Alex Etel)
dal film Millions - a cura di vytux
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Fabrizio Corallo
Il Mattino

Reduce dalla straordinaria accoglienza di critica e pubblico negli Stati Uniti - dove è uscito da poco più di un mese ed è stato definito «il miglior film per famiglie dopo ”Gli incredibili“» - uscirà sabato in Italia distribuito in 80 copie dalla Medusa «Millions», surreale favola natalizia dell'autore del geniale e discusso «Trainspotting», Danny Boyle.

Fulvia Caprara
La Stampa

Doveva farsi prete, ma, verso i 14 anni, quando stava per entrare in seminario, un sacerdote gli fece capire che sarebbe stato meglio abbandonare l’idea. Per tutta risposta Danny Boyle si dedicò anima e corpo alle rappresentazioni teatrali scolastiche, una passione che, piano piano, lo avrebbe messo sulla strada scelta per la vita: «Sono cresciuto in una famiglia cattolica, per lungo tempo ho fatto [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Parabola lieve, fantasiosa, umoristica incantevole, in teoria indirizzata ai bambini a fini educativi, il film analizza l’atteggiamento ambivalente delle nostre società nei riguardi del denaro: desiderato e disprezzato, ricercato e respinto, amato senza rispetto. in Millions di Danny Boyle (il regista inglese è un cattolico che meditò il proposito di diventare sacerdote e fu per anni chierichetto, [...] Vai alla recensione »

Emanuela Martini
Film TV

I milioni del titolo sono quelli che due ragazzini, Anthony e Damian, 10 e 8 anni, si vedono piovere addosso dai cielo“: 299.320 sterline in una borsa di tela gettata da un treno in corsa che piomba sulla casetta di cartone vicina alla ferrovia dove gioca Damian. Con il padre, da poco rimasto vedovo, si sono appena trasferiti in una nuova casa, in un sobborgo industriale di una città dell’Inghilterra [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

I soldi fanno male: soprattutto se sono tanti, tante migliaia di sterline chiuse in una grossa borsa gettata dal treno su un prato nel Nord dell'Inghilterra, a Widnes. I due fratelli bambini, orfani di mamma, che li raccolgono, diventano ricchi e peggiori, suscitano un sacco di guai a scuola, in casa. «Millions» Di Danny Boyle, l'autore inglese dei film neri «Trainspotting», «26 giorni dopo», può sembrare [...] Vai alla recensione »

Luca Barnabé
Ciak

Damian (Alexander Nathan Etel) e Anthony (Lewis Owen McGibbon) sono due fratelli di 8 e 10 anni. Un giorno si ritrovano con una valigia colma di sterline nelle mani (250.000, per l’esattezza). Però hanno appena 12 giorni per spendere quel denaro, frutto di una rapina altrui, perché l’Inghilterra sta per entrare nell’Euro. Come se non bastasse si ritrovano i ladri del prezioso bottino alle calcagna. [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati