Intimacy - Nell'Intimità

Film 2001 | Drammatico 119 min.

Titolo originaleIntimacy
Anno2001
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia, Italia
Durata119 minuti
Regia diPatrice Chéreau
AttoriKerry Fox, Mark Rylance, Timothy Spall .
TagDa vedere 2001
MYmonetro 3,32 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Patrice Chéreau. Un film Da vedere 2001 con Kerry Fox, Mark Rylance, Timothy Spall. Titolo originale: Intimacy. Genere Drammatico - Francia, Italia, 2001, durata 119 minuti. - MYmonetro 3,32 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Intimacy - Nell'Intimità tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un uomo ed una donna si incontrano ogni mercoledì pomeriggio: il sesso è l'unica ragione che li spinge l'una tra le braccia dell'altro. Nessuno dei du... Il film è stato premiato al Festival di Berlino, Al Box Office Usa Intimacy - Nell'Intimità ha incassato nelle prime 8 settimane di programmazione 405 mila dollari e 33,8 mila dollari nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,32/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,57
CONSIGLIATO SÌ

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Il richiamo primordiale fra due corpi estranei che si divorano a vicenda, nella ricerca senza fine di un senso, e di un modo per sopravvivere.
Recensione di Paola Casella
Recensione di Paola Casella

Londra, inizio del Ventunesimo secolo. Un uomo e una donna intorno ai quarant'anni si incontrano tutti i mercoledì nello scantinato dell'appartamento spoglio di lui e fanno sesso: con intensità, affamati l'uno dell'altra, praticamentesenza parole. Quello che manca, fra di loro, non è la passione ma l'intimità. Non sanno nulla l'uno dell'altra, nemmeno i rispettivi nomi, ma si cercano ogni settimana, senza chiedersi niente. Finché all'uomo questa ripetitività dei gesti e delle azioni in totale anonimato non basta più.
Patrice Chereau, regista soprattutto teatrale, ricrea all'interno di una stanza una lotta grecoromana fra due solitudini, mettendo a nudo i corpi e, parzialmente, le anime dei protagonisti. Il sesso fra loro non è patinato o "cinematografico", ma crudo, imbarazzante, reale, e proprio per questo profondamente erotico. Anche i corpi in questione sono imperfetti, "cinematograficamente" poco attraenti, ma estremamente seduttivi perché riconoscibili nei loro odori, umori, cedimenti fisici e goffaggini. Chereau insegue la verità delle relazioni contemporanee con un'empatia che rispecchia quella di Hanif Kureishi, autore del romanzo su cui Intimacy è basato (con innesti dal racconto Nightlight, sempre di Kureishi), ed entrambi descrivono in particolare un maschio moderno fragile, vulnerabile ai sentimenti, disperato, emerso dal disfacimento della famiglia borghese coperto di lividi e annullato dall'incertezza.
L'archetipo cinematografico è Ultimo tango a Parigi, ma i tempi sono cambiati, ed è diversissimo soprattutto il personaggio femminile: non più una ragazza tosta ma ingenua, bensì una donna di mezza età dolorosamente consapevole e in controllo della propria infelicità. Quello che rimane simile è il ritratto dell'isolamento contemporaneo e la volontà di costruire un teatro del sesso (se non dei sentimenti) in uno spazio urbano squallido perché privo di contenuto umano.
La fotografia di Eric Gautier è livida ma mai algida, e restituisce quel senso estetico che a Chereau deriva dall'essere figlio di pittori ed esperto in allestimenti teatrali, soprattutto opere liriche, il genere che - a ben guardare - Intimacy richiama più da vicino, per intensità melodrammatica e anelito romantico inespresso a parole, ma elevato al cielo come un'aria tragica dal basso dell'accoppiamento ossessivo. In questo senso, Intimacy è il progenitore diretto di Shame (che infatti aveva anche un dolente intermezzo musicale), essenzialmente pittorico e profondamente lirico pur mantenendosi al grado zero della sessualità.
La recitazione dei due protagonisti, e ancor di più quella di Timothy Spall in un terzo ruolo fondamentale, è straziante per onestà di emozioni e autenticità della sofferenza. Ma ciò che resta memorabile di questo piccolo grande film, Orso d'Oro al Festival di Berlino (e Orso d'Argento alla protagonista Kerry Fox), è il richiamo primordiale fra due corpi estranei che si divorano a vicenda, nella ricerca senza fine di un senso, e di un modo per sopravvivere.

Sei d'accordo con Paola Casella?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Scritto da Anne-Louise Trinidic col regista, dal racconto Nightlight (in Love in a Blue Time ) e dal romanzo omonimo (1998) di Hanif Kureishi. Jay e Claire s'incontrano a Londra per fare sesso ogni mercoledì, senza sapere nulla l'uno dell'altra, nello squallido appartamento di lui che ha da poco lasciato moglie e due figli. Dopo qualche tempo, però, Jay la pedina. Scopre che fa l'attrice ( Zoo di vetro ), ha un marito tassinaro e un figlio. Le propone di stare con lui. Lei rifiuta. Si lasciano, ma sanno che si sono fatti del bene. Come Una relazione privata (1999), ma così diverso: più crudele, impietoso, verboso, tortuoso. Più aggressivo e non soltanto per le scene esplicite e crude di sesso. Il tema di fondo non è l'erotismo, ma la possibilità di comunicazione tra due esseri e due sessi. La direzione degli attori è, anche in questo suo 8° film (il 1° in inglese), l'atout di Chéreau che sta addosso con la cinepresa ai due protagonisti con amorosa furia. Orso d'oro a Berlino e premio per la neozelandese Fox ( Un angelo alla mia tavola ).

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

INTIMACY - NELL'INTIMITÀ disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 25 agosto 2012
andyflash77

Questo film ha realizzato un piccolo miracolo. Mostrare il sesso, quello vero tra il corpo di un uomo e quello di una donna, con una grande naturalezza. Si vede tutto (se ci tenete a saperlo...) ma nessuno che abbia mai fatto l'amore potrebbe mai scandalizzarsi di ciò che gli si mostra perché nello sguardo della cinepresa c'è davvero solo la registrazione di un evento e [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 luglio 2015
dario

Il film è molto sulle spalle di Kerry Fox, attrice di grande talento, qui credibilissima e attraente da un punto di vista soprattutto intellettuale. Il regista agita un problema di fondo, dove l'istinto ha la prevalenza sulla ragione. Puntando sulla ragione, Chereau compie una forzatura grazie alla quale non sa bene come uscire dalla storia.

sabato 5 marzo 2011
Ragthai

La trama, banale e titrita, mi pare solo un pretesto per presentare le scene piccanti ... tanto vale guardare un porno.

domenica 27 giugno 2010
Rhino

Un film incomprensibile, quanto la vita nei momenti in cui costruisce realmente queste storie... Cosa si può comprendere di un uomo che non capisce nulla della sua vita, di ciò che gli sta succedendo, di quello che dovrebbe o non dovrebbe fare o dire? Nulla, si può solo guardare lo scorrere della sua vita, resa abilmente da Chèreau.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Ogni mercoledì a Londra, nel primo pomeriggio, un uomo e una donna giovani (lui barista, lei teatrante) si incontrano nella casa sporca e brutta di lui, e fanno l'amore. Non dicono una parola, non si conoscono, ignorano anche i rispettivi nomi, lavori, condizioni sociali e famigliari. Non desiderano parlare, soltanto possedersi. Poi lui viene preso dalla curiosità (ma forse è una specie d'amore), la [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Intimacy dove il regista Patrice Chereau, ispirandosi ai racconti di Hanif Kureishi, impagina in stile naturalistico e senza nulla celare all'obiettivo i furibondi amplessi di una coppia di amanti londinesi che si incontrano ogni mercoledì in uno squallido appartamentino al solo scopo di fare sesso, senza nulla conoscere dell'altro. Ma quando lui, deciso a saperne di più sulla donna comincia a pedinarla, [...] Vai alla recensione »

winner
orso d'oro
Festival di Berlino
2001
winner
miglior attrice
Festival di Berlino
2001
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati