Benvenuta

Film 1983 | Drammatico 105 min.

Anno1983
GenereDrammatico
ProduzioneBelgio, Francia
Durata105 minuti
Regia diAndré Delvaux
AttoriVittorio Gassman, Fanny Ardant, Mathieu Carrière, Franco Angrisano, Renato Scarpa Franco Trevisi, Françoise Fabian, Armando Marra, Claire Wauthion, Philippe Geluck, Anne Chappuis, Turi Giufrida, Goddart, Tamara Triffez, Franz Joubert, Franco Bruno, Bert Andre, Muriel Bueninck, Muriel Lefevre, Cristina Borgogni, Jenny Tanghe.
MYmonetro Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di André Delvaux. Un film con Vittorio Gassman, Fanny Ardant, Mathieu Carrière, Franco Angrisano, Renato Scarpa. Cast completo Genere Drammatico - Belgio, Francia, 1983, durata 105 minuti. Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Benvenuta tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La passione, carnale ma al tempo stesso dai precisi risvolti mistici, tra due personaggi di un romanzo, la fiamminga Benvenuta (Ardant) e il magistrat...

Benvenuta è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,00
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
News
Premi
Cinema
Trailer
Un film che ha il peso della buona o ottima letteratura senza mai essere pomposamente letterario perché sempre fluido nei suoi passaggi tra un qui e un là.
Recensione di Marco Chiani
Recensione di Marco Chiani

Nella città di Gand, François, giovane sceneggiatore, fa visita a Jeanne, molti anni prima autrice di un romanzo in cui è raccontata la passione tra Benvenuta, una pianista belga, e Livio, un magistrato italiano. Parallelamente agli incontri e alle discussioni dei due scrittori, scorre la storia dei personaggi di quel libro che François vorrebbe trasformare in un film, un uomo e una donna che, a dispetto della lontananza e di molte altre difficoltà, non possono non amarsi.
Autore della modernità e nome di punta del cinema belga, André Delvaux ha saputo costruire, di titolo in titolo, un corpo d'opera in cui il "realismo magico" - la definizione è sua - rappresenta la base di ogni sperimentazione. Tratto da "La Confession Anonyme" di Suzanne Lilar, Benvenuta procede in quella continua ricerca del fantastico nel quotidiano che era al centro di Una sera, un treno o Rendez-vous à Bray, mondi filmici in cui il sogno e la realtà si fondevano in maniera pressoché perfetta. La qualità migliore di questo lavoro della piena maturità, per paradosso, risiede nella sua semplicità o, ancora meglio, nella capacità di presentare nel modo più elementare possibile la vertigine delle differenti sfere coinvolte. L'ambiguità dell'immagine, si pensi soltanto all'incontro dell'adulta Benvenuta con il padre in un caffè, è restituita in maniera assolutamente frontale, senza effetti vistosi, ricorrendo a tutte le possibilità offerte dal mezzo cinema. Ancora una volta, come fossero i due nomi della medesima cosa, il reale e l'immaginario si confondono, nutrendosi l'uno dell'altro in un gioco raffinato che assomiglia a pochi altri, nonostante qualche ombra di maniera. In definitiva, la peculiare doppiezza del cinema di Delvaux può risolversi soltanto nella totale mancanza di distinzione dei piani, in una sovrapposizione di immagini appartenenti a diversi livelli temporali quanto spaziali, in una ricchezza di dettagli certamente imparentata con la pittura fiamminga e surrealista.
Di un'eleganza schietta, mai estenuata, Benvenuta è un film che ha il peso della buona o ottima letteratura senza mai essere pomposamente letterario perché sempre fluido nei suoi passaggi tra un qui e un là, quasi fossero due superfici inizialmente inconciliabili, ma alla fine coincidenti. Come in tutti i titoli del regista (e pianista) belga, la colonna sonora, musica e rumori compresi, contribuisce al fascino generale. Spiace notare che tra i quattro attori principali, Vittorio Gassman sia quello meno in parte. Doppiaggio italiano per niente riuscito.

Sei d'accordo con Marco Chiani?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dal romanzo La confession anonyme di Suzanne Lilar: a Gand un giovane sceneggiatore fa visita a una scrittrice che molti anni prima aveva raccontato in un romanzo la passione scandalosa tra Benvenuta, pianista belga, e Livio, magistrato napoletano. Confronto tra due culture attraverso una costruzione narrativa complessa in cui si specchiano e si duplicano realtà e fantasia. Affascina, intriga, ma non convince sino in fondo. Troppa letteratura? Due splendidi ritratti femminili e un Gassman fuori parte anche se talvolta apre una fessura sulla propria vulnerabilità. Premio Efebo d'oro 1985.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
BENVENUTA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+

-
-
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati