Fitzcarraldo

Film 1981 | Avventura 158 min.

Regia di Werner Herzog. Un film Da vedere 1981 con Klaus Kinski, Claudia Cardinale, José Lewgoy, Peter Berling, Salvador Godínez, Miguelangel Fuentes. Cast completo Genere Avventura - Germania, 1981, durata 158 minuti. - MYmonetro 4,06 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Fitzcarraldo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Brian Sweene Fitzgerald, detto Fitzcarraldo, è un curioso personaggio che ha le sembianze allucinate di Klaus Kinski. Il film è stato premiato al Festival di Cannes, ha ottenuto 1 candidatura a Golden Globes,

Fitzcarraldo è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,06/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,59
CONSIGLIATO SÌ
Un folle eroe.

Brian Sweene Fitzgerald, detto Fitzcarraldo, è un curioso personaggio che ha le sembianze allucinate di Klaus Kinski: vive nella foresta amazzonica, dove sogna di costruire il più grande teatro d'opera del mondo e di farlo inaugurare addirittura da Caruso. Dopo essere stato scambiato per un Dio dagli indios della foresta, il nostro folle eroe riuscirà a realizzare almeno in parte il suo sogno, portando in Amazzonia un gruppo di musicisti e di cantanti d'opera. Werner Herzog è capace di compiere azioni inaudite in nome di una sua concezione titanica e assoluta del cinema. Fra le sue imprese più incredibili c'è proprio Fitzcarraldo la cui vicenda è emblematica del cinema di questo autore. Fitzcarraldo è un film caotico e poco compatto, un film in cui ci sono ingenuità clamorose e cadute di tono seccanti. Ma è un film che riesce ad allargare i confini del visibile, una specie di viaggio lungo i confini del cinema. Un film d'amore e di follia. Un film assurdo che ha un metodo e una logica rigorosa. Quando, dopo avere tanto sofferto con Kinski e con Herzog, vediamo entrare in porto la nave di Brian Sweeny Fitzgerald, con le note di Bellini sparate a tutto volume da un grammofono, perdente di fronte alla tirannia del capitale, vincitore nell'ottica degli uomini e del destino, ogni resistenza cade e gli occhi si riempiono di gratitudine.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Agli inizi del Novecento l'eccentrico Brian Sweeney Fitzgerald, barone irlandese del caucciù, vuole costruire a Iquitos, nel cuore dell'Amazzonia peruviana, il più grande teatro d'opera di tutti i tempi per farci cantare Enrico Caruso. Costato 8 miliardi (più tutti gli averi del regista, due morti, parecchi feriti e tre anni di lavorazione) questo film, frutto di un'operazione un po' folle, è paradossalmente il più ordinato e accademico del più sregolato autore del nuovo cinema tedesco. Narrato a ritmo lasco col tran tran di uno sceneggiato TV, ha un solo personaggio vivo: il battello il cui assurdo ed epico trasporto attraverso il colle occupa 45 minuti. I momenti d'incanto e le sequenze visionarie, comunque, non mancano. Si apre e si chiude con un frammento delle 2 opere ottocentesche che hanno per protagonista Elvira: Ernani (1844) di G. Verdi e I puritani (1835) di V. Bellini. Esiste sulla romanzesca lavorazione del film un bel documentario di Les Blank, Burden of Dreams (1982), che, secondo alcuni, è persino più affascinante del film.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FITZCARRALDO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 8 maggio 2015
jacopo b98

 L’impresario Brian Sweeny Fitzgerald (Kinski), detto Fitzcarraldo, ha un sogno: costruire il più grande Teatro dell’Opera del mondo nel mezzo della foresta amazzonica, a Iquitos, e farlo inaugurare dal suo tenore preferito, Caruso, che ha visto una sola esibirsi a Manaus. Non ha tuttavia il denaro necessario per effettuare un’opera del genere e decide perciò di [...] Vai alla recensione »

martedì 17 gennaio 2012
Luca Scialo

Brian Sweeney Fitzgerald, barone irlandese che gestisce la produzione di caucciù, vuole costruire nel cuore dell'Amazzonia peruviana, il più grande teatro d'opera di tutti i tempi dove si terrebbero le opere del suo lirico preferito: Enrico Caruso. Troverà negli indigeni della zona un insperato aiuto, sebbene alquanto ambiguo e sempre sospetto.

venerdì 27 giugno 2014
vecchiomio

In una intervista rilasciata una ventina d'anni dopo l'uscita del film,  Herzog non nasconde che Fitzcarraldo è la rappresentazione di sé stesso, tanto che ha trasformato il sogno del protagonista nel proprio sogno e confessa che se Kinski avesse rifiutato la parte, piuttosto che rinunciare al film avrebbe interpretato lui stesso quel ruolo.

sabato 23 luglio 2011
mondolariano

Si tratta di uno dei più arditi prodotti cinematografici e uno dei migliori film d’avventura in assoluto. Malgrado il suo esotismo è di pura marca tedesca, confermando la fantasia di un popolo ingiustamente considerato asettico e freddo. Tutto, in Fitzcarraldo, combacia con la cultura nazionale, quella Germania titanica e romantica che all’epoca costituiva anche il cuore della [...] Vai alla recensione »

mercoledì 21 marzo 2018
Ennio

Il termine "metafora" è spesso abusato nel commentare un film, anche il più banale. Nel caso di Fitzcarraldo si può invece parlare di metafora dell'impossibile, la rappresentazione di un sogno visionario che diventa realtà contro ogni aspettativa. La parte nella giungla è la migliore, non ci sono forzature spettacolistiche, la natura viene [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 dicembre 2011
fedeleto

Dopo l'ingiusto insuccesso di woyzek,Herzog(aguirre,cuore di vetro,nosferatu)dirige forse la sua pellicola piu' impegnativa e complessa :FITZCARRALDO.Un uomo che si fa' chiamare fitzcarraldo,vive in sudamerica ed adora l'opera ,in particolar modo Caruso.Spinto dal suo folle sogno di creare un teatro dell'opera in mezzo alla giungla ,non esita di partire per una spedizione alla ricerca [...] Vai alla recensione »

domenica 8 marzo 2015
il befe

bello

Frasi
Chi sogna può spostare le montagne.
Dialogo tra Brian Sweene Fitzger (Klaus Kinski) - Molly (Claudia Cardinale) - Il direttore dell'opera (Peter Berling)
dal film Fitzcarraldo
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Mark Harris
The New York Times

In the summer of 1979, the director Werner Herzog found himself in the Peruvian river-port city of Iquitos preparing for “Fitzcarraldo,” a period epic starring Jason Robards and Mick Jagger that he planned to shoot in the rain forest. Two and a half years later, he was still there, struggling to finish. Robards and Jagger had long since quit, rendering their footage unusable.

Stefano Reggiani

C'era un irlandese pazzo in Amazzonia nei primi anni del secolo. Non è sicuro, ma si presume. Aveva un nome impronunciabile da quelle parti, Brian Sweeney Fitzgerald, si faceva chiamare Fitzcarraldo, sognava di costruire un grande teatro d'opera a Iquitos e di portarvi Enrico Caruso. Sognava anche altre cose: una ferrovia transamazzonica, una grande impresa per commerciare il caucciù.

winner
miglior regia
Festival di Cannes
1982
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati