Il cacciatore

Film 1978 | Drammatico V.M. 14 183 min.

Regia di Michael Cimino. Un film Da vedere 1978 con Christopher Walken, John Savage, Robert De Niro, Meryl Streep, John Cazale, George Dzundza. Cast completo Titolo originale: The Deer Hunter. Genere Drammatico - USA, 1978, durata 183 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 4,84 su 100 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il cacciatore tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Tre ragazzi della Pennsylvania vanno alla guerra (nel Vietnam). Due tornano mutilati nel corpo e nello spirito. Il terzo non ritorna affatto. Il film ha ottenuto 15 candidature e vinto 8 Premi Oscar, 6 candidature e vinto un premio ai Golden Globes. In Italia al Box Office Il cacciatore ha incassato 7,9 mila euro .

Passaggio in TV
mercoledì 20 giugno 2018 ore 6,30 su PREMIUMCINEMAEMOTION

Il cacciatore è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,84/5
MYMOVIES 4,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,51
ASSOLUTAMENTE SÌ
Tre ore di spettacolo raccontato con grinta e rilievo drammatico.

Tre ragazzi della Pennsylvania vanno alla guerra (nel Vietnam). Due tornano mutilati nel corpo e nello spirito. Il terzo non ritorna affatto. Rimane nell'inferno di Saigon a rischiare ogni sera la vita in un assurdo gioco della roulette russa (una pallottola sola in canna, ogni sera un avversario diverso). Finché ci rimane, sotto gli occhi inorriditi del commilitone che era tornato a ripescarlo. Tre ore di spettacolo, raccontato con una grinta e un rilievo drammatico che il cinema americano da tempo non riusciva ad esprimere. Più appassionante come romanzone che significante per i caratteri (abbastanza sfumati nelle loro motivazioni), il film vanta sequenze memorabili (il matrimonio, la tortura, la roulette nelle bettole di Saigon). Presentato al festival di Berlino, fu sonoramente beccato da molti giovani di sinistra per la rappresentazione che faceva dei Vietcong (sadici, torturatori, assassini). In realtà, il conflitto nel Sudest serve solo come corrusca tela di fondo. Giudizi storico-politici non vengono dati dal regista. Al massimo il Vietnam è visto come una sporca avventura per la quale non era proprio il caso di immolare tanti bravi ragazzi americani. Il film vive particolarmente per la bravura di tutti gli interpreti e per la gagliardia registica di Michael Cimino.

IL CACCIATORE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 22 ottobre 2011
tiamaster

Uno dei migliori film della storia del cinema con un cast vertiginoso!!!Il film è grintoso ma anche drammatico,commovente e molto umano.La trama e molto bella e raccontata benissimo,con un espressevità incredibile,recitato benissimo e con una sceneggiatura incredibile e una regia fantastica,un montaggio che coinvolge immediatamente.Un autentico spettacolo incredibile,i personaggi hanno [...] Vai alla recensione »

sabato 2 giugno 2012
Antonio Canzoniere

 E’ la storia di Michael, Nick e Steven, amici per la pelle e lavoratori dell’acciaieria di Clairton, Pennsylvania, le cui vite vengono tragicamente segnate dalla guerra del Vietnam. Il primo, ricordandosi della promessa fatta a Nick prima della chiamata alle armi, riporterà a casa entrambi, ma tutto è cambiato...Inquietante, commovente, sincero, meravigliosamente macabro [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 agosto 2010
Giorpost

La decade degli anni 70 ha regalato al mondo diversi modi per trascorrere ore spensierate, liete, divertenti o spunti culturali di rilievo per scatenare dibattiti, chiacchierate, scambi d'opinione. Oltre alla disco music e ai pantaloni a zampa d'elefante, oltre all'acceso scontro politico (sfociato spesso in spargimento di sangue), oltre al rock graffiante dei Led Zeppelin e dei Deep [...] Vai alla recensione »

mercoledì 17 novembre 2010
catullo

Cimino infrange con questo film-capolavoro il tabù della guerra del vietnam pur non essendo prettamente un film di guerra. Fino a quel momento ci si ricorda di "berretti verdi" degli anni 60 giudicato frettolosamente un film di propaganda dell'imperialismo americano in un periodo fortemente condizionato dal vento sessantottino che spirava dalle nostre parti con la forza dell'ideologismo marxista. Vai alla recensione »

martedì 31 agosto 2010
Goruz

Un solo colpo nel fucile per uccidere il cervo, e un solo colpo nella pistola per uccidere un uomo. Da predatore a vittima, l'uomo deve tirare fuori tutte le sue risorse fisiche e psichiche per sopravvivere, il soldato viene catapultato in un gioco da cui non riesce più a uscire, anche quando ritorna a casa la sua vita non è più la stessa.

venerdì 13 novembre 2009
Andrea S.

Il cacciatore di Michael Cimino (cinque premi oscar tra cui miglior film e miglior regia) è insieme ad Apocalypse now di Francis Ford Coppola la più importante opera cinematografica sulla guerra in Vietnam e sull’orrore della guerra universalmente intesa. Il grande merito di Cimino sta nel far percepire l’angoscia del conflitto bellico dall’inizio alla fine, un’angoscia che ci attanaglia e non ci lascia [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 giugno 2011
Filippo Catani

Un gruppo di amici di un piccolo borgo della Pensylvania anni '70 si divide tra il lavoro in fabbrica, i locali e la caccia. Purtroppo nel volgere di breve tempo tre di loro (di cui uno appena sposato) dovranno partire per il Vietnam. Questo evento lascerà ferite che non si rimargineranno più. Un film duro e toccante che tratta di petto alcuni temi forti quali l'amore, l'amicizia [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 agosto 2014
Alfredo James

Michael Cimino dà i natali a uno dei film più moraleggianti e ricercati della storia del cinema di guerra. La guerra del Vietnam è protagonista indiscussa del panorama cinematografico di fine anni settanta ma il regista italo-americano, come nessun altro, punta il dito indice dritto contro la crudeltà e l'efferratezza della guerra.

venerdì 6 giugno 2014
tomdoniphon

Tre amici - Michael (De Niro), Nick (Walken), Steven (Savage) - operai di fonderia, dopo una partita di caccia al cervo, partono per il Vietnam, dove sono catturati e torturati dai vietcong. Soltanto Michael riuscirà (con fatica) a tornare ad una vita normale, mentre Steven perderà le gambe e Nick rimarrà a Saigon a fare il professionista della roulette russa.

domenica 17 aprile 2011
Bella Earl!

Straordinario. In questa parola è racchiusa la descrizione di un film maestoso, di un'ottima regia, e di un cast d'eccezione (per citare alcuni nomi si può parlare di *Robert De Niro* e *Meryl Streep*). E' una rappresentazione bellissima e molto psicologica del Vietnam e delle sue *crudeltà*. Ma soprattutto è il ritratto di tre *anime*, anime completamente [...] Vai alla recensione »

mercoledì 28 luglio 2010
annalinagrasso

Guardando il cacciatore si è pervasi durante tutto il film da una sensazione di inquietudine, da un brivido di morte attraverso gli sguardi e i volti dei protagonisti, dei reduci della guerra del Vietnam, dei sopravvissuti e dei loro ritorni alla vita di tutti i giorni, quella che era prima di approdare all’inferno. Michael (De Niro), Nick (Walken) e Steven (Savage) sono tre amici di origine ucraina [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 aprile 2015
Great Steven

IL CACCIATORE (USA, 1978) diretto da MICHAEL CIMINO. Interpretato da ROBERT DE NIRO, CHRISTOPHER WALKEN, MERYL STREEP, JOHN SAVAGE, GEORGE DZUNDZA, JOHN CAZALE, CHUCK ASPREGEN Cinque operai americani che risiedono in Russia partecipano al matrimonio di una loro amica, celebrando i festeggiamenti con un’allegria spensierata e un’aria scanzonata che però scomparirà per sempre [...] Vai alla recensione »

martedì 4 dicembre 2012
Davidelm

Per chi vuole capire cosa ha significato il Vietnam per un'intera generazione di giovani americani: una serie di vite spezzate, una cesoia sui destini dei ragazzi che ha inciso su tutti: sia quelli che sono tornati che quelli che invece sono rimasti a SAIGON;  Cimino ci mette del suo: la regia è straordinaria, con un continuo incrocio tra parti di film lente e scene ad alto ritmo e [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 luglio 2011
dounia

Il film racconta la storia di tre amici ucraini che vivono in America, lavorano nella stessa fabbrica e poi sono costretti a partire per il Vietnam; prima presenta il matrimonio ortodosso di uno dei tre e il loro modo di vita, dopo la situazione che hanno durante la guerra. Uno di questi, recitato da Robert De Niro, ha un carattere deciso, ama la caccia e ottiene risultati "relativamente migliori" [...] Vai alla recensione »

martedì 12 aprile 2011
il cinefilo

Il discutibile(a seconda dei punti di vista)"hobby"della caccia si può utilizzare come"chiave"per comprendere lo spirito di una nazione già sulla via di una colossale sconfitta?il regista M.Cimino e lo sceneggiatore Deric Washburn sembrano dire sì...ma non è facile da capire ed è un immagine che si"avverte"solamente più che [...] Vai alla recensione »

sabato 20 giugno 2015
gabrigilli1997

All'inizio questo film non mi colpi molto, non tanto perchè era fatto male, perchè sin da subito mi resi conto delle grandi abilità di regista di Michael Cimino e già conoscevo le abilità di Robert De Niro e di Meryl Streep. Mi aveva più che altro stufato il fatto che il film vero e proprio,con la sua avvicente trama,non iniziasse subito.

venerdì 12 giugno 2015
Alessandro Vanin

"Il cacciatore" è semplicemente un film fantastico, anzi un capolavoro. Le scene del matrimionio volutamente allungate, le scene di caccia e di guerra volutamente rese brevi non tolgono nulla al film, anzi lo rendono speciale. Nonostante duri quasi 3 ore non annoia mai. La guerra del vietnam ha poco di politico se non una ovvia critica alla guerra in generale, ma è [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 agosto 2014
Alfredo James

Michael Cimino dà i natali a uno dei film più moraleggianti e ricercati della storia del cinema di guerra. La guerra del Vietnam è protagonista indiscussa del panorama cinematografico di fine anni settanta ma il regista italo-americano, come nessun altro, punta il dito indice dritto contro la crudeltà e l'efferratezza della guerra.

venerdì 22 febbraio 2013
cimosa

Caratterizzato da una grande interpretazione di De Niro,la parte iniziale è costituita da un ambito di spensieratezza e amicizia che,quasi non fà pensare al matrimonio di Steven e della sua partenza con Walken e De Niro per il Vietnam,l'euforia del gruppo ha un contratsto intenso con l'ambiente paese cupo e senza molte prospettive.

giovedì 1 settembre 2011
il cinefilo

Le"due facce della medaglia"a cui faccio riferimento nel titolo sono ben rappresentate dalla VITA e dalla MORTE che,pur trovandosi concettualmente su due estremità differenti,arrivano,ne IL CACCIATORE,a raggiungere una forma di radicale"congiunzione morale"tanto semplice nella sua assoluta brutalità quanto articolata nella sua affascinante"geometria ideologica"ast [...] Vai alla recensione »

venerdì 5 agosto 2011
il cinefilo

La"lealtà"si può considerare una delle più alte vette dell'infinito cosmo dei sentimenti umani?sicuramente sì ma forse(e non è un controsenso)anche no a seconda del contesto in cui esso viene inquadrato:la vita,in fondo e nella filosofia de IL CACCIATORE,è una"partita"in cui non ci viene mai reso possibile sapere,in tempo,se [...] Vai alla recensione »

martedì 14 giugno 2011
il cinefilo

Il Vietnam del film è il luogo dove l'uomo smarrisce il più comune senso della quotidianità e acquisisce,nel vero senso della parola,la capacità di"uccidere"inseguendo il rischio di essere ucciso a sua volta. Il"cacciatore"del titolo non è solamente quello dei boschi o quello della guerra(le fucilate contro il cervo si possono considerare [...] Vai alla recensione »

domenica 1 maggio 2011
quentin

tre amici partono per il vietnam dove combattono per un po' ma poi vengono catturati dai nemici, torturati e costretti a giocare alla rulette russa.riescono a salvarsi tornano a casa ma nicki diventa dipendente da questo gioco e decide di praticarlo . allora micheal deve salvarlo prima che sia troppo tardi.questo film di  MICHEAL CIMINO e' davvero emozionante la scena della roulette russa [...] Vai alla recensione »

martedì 23 giugno 2009
Hal 9000

Un film non sulla guerra del Vietnam, ma sull' America, un appassionato ritratto degli anni Settanta negli USA, che fonde commozione e crudeltà per risultare in alcune sequenze estremamente straziante. Cimino non vuole raccontare la guerra del Vietnam, ma la sconfittta e il tormento dovuto ad essa. Il film si può quasi dividere in emblematici ed allegorici episodi come la caccia, il matrimonio e [...] Vai alla recensione »

domenica 12 ottobre 2014
darkovic

Certamente un cult del periodo , un film simbolo del pacifismo ,un ottimo  regista .Una buona scenografia ,degli attori superlativi ,De niro,la Streep,Walken,ma in generale tutti gli attori. Sicuramente un 'opera d'arte che non deve mancare in una buona cineteca .A me non manca di certo,ma: So che mi tirero' addosso le ira degli amanti del film ma  secon [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 febbraio 2012
Dario85

non servono parole

domenica 31 gennaio 2010
chriss

Tanti anni fa, non ricordo quanti, mio fratello, appassionato di film di guerra ( spece sul Vietnam), mi disse: " Stasera butta il telecomando...c' è il Cacciatore in tv." Il film, che si apre col fastoso matrimonio di Steven, narra la vicenda di tre amici che partono per il Vietnam...Catturati dai vietcong, dovranno sfidarsi tra di loro in un macabro gioco di morte chiamato [...] Vai alla recensione »

domenica 13 dicembre 2009
riccardo-87

de niro interpreta magistralmente michael,che,dopo aver vissuto una vita in armonia con le sue passioni-come la caccia-e in allegria con gli amici,dopo la guerra del vietnam si trova a dover affrontare un nuovo e ben più duro tipo di vita:quella del reduce del vietnam.ma,benchè questo film ruoti tutto attorno al tema"guerra",le scene di guerra sono molto poche.

sabato 7 novembre 2009
Georgia

in una serata in cui non si è troppo stanchi. guardare, entrare dentro al film, cercare di capire, emozionarsi...

sabato 16 aprile 2011
Carrol

i tempi lunghi della prima parte del film sono un lungo,dolce e romantico presagio del dramma che seguirà...la caccia come forma di violenza vissuta con gioco e onore ma come presto scopriranno la morte non è un gioco...la fase in vietnam e la fuga è semplicemente epica, avventura e horror ai massimi livelli...come dopo ad ogni guerra il finale è amaro ed è espresso magistralmente

sabato 2 ottobre 2010
ilmago99

probabilmente questo film e uno dei film piu belli di de niro un capolaavoro tanti bravi attori come cristophe walken meryl streep john savage john cazale e include anche tre ore di film di grinta e di azione un che dovete assolutamente da vedere

giovedì 10 giugno 2010
ivan91

un film spettacolare che mostra di come sia impossibile condurre una vuita normale dopo una esperienza così devastante. Robert de niro come sempre al massimo delle sue capacità interpretative, meryl streep al suo primo ruolo importante è divina. la ruolette russa e rappresentata molto bene e rende bene l'idea di tutto l'orrore che si scatena in quei giorni fatali in cui [...] Vai alla recensione »

sabato 4 luglio 2009
princifiume

C'è poco da dire. Un film stupendo. Attori magnifici. Bei tempi erano quelli. Ora le cose che vanno sono Natale a Rio e Il cosmo sul Comò, salvo alcune eccezioni.

martedì 30 giugno 2009
joker91

questo e un film splendido reso grande da attori che con gli anni come de niro,meryl streep e walken diventeranno delle star mondiali. non riesco a capir chi critica questo film che ha anche vinto molti oscar,evidentemente chi lo critica non ci capisce molto di cinema.

domenica 5 gennaio 2014
gurdjieff

Capolavoro in tutto, attori straordinari, nessuno sbaglia un colpo,DeNIRO stratoferico e Walken insuperabile! Solo la scena della roulette russa vale il film. Lo metto fra i miei migliori 10 film di sempre. Ripeto: capolavoro assoluto.

giovedì 28 novembre 2013
no_data

E' un film incredibile molto emozionante, peccato solo per quella scena del matrimonio che è davvero lunga e noiosa almeno a mio modo di vedere. 

mercoledì 9 gennaio 2013
Cinefilos

Sangue, urla, pianti, dolore, grida, imprecazioni, ansia, paura e poi il coraggio di Micahel (interpretato dall'impeccabile De Niro) a trasformare la desolazione in speranza. La scena della Roulette russa, che costituisce sicuramente la scena più carica di tensione dell'intero film, sintetizza e denuncia l'orrore e la crudeltà della guerra.

sabato 2 ottobre 2010
ilmago99

un bellissimo capolavoro che fa ridare che fa commuovere emozionante e che fa piangere

lunedì 5 aprile 2010
roby100484

Ignoravo la conoscenza di questo film. Guardandolo si comprende veramente che ti lascia un segno, ti trasmette qualcosa. Un vero capolavoro in tutti i sensi, dalla regia, alla sceneggiatura alle interpretazioni degli attori. De Niro e Walken su tutti. Consiglio a tutti a non fermarsi dopo 10 minuti. All'inizio potrebbe sembrare un film lento e senza una trama precisa.

giovedì 11 febbraio 2010
Alex41

Un solo colpo nel fucile per uccidere il cervo, la vittima, è la metafora di Robert De Niro in un film giustamente diventato un cult degli anni settanta. Diretto con maestria da Michal Cimino, il secondo ad avere portato Clin Eastwood al successo dopo Sergio Leone, e interpretato da grandissimi attori, oltre al magistrale De Niro, all'esordiente Cristopher Walken già premiato all'Os [...] Vai alla recensione »

sabato 9 gennaio 2010
chriss

Forse, quando ho veduto il cacciatore per la prima volta nella mia vita, ero ancora troppo piccolo per comprendere a pieno cosa potessero fare, nella mente degli uomini, gli orrori e le atrocità di una guerra combattuta lontano da casa, lontano dagli amici e dagli affetti: Ogni ragazzo vuole gioire, fare l' amore, andare a lavorare, ma, fare la guerra è tutt' altro affare: [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 maggio 2009
taniamarina

Cimino non ha pietà. Anche se de Niro è bravissimo nela sua parte, l'interpretazione di Christopher Walken è semplicemente mozzafiato, ed è un peccato che non riuscirà più a fare un film degno della sua recitazione. Questo è un film che mutila l'anima, mette a nudo le contraddizioni e le realtà intollerabili della guerra, sfumando in una malinconia che fa male, supportata dalla Cavatina di Meyers, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 17 febbraio 2016
Teach

Questo film è uno dei miglior film di guerra di sempre davvero impressionante con le scene di guerra e quelle della vita quotidiana dei protagonisti lo fanno uno dei miglior film di sempre

venerdì 2 ottobre 2015
carlo02

Recentemente ho visto il bel documentario su John Cazale , attore , all'epoca compagno di Meryl Streep , che morì prima delle fina delle riprese del film . Venendo a conoscenza dell'insistenza delle star del film ( De Niro in primis) per averlo nel cast pur sapendo che difficilmente avrebbe completato le riprese , ho sentito il bisogno di rivedere un film che ho sempre molto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 maggio 2011
il cinefilo

Oltre a quanto ho già scritto in precedenza vorrei aggiungere un altro interessante tipo di"argomentazione"che emerge dal film:quello della personalità umana e di come essa possa venire radicalmente stravolta e distrutta dall'esperienza della guerra(fermo restando che si riesca ad uscirne vivi). Mike,Nick e Steven,operai di una fabbrica in Pennsyilvania,sono tre grandi [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 maggio 2010
il cinefilo

IL CACCIATORE di Micheal Cimino si può definire a tutti gli effetti uno dei film più belli che gli anni settanta ci abbiano mai consegnato. TRAMA: Il film racconta la storia di tre operai della Pennsylvania le cui esistenze verranno letteralmente stravolte dalla tragedia del conflitto in Vietnam e dal trauma della "roulette russa".

martedì 8 dicembre 2009
Luca Scialo

Film lungo, a tratti noioso, ma che può piacere anche per questo. Uno dei tanti critici verso la guerra in Vietnam, facendolo soprattutto evidenziando la vita antecedente e successiva dei protagonisti. Esemplare la festa di arrivederci ai soldati che partiranno, o quando Mike va alla ricerca di Walken datosi alla roulette russa restando a Saigon. Un film che qualcuno reputerà un capolavoro, altri noioso. [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 settembre 2012
Fabian T.

"Il cacciatore" è un buon film, girato egregiamente e recitato alla perfezione; ottimo banco di prova per professionisti come Christopher Walken (cui andò un meritato Oscar) e Meryl Streep. Ormai un cult movie dei tempi andati, quando davvero la recitazione e la costruzione narrativa erano tutto. Grande merito di uno sfuggente e inclassificabile regista come Cimino.

Frasi
Ricordati: un solo colpo. Il cervo non ha un fucile, e tu devi sparare un solo colpo. Questà è lealtà!
Una frase di Michael Vronsky (Robert De Niro)
dal film Il cacciatore - a cura di Shippo
winner
miglior film
Premio Oscar
1978
winner
miglior regia
Premio Oscar
1978
winner
miglior attore non protag.
Premio Oscar
1978
winner
miglior montaggio
Premio Oscar
1978
winner
miglior suono
Premio Oscar
1978
winner
miglior suono
Premio Oscar
1978
winner
miglior suono
Premio Oscar
1978
winner
miglior suono
Premio Oscar
1978
winner
miglior regia
Golden Globes
1979
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati