Gangster Story

Film 1967 | Drammatico 65 min.

Titolo originaleBonnie and Clyde
Anno1967
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata65 minuti
Regia diArthur Penn
AttoriWarren Beatty, Faye Dunaway, Gene Hackman, Michael J. Pollard, Estelle Parsons, Gene Wilder Denver Pyle, Dub Taylor, Evans Evans.
TagDa vedere 1967
MYmonetro 4,39 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Arthur Penn. Un film Da vedere 1967 con Warren Beatty, Faye Dunaway, Gene Hackman, Michael J. Pollard, Estelle Parsons, Gene Wilder. Cast completo Titolo originale: Bonnie and Clyde. Genere Drammatico - USA, 1967, durata 65 minuti. - MYmonetro 4,39 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Gangster Story tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Il film narra le gesta di due giovani banditi, Bonnie e Clyde, veramente esistiti nell'America della grande depressione. Il film ha ottenuto 10 candidature e vinto 2 Premi Oscar, ha vinto 2 David di Donatello,

Gangster Story è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,39/5
MYMOVIES 4,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,21
ASSOLUTAMENTE SÌ
Trailer

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Un'opera spartiacque, rivoluzionaria per i limiti consentiti dai generi cinematografici e mai intaccata dal tempo.
Recensione di Emanuele Sacchi
Recensione di Emanuele Sacchi

Midlothian, Texas, 1931. Bonnie Parker è una cameriera, Clyde Barrow rapina banche. È amore a prima vista ed è l'inizio di una "carriera" criminale che li rende il terrore della polizia e i beniamini della povera gente del Sud degli States.

Nell'ambito della storiografia sul cinema e non solo, si è soliti far coincidere Gangster Story di Arthur Penn con l'inizio della New Hollywood, quel movimento di autori che affonda le proprie radici nei Sessanta per poi dominare i Settanta, fino a rendere un nuovo canone l'innovazione, tematica e stilistica, del linguaggio cinematografico.

Il lieto fine e il découpage classico cedono il passo a una rivoluzione dei costumi, della sessualità, dei generi cinematografici. Gangster Story lo mette in chiaro sin dalle prime inquadrature. Faye Dunaway, una Bonnie Parker prigioniera di una provincia che le sta troppo stretta, è un concentrato di sensualità e inquietudine. La macchina da presa la insegue con movimenti a mano, ne inquadra il corpo privo di veli, ne esalta la carica erotica. Quando Bonnie conosce Clyde Barrow le scintille di sensualità si caricano di arditi doppi sensi, in un contrasto voluto con le difficoltà che caratterizzeranno il ménage della coppia. Warren Beatty e Faye Dunaway, immortalati nello splendore della loro gioventù, sono da subito icone dall'elevato tasso di glamour: "Cattivi maestri" a cui è impossibile resistere. Bonnie e Clyde sono eroi perdenti e irresistibili, mescolano attitudine e ideali da Robin Hood, un amore per le pistole e le mitragliatrici tutto americano a un appeal da coppia perfetta. Che tale non è, come ogni coppia "perfetta" che si rispetti. Ma è soprattutto il loro rapporto con i media a cementare il mito di Bonnie e Clyde e a interessare Penn. La sequenza delle foto in compagnia del ranger Denver Pyle in manette o il rapporto morboso con i titoli dei giornali, sui quali i due sono ansiosi di comparire, fanno comprendere l'attualità della lezione di Penn e dello script impeccabile di Robert Benton e David Newman.

Bonnie e Clyde non sono ladri infallibili, meno che mai strateghi del crimine: sono soprattutto due ragazzi disposti a tutto pur di abbandonare il destino ineluttabile di chi vive ai margini di ciò che conta, di chi è costretto a osservare le torte in vetrina senza poterle mai assaggiare. La sete di notorietà e il miraggio di una vita da star li porta a violare ogni tabù, compreso quello di non uccidere. Molte le sequenze consegnate alla storia del cinema, in primis l'epilogo, di una violenza e una negatività senza precedenti, a lungo prefigurato dai primi piani, di crescente sofferenza, su Bonnie/Dunaway. Penn ci aiuta a simpatizzare con la gang dei Barrow, ci rende complici, ci invita a entrare in sintonia con i loro obblighi e le loro scelte irreversibili. Un andamento che finisce per amplificare l'effetto apocalittico dell'epilogo, negazione di ogni lieto fine, monito imperituro sulla differenza tra libertà e licenza e sui confini inviolabili del sogno americano. La violenza grafica, dai colori squillanti, e la negatività del film di Penn - le morti sono sempre lente e dolorose, con dettagli ai limiti del truculento - sono parte integrante della riflessione pessimistica dell'autore sui mali incurabili dell'America. Sullo sfondo, intanto, campeggiano i manifesti elettorali di Franklin Delano Roosevelt e dell'uscita dalla Grande Depressione.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dallas, 1933: Clyde Barrow, giovane ladro d'auto, e Bonnie Parker, cameriera, si mettono insieme e diventano, con alcuni complici, la banda di rapinatori di banche più famosa d'America. Fu così grande la sua influenza nei vari campi (la moda degli anni '30, la diffusione della violenza nel cinema, uso del rallentatore, ecc.) che risulta difficile valutarne serenamente i valori espressivi. Film capitale nella storia del genere gangsteristico e nell'itinerario di Penn. Immaturi, disadattati, ribelli, Bonnie e Clyde si esprimono con una violenza frenetica e un'esuberanza fisica che è anche un allegro gioco di atti e gesti. In base alla bella sceneggiatura di David Newman e Robert Benton (scritta per F. Truffaut), il regista non segue la tradizione romantica delle coppie ribelli e disperate e non concede ai suoi personaggi la consapevolezza della rivolta: il loro resta gioco, tragico ma gioco. Ebbe 11 nomination agli Oscar vincendone 2 per la fotografia di Burnett Guffey e la caratterista Parsons che interpreta la cognata di Clyde.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
GANGSTER STORY
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€10,89 €Scopri
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 1 settembre 2017
matteo bettini 15 gennaio

Il film racconta le imprese e le gesta criminali di due giovanissimi statunitensi: Bonnie Parker e Clyde Barrow (entrambi erano nati nel Texas: Rowena lei, Telico lui). Un'ascesa irrefrenabile e senza via di scampo, che li condusse da due poveri disadattati, quasi emarginati (come li aveva etichettati la società in cui vissero - si era negli anni della Grande Depressione americana) a due [...] Vai alla recensione »

domenica 2 agosto 2009
Adriano Lotito

Arthur Penn fa parte di quel gruppetto di registi (insieme a Elia Kazan, Nicholas Ray e qualcun altro) che costituirono un ponte dalla golden age hollywoodiana anni Cinquanta al Nuovo Cinema Anni Settanta. "Bonny and Clyde" è proprio un anello di congiunzione tra le due epoche, un gioiello d'ineguagliabile comicità e leggerezza, una tragico pamphlet sociopolitico che anticipa gli scottanti temi affrontati [...] Vai alla recensione »

lunedì 30 aprile 2012
Filippo Catani

Dallas anni '30. Un giovane ladro d'auto (Clyde) e una avvenente cameriera (Bonnie) si incontrano casualmente e finiranno per formare la coppia di rapinatori più famosa d'America finendo per coinvolgere anche un ingenuo meccanico e il fratello di Clyde. Il tutto attraversando un'America sconvolta dal crollo del '29. Bellissimo film che non può non piacere agli amanti [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 dicembre 2019
Great Steven

GANGSTER STORY (USA, 1967) di ARTHUR PENN. Interpretato da WARREN BEATTY, FAYE DUNAWAY, GENE HACKMAN, MICHAEL J. POLLARD, ESTELLE PARSONS, GENE WILDER, DENVER PYLE Nel Texas, durante la Grande Depressione, il ladro Clyde Barrow tenta di derubare l’autovettura alla cameriera Bonnie Parker, ma fallisce. In compenso, fra i due scatta subito una spontanea intesa che porta alla fondazione di una [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 dicembre 2010
il cinefilo

Il regista Arthur Penn porta sullo schermo,con questa pellicola,fedelmente(o quasi)la tragica vicenda della coppia di amanti Clyde Barrow e Bonnie Parker(le cui imprese criminali più note avvennero tra il 1930 e il 1934 prima di cadere in un imboscata di su cui il film ci offre una sequenza violenta molto verosimile se confrontata con i fatti reali)ed è entrato da subito a far [...] Vai alla recensione »

martedì 20 ottobre 2015
Renato C.

Un film che ha avuto uno strepitoso successo quando è uscito (primavera 1968), poi caduto un po' nel dimenticatoio! Ebbene per fortuna in TV hanno deciso di riproporlo, e rivederlo mi è piaciuto moltissimo!! Un film su persone realmente esistite che ha un po' del western ambientato in tempi moderni, che si segue bene col sottofondo di colonna sono country e che non annoia mai! E' praticamente il film [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 agosto 2012
paride86

Interpretazioni perfette e ritmo serrato per un film molto gangsteristico ma altrettanto poco noir. Gli eventi si susseguono a volte con toni da commedia, altre con malinconia e strazio. E' un film che sente molto il peso degli anni, nonostante la psicologia dei personaggi sia molto profonda e moderna.

lunedì 3 agosto 2009
atticus

Un film che ha cambiato per sempre il linguaggio cinematografico, spingendosi oltre i limiti imposti dalle majors. Il risultato è semplicemente grandioso, epico e struggente, con geniali scelte registiche, atmosfere immortali e interpretazioni ormai leggendarie. Imprescindibile. Un cult vertiginoso!

domenica 1 marzo 2015
il befe

bello

sabato 30 maggio 2009
freddyno

Film molto bello ed essenziale,da vedere assolutamente

giovedì 17 giugno 2010
germi86

La storia della nascita e della fine della mitica coppia di criminali  Bonnie and Clyde,interpretati da Warren beatty(attore che cmq non mi piace più di tanto)e Faye Dunaway. Film da vedere. nel film anche Gene Hackman e in una breve scene Gene Wilder..SI PUO' FAREEEEEEEEEE

Frasi
Che bei baffoni che hai, sembrano il manubrio di una motocicletta. Se avessi anche le ruote, ti monterei a cavallo.
Dialogo tra Bonnie Parker (Faye Dunaway) - Frank Hamer (Denver Pyle)
dal film Gangster Story
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
A. O. Scott
The New York Times

THE story of "Bonnie and Clyde" has been told so many times that it has acquired the patina of legend. It's the kind of historical fable that circulates to explain how the world once was and how it came to be the way it is now: a morality tale in which the wild energies of youth defeat the stale certainties of age, and freedom triumphs over repression.

winner
miglior attrice non protag.
Premio Oscar
1968
winner
miglior fotografia
Premio Oscar
1968
winner
miglior attore straniero
David di Donatello
1968
winner
miglior attrice straniera
David di Donatello
1968
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati