Il disco volante

Film 1964 | Commedia 94 min.

Regia di Tinto Brass. Un film con Monica Vitti, Alberto Sordi, Eleonora Rossi Drago, Silvana Mangano, Carlo Mazzarella. Cast completo Genere Commedia - Italia, 1964, durata 94 minuti. - MYmonetro 3,00 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il disco volante tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento mercoledì 2 febbraio 2022

Una povera contadina del Veneto riesce a catturare un marziano sceso sul nostro pianeta con un disco volante.

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
News
Premi
Cinema
Trailer

Una povera contadina del Veneto riesce a catturare un marziano sceso sul nostro pianeta con un disco volante. La donna trasforma l'avvenimento in un affare vendendo l'extraterrestre ad un omosessuale che non intende certo servirsene per scopi scientifici. Il povero marziano viene eliminato dalla madre dell'omosessuale il quale, insieme a tutte le persone che sostenevano d'aver visto il disco volante, finisce in manicomio.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

I marziani sbarcano nel Veneto. C'è chi li strumentalizza, chi li sfrutta e chi li uccide. I pochi ingenui che li prendono sul serio finiscono in manicomio. È il solo film in cui il multiforme Sordi (fa 4 parti) s'è arrischiato nella fantascienza, sia pure nelle cadenze di un'operetta satirica e morale con messaggio incorporato.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

In un piccolo paese del Veneto, qualcuno sostiene di aver visto scendere dal cielo un disco volante. Il brigadiere dei carabinieri Berruti svolge le indagini con solerzia, ma i superiori intendono chiudere la faccenda al più presto e senza scalpore. In realtà, il disco volante è atterrato per davvero, ma il suo occupante, dopo essere stato catturato da una contadina che lo ha ceduto ad un effemminato conte Crosara, è stato ucciso e gettato in un pozzo dalla madre di costui. Il conte viene rinchiuso in manicomio e con lui verranno internati, l'uno dopo l'altro, anche tutti i personaggi coinvolti nel caso, compreso il brigadiere.
Tinto Brass si serve della fantascienza per imbastire una satira di costume. Il suo obiettivo punta sui vizi segreti della provincia italiana del Nord Est ricco e conservatore. Preti e contadini, nobiluomini e nobildonne, rappresentanti della legge e scemi del villaggio, costituiscono le diverse sfaccettature di una borghesia campagnola e cittadina gradita al potere fin quando si mantiene in silenzio, ma inaccettabile quando imprudentemente lascia scoprire una identità corrotta o anticonformista. All'uscita, il film non riscosse molto successo ed oggi, più che per i contenuti, viene ricordato per la presenza di un cast eccezionale dominato dal mattatore Sordi che interpreta con maestria i quattro ruoli del brigadiere, del parroco Don Giuseppe, del conte e del Marsicano.©

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 1 aprile 2017
Parsifal

Quarto film per il regista  Tinto Brass, molto prima che imboccasse la strada dell'erotismo. Girato nel 1964, sceneggiato da Rodolfo Sonego, ambientato in Veneto, terra natia del regista, narra una vicenda apparentemente improntata su un episodi fantascientifico, ossia l'arrivo di un astronave in un piccolo paesino di provincia. In realtà, si tratta solo di un pretesto per sviscerare [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 luglio 2011
Luca\S

Alberto Sordi ha fatto un'altra incursione nella fantascienza con un suo titolo, Io e Caterina  del 1980, uno dei primi film in cui si parlava di robotica e sentimenti, ingenuo e datato, ma pur sempre fantascientifico. 

Frasi
[Sordi]...dare un senso alla vita può condurre alla follia ma una vita senza senso è la tortura
dell'inquietudine e del vano desiderio, è una barca che anela al mare eppure lo teme
[Vitti] dime porca che me piase de più!
Dialogo tra Dolores (Monica Vitti) - Il brigadiere Vincenzo Berruti; Il ragioniere Dario Marsicano; Don Giuseppe; Il conte Momi Crosara (Alberto Sordi)
dal film Il disco volante - a cura di geko
PUBBLICO
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati