Nazarin

Film 1958 | Drammatico 94 min.

Regia di Luis Buñuel. Un film Da vedere 1958 con Francisco Rabal, Marga López, Rita Macedo, Jésus Fernandez, Ignacio Lopez Tarso. Cast completo Genere Drammatico - Messico, 1958, durata 94 minuti. - MYmonetro 3,50 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Nazarin tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Nazarin è un poveraccio che vive di elemosine nel Messico prerivoluzionario. Ma è qualcosa di più del solito peone emarginato: a suo modo è un profeta... Il film è stato premiato al Festival di Cannes,

Nazarin è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,50/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,75
ASSOLUTAMENTE SÌ
Le disavventure di un aspirante profeta.

Nazarin è un poveraccio che vive di elemosine nel Messico prerivoluzionario. Ma è qualcosa di più del solito peone emarginato: a suo modo è un profeta, un idealista che cerca di realizzare in terra l'ideale di bontà e di carità di Cristo. Ma gli van tutte male. Dopo umiliazioni e batoste, viene condannato e mandato al patibolo.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dal romanzo (1895) di Benito Pérez Galdós: intorno al 1900 nel Messico feudale del dittatore Porfirio Diaz, Nazarin è un giovane sacerdote che vive povero tra i poveri, praticando fino all'eroismo la lezione evangelica. Le virtù che pratica, però, si rivoltano contro sé stesso e contro il suo prossimo. Il tema maggiore del film è chiaro: l'innesto di don Chisciotte in una parafrasi della passione di Cristo: per Buñuel, anche applicato con eroismo, il cristianesimo non può cambiare il mondo. Ideologia a parte, è ammirevole per la sincerità e la passione che lo animano, il controllo dello stile, l'esatto disegno dei personaggi, la limpidezza espositiva. Insolitamente sobrio il bianconero di Gabriel Figueroa. Premio speciale della giuria a Cannes 1959. Opera capitale nel percorso di Buñuel, contrassegnata da un "pessimismo radicale che si alimenta di una costante tensione tra volontà e casualità dove a prevalere, alla fine, è sempre la seconda" (A. Bernardi).

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
NAZARIN
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+

-
-
-
-
-
-
TheFilmClub
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Amazon Prime Video

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€4,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 6 giugno 2012
fedeleto

In un mondo dove non c'e' ideale e speranza,chi puo' portarla?Nazarin e' il suo nome.Nazarin e' un prete missionario che vive tra i poveri e tenta di donare tutto quello che ha vivendo di carita'.Un giorno una prostituta dopo aver ucciso una donna si rifugera' da lui dando vita alle malelingue che lo provocano,e come se non bastasse anche un altra donna molto sensibile [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 marzo 2011
Luca Scialo

Siamo nel Messico d'inizio '900. Un Messico povero, stretto nella morsa dei soprusi della dittatura militare da un lato e da una Chiesa poco incline alla comprensione e alla carità dall'altro. Oasi nel deserto sembra essere Nazarin, giovanissimo sacerdote dalla francescana vicinanza ai poveri e alle cose semplici della vita. Aiuta una donna ricercata dalle autorità tenendola [...] Vai alla recensione »

venerdì 4 gennaio 2019
Great Steven

NAZARIN (MEX, 1958) diretto da LUIS Buñuel. Interpretato da FRANCISCO RABAL, MARGA LòPEZ, RITA MACEDO, JESùS FERNàNDEZ, IGNACIO LòPEZ TARSO, OFELIA GUILMàIN, LUIS ACEVES CASTAñEDA, ROSENDA MONTEROS Dal romanzo, edito per la prima volta nel 1895, di Benito Pérez Galdós. Intorno al 1900 Nazarin, giovane prete messicano, vive nel suo paese [...] Vai alla recensione »

mercoledì 21 settembre 2011
cineamatore

Definire "Nazarin" un film di denuncia anti-cristiana,vorrebbe dire analizzare solo la superfice di questo mirabile affresco Buñuelliano,affresco che affronta con razionale freddezza una società logorata nelle sue più radicate credenze,che ci viene mostrata,mediante l'uso un realismo esasperato,portato al paradosso e quindi fatto esplodere in autentici sprazi di surrealismo puro,nella sua più brutale [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 giugno 2009
El Gu

..perchè continui a lavorare in questo mondo se non conosci il cinema, se non lo capisci, se non lo ami?!!! Come sempre pessimo sia nella valutazione che nella recensione..Le trame ogni volta sono banalizzate e spesso inesatte, quasi sempre poi viene svelato il finale (errore imperdonabile per un dizionario di cinema), ma soprattutto la critica è sempre di una superficialità paurosa, demoralizzante. [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 giugno 2017
Francis Metal

Ecco cosa succede se segui il vangelo. Ti prenderanno tutti per matto, ti alzeranno le mani, ti scambieranno per eretico, blasfemo, eppure quello è il vangelo!  Bunuel da ateo fa vedere chi sono i veri cristiani, mentre negli altri film ha criticato le ipocrisie e i vizi dei presunti cristiani. Qui si vede chi è cristiano e chi non lo è, chi mette in pratica il vangelo e [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 giugno 2017
Francis Metal

Ecco cosa succede se segui il vangelo. Ti prenderanno tutti per matto, ti alzeranno le mani, ti scambieranno per eretico, blasfemo, eppure quello è il vangelo!  Bunuel da ateo fa vedere chi sono i veri cristiani, mentre negli altri film ha criticato le ipocrisie e i vizi dei presunti cristiani. Qui si vede chi è cristiano e chi non lo è, chi mette in pratica il vangelo e [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Adelio Ferrero
Cinema Nuovo

Il tema dei film - grandezza e sconfitta di un cristianesimo radicale, vissuto sino al "paradosso" - si risolve tutto nell'unicità del protagonista, che ha lo spessore di un personaggio ricco e contraddittorio e la trasparenza dell'implacato discorso etico che lo sottende, mentre le altre figure vivono solo di riflesso, attratte o respinte dal concentrato fervore di questo Cristo spodestato e febbrile [...] Vai alla recensione »

winner
premio speciale
Festival di Cannes
1959
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati