Not Quite Hollywood: The Wild, Untold Story of Ozploitation!

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblicon.d.
Glory Annen
Glory Annen 5 Settembre 1952 Interpreta Se stessa
Alan Arkin
Alan Arkin (86 anni) 26 Marzo 1934 Interpreta Se stesso (materiale d'archivio)
Steve Bisley
Steve Bisley (68 anni) 26 Dicembre 1951 Interpreta Se stesso
Graeme Blundell
Graeme Blundell (75 anni) 7 Agosto 1945 Interpreta Se stesso
Broderick Crawford
Broderick Crawford 9 Dicembre 1911 Interpreta Se stesso (materiale d'archivio)
Lynette Curran
Lynette Curran   Interpreta Se stessa
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Trailer
primo piano
I film di serie B in Australia presentati da Tarantino
Alessandro Berti     * * * 1/2 -

Il protagonista è la aussie wave, il cinema australiano degli anni Settanta definito Ozploitation, ovvero una valanga di b-movie. Verso metà degli anni Settanta viene introdotto il divieto "R", cioè restricted, grazie al quale diventa possibile proiettare scene di nudo, usare linguaggio volgare e naturalmente questo è solo l'inizio. L'Ozploitation vende all'estero i suoi prodotti con grande successo e fa vivere ai drive in australiani le loro ultime stagioni di successo prima di essere distrutti.
Cicerone di questo viaggio nel trash australiano non poteva che essere Quentin Tarantino, amante viscerale di questo cinema. Svela una citazione di Kill Bill debitrice di Patrick, film del 1978 di Richard Franklin dove il protagonista è in coma su un letto d'ospedale e l'unica sua attività è sputare verso chi si avvicina a lui. I generi si differenziano sempre di più, dando vita a opere sui licantropi, vampiri, bikers movie e commedie con un forte utilizzo di effetti speciali. In linea infatti con la produzione, gli artefici di questi film danno la ricetta per realizzare un perfetto vomito: insalata di patate, mais, pomodori, salsa e una spruzzata di limonata per dare l'effervescenza.
I protagonisti sono principalmente registi e produttori dell'epoca e meritano tutti una citazione per permettere al lettore di lanciarsi in ricerche sul web: Phillip Adams, Steve Bisley, Philippe Mora e Richard Brennan sono tra gli intervistati e tra gli esponenti di spicco della Ozploitation. Come nelle migliori correnti di eccesso, non mancano attori popolari che partecipano in questi film. Dennis Hopper in Mad Dog Morgan recita praticamente sempre ubriaco mentre David Hemmings porta un po' di british style a riequilibrare il sistema.
Il regista Mark Hartley compie un ottimo lavoro, partendo da un materiale già di per sé molto vivo e costruisce un documentario veloce e divertente, non troppo cinefilo e di grande coinvolgimento per lo spettatore.

Stampa in PDF

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Not Quite Hollywood: The Wild, Untold Story of Ozploitation! adesso. »

Lightened Loads

di Anthony Lane The New Yorker

Soul is not the first ingredient that we associate with exploitation movies, and the recipe we find in "Not Quite Hollywood" feels bracingly traditional. This is a documentary, directed by Mark Hartley, about the lower reaches of the Australian film industry in the nineteen-seventies and early eighties, which were driven by the unabashed conviction that cars exist to be trashed, breasts to be revealed, and arteries to be sliced. The titles alone would have found favor with Roger Corman: "Deathcheaters," "Pacific Banana," and "The Day After Halloween. »

Armed and Dangerous in Australia

di Jeannette Catsoulis The New York Times

A feast of mammaries, monsters and bloody mayhem, “Not Quite Hollywood: The Wild, Untold Story of Ozploitation!” is an affectionate, rollicking guide to the drive-in classics of Australian filmmaking from the 1970s and ’80s. Throwing no more than a bone to the sociologists, Mark Hartley directs with fan-boy enthusiasm, his hyperactive style perfectly tuned to the movie’s wealth of trashy clips and trash-talking interviewees. Filmmakers, actors, critics—they’re all here to dish and reminisce. “I never thought that Australia needed culture,” confesses the irrepressible Barry Humphries (better known to American audiences as Dame Edna), whose hilarious potshots at “Picnic at Hanging Rock” are some of the movie’s few G-rated moments. »

Not Quite Hollywood: The Wild, Untold Story of Ozploitation! | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Alessandro Berti
Rassegna stampa
Jeannette Catsoulis
Rassegna stampa
Anthony Lane
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Frasi | Rassegna Stampa | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità