MYmovies.it
Advertisement
N.I.C.E. Russia 2012, vince C'è chi dice no

L'opera prima di Giambattista Avellino fa incetta di premi.

In foto i protagonisti di C'è chi dice no in una scena del film.
Paola Cortellesi (45 anni) 24 novembre 1973, Roma (Italia) - Sagittario. Interpreta Irma nel film di Giambattista Avellino C'è chi dice no.

giovedì 19 aprile 2012 - News

Unica commedia del Festival, C'è chi dice no, opera prima di Giambattista Avellino, già vincitore a N.I.C.E. San Pietroburgo, fa man bassa di premi a Mosca aggiudicandosi il "Premio del Pubblico N.I.C.E. Russia 2012" e il Premio "Bozzetto d'Oro" per la scenografia di Marco Belluzzi assegnato da una giuria presieduta da Naum Kleiman, direttore del Museo Kino di Mosca.
Il successo della commedia intelligente e raffinata del regista livornese di nascita, approdato alla regia dopo una lunga esperienza come sceneggiatore di fumetti, miniserie tv, programmi televisivi e commedie cinematografiche, è l'ennesima conferma che la commedia italiana, quando affronta un tema drammatico come la raccomandazione e il precariato, rinuncia all'happy-ending rassicurante ed evita la risata fine a se stessa riesce a parlare un linguaggio che valica i confini nazionali.

"Che dire... comincio a pensare di trasferirmi in Russia!" ha commentato il regista. "Il pubblico russo è veramente emozionante. La sala cinematografica, molto grande, strapiena. Il pubblico riesce a coinvolgerti completamente. Dopo la proiezione si trattiene a lungo e fa domande su tutto... da Monti-Berlusconi-i grandi sistemi-la corruzione a qual è la mia squadra di calcio o il mio regista preferito. Tutti i film hanno entusiasmato la platea. La gente ci riconosce per strada ed è commovente vedere tutta questa attenzione e curiosità verso il cinema italiano. Ma sopratutto il pubblico russo è affamato di commedie che, nonostante la grande tradizione del paese, non vengono più prodotte. Il loro senso dell'umorismo, il loro modo di porsi di fronte alla vita sono molto simili ai nostri... per questo non si perdono nessuna battuta!".

Molti applausi anche per il documentario Hit The Road, Nonna del regista fiorentino Duccio Chiarini, che a grande richiesta del pubblico verrà riproiettato alla scuola di cinema VGIK – Istituto Statale pan-russo di cinematografia (s.a. Gerasimov) in un incontro con gli studenti coordinato da Naum Kleiman, Direttore Museo Kino Mosca.

Soddisfatta per un Festival in continua crescita il direttore Viviana del Bianco: "Quest'anno l'affluenza di pubblico è andata oltre ogni aspettativa. Sono state registrate 18.000 presenze e i media locali e internazionali hanno seguito tutta la manifestazione. Addirittura io e Naum Kleiman siamo stati riconosciuti e fermati per le strade di Mosca! Mi auguro anche che la presenza dei distributori e produttori russi in sala durante le proiezioni possa portare alla vendita in Russia dei film presentati da N.I.C.E.".

Fotografatissimimi Nikita Michalkov, autorevole rappresentante del panorama cinematografico russo, presente per un saluto all'apertura del Festival N.I.C.E. e Valeria Solarino, fasciata in un elegante abito da sera, nelle vesti di madrina e di testimonial del cinema italiano che ha soddisfatto pienamente le aspettative di stampa e pubblico.
"Per me è una grandissima emozione. Sono molto legata al N.I.C.E. che mi ha portato tanta fortuna. Il premio vinto con Viola di Mare nel 2009 mi ha portato a New York alla Susan Batson Studio, mi ha aperto un mondo nuovo, un mondo diverso con il quale confrontarmi e al quale noi attori guardiamo spesso come riferimento. I Festival N.I.C.E. hanno la capacità di farti entrare in contatto diretto con la realtà culturale locale. Il pubblico che riempe le sale è quello locale, a New York o a Mosca. Credo che N.I.C.E. sia uno dei pochi festival in cui c'è un reale scambio di opinioni e di cultura tra il pubblico e chi fa cinema. E capita di scoprire con piacere che c'è attenzione e tanto interesse per il cinema italiano all'estero. Eventi come quelli organizzati da N.I.C.E. sono importanti per la diffusione del cinema italiano."

A Denis Viren, studente del VGIK – Istituto Statale pan-russo di cinematografia (s.a. Gerasimov) redattore della rivista Kinovedceskie Zapiski, la borsa di studio di 1.000 euro intitolata ad Alexander Gimelfarb Award, scienziato in biologia e genetica nato a San Pietroburgo e sostenitore del grande schermo.
Ma il viaggio dei film N.I.C.E. in Russia non termina qui. A partire dal 24 aprile si potranno vedere i film N.I.C.E. nelle città di Vladivostock, Kaliningrad, Samara, Perm, Togliatti e Novosibirskin nei festival organizzati da N.I.C.E. in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di Mosca.

Gallery


Alessandro Aronadio al N.I.C.E. Russia 2012.
Giambattista Avellino al N.I.C.E. Russia 2012.
Giambattista Avellino al N.I.C.E. Russia 2012.
Giorgia Cecere al N.I.C.E. Russia 2012.
Valeria Solarino al N.I.C.E. Russia 2012.
La premiazione di uno studente al N.I.C.E. Russia 2012.
La premiazione di uno studente al N.I.C.E. Russia 2012.
Valeria Solarino al N.I.C.E. Russia 2012.
Il pubblico del N.I.C.E. Russia 2012.
Valeria Solarino al N.I.C.E. Russia 2012.
Valeria Solarino con Nikita Michalkov al N.I.C.E. Russia 2012.
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati