Redacted

Acquista su Ibs.it   Dvd Redacted  
Un film di Brian De Palma. Con Kel O'Neill, Ty Jones, Izzy Diaz, Rob Devaney, Patrick Carroll.
continua»
Guerra, durata 90 min. - USA, Canada 2007. MYMONETRO Redacted * * * 1/2 - valutazione media: 3,69 su 48 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,69/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Un film tra il documentario e la finzione: spezzoni di telegiornali si alternano alle riprese effettuate nel corso dei processi e ai filmati girati dai soldati in Iraq.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Brian De Palma torna a denunciare i vizi del sistema
Marzia Gandolfi     * * * * -

Iraq, 2006. Una pattuglia di soldati americani, soffocati dal caldo e annoiati dalla ripetitività della missione, decide durante una partita a poker di appagare i propri appetiti sessuali stuprando un'adolescente. Rush e Flake, imbottiti di droga, fanno scempio della ragazza e della sua famiglia, McCoy, contrario sin dal principio all'iniziativa, fa la guardia alla casa mentre Salazar registra l'evento sognando di entrare nella scuola di cinema.
Il soldato McCoy è blandito dal grasso e ottuso Rush, che cerca di convincerlo della legittimità dell'accaduto. Non prende una posizione netta ma col tempo l'indignazione lo condurrà a denunciare alle autorità militari i compagni d'armi, confessando lo stupro che non ha consumato ma nemmeno impedito. L'ostinazione del soldato si spingerà fino alla "pubblicazione" in Internet del video incriminante di Salazar.
Il pessimismo di De Palma sulle possibilità concrete di vittoria del singolo sul Sistema era già stato dichiarato, se pure in maniera più accattivante e con la propensione tutta hollywoodiana al lieto fine, in Vittime di guerra e nel Falò delle vanità. Rispettivamente un morality play e una commedia grottesca sulla bassezza della natura umana e sull'involuzione del sistema capitalista. La questione morale, al centro di queste opere, torna a farsi urgente in Redacted, ispirato a un fatto di cronaca ignorato e passato sotto silenzio.
De Palma rinuncia a fare un cinema politico nel senso hollywoodiano, coniugato a una massiccia dose di spettacolarità, preferendo questa volta una narrazione piana e fluida. In primo piano rimane unicamente il desolante paesaggio umano e morale di un gruppo di ragazzi convinti che l'Iraq sia un pianeta sconosciuto, dove i valori possono essere ribaltati.
Lasciando inalterata o quasi la struttura narrativa di Vittime di guerra e abbandonando i virtuosismi linguistici e l'irrefrenabile inquietudine della macchina da presa, il regista del New Jersey torna a denunciare, o meglio "a mostrare", i vizi del sistema.. Cercando nei blog, nei siti e nei post dei soldati americani in Iraq, De Palma ha recuperato e messo insieme un materiale sconvolgente e scomodo, che ha riversato sullo schermo per sottoporlo a un pubblico più vasto.
Redacted esprime l'avvenuta azione (legale) di "ripulitura" di documenti, foto, lettere, prima della pubblicazione. Il redacting di De Palma monda il "ripulito" restituendo i volti cancellati, recuperando la parola depennata, girando il già girato. La forma del suo cinema muta con la maturazione individuale del regista e in pari misura è determinata dall'evoluzione dei nuovi "formati" di riproduzione della realtà. A partire da queste modalità costruisce un racconto fatto ad arte, scrivendo un documentario francese a cui applica l'Händel kubrickiano. L'ultima ripresa è dedicata al racconto di guerra del soldato McCoy, reduce disperato e morente come il Cavaradossi di Puccini, che suona sul frame stop (melo)drammatico dell'epilogo.

Premi e nomination Redacted MYmovies
il MORANDINI
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
83%
No
17%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Redacted

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
* * * * -

La guerra vista da de palma.

sabato 3 maggio 2008 di Claudio Bagni

La guerra vista da De Palma è la stessa di "Vittime Di Guerra", teatro di ingiustizie e di violentissima crudeltà ingiustificata. Ho trovato molto originale il modo in cui De Palma ha strutturato il film che mostra la realtà vista dagli occhi di un soldato che usa la sua piccola telecamera per realizzare un documentario sull'iraq. Eccezionale la fotografia curata in ogni dettaglio soprattuto nelle riprese statiche dall'alto che mostrano il tramonto e i colori della città. Come in vittime di guerra continua »

* * * * *

L'orrore, l'orrore, l'orrore.....

martedì 11 marzo 2008 di macs a bologna

dopo mann, wenders, altman e lynch, un altro "grosso nome" di hollywood passa al digitale, e il risultato trasforma lui, il suo cinema e la cinematografia tutta. redacted vale come e per certe ragioni perfino più di full metal jacket, apocalypse now e la sottile linea rossa. il gusto per i piani-sequenza, per la verità-menzogna della macchina da presa e per la violenza umana presenti nelle sue precedenti opere qui si perfeziona arrivando a sublimarsi. il mockumentary, ormai vero e proprio genere(forgettin' continua »

* * * * *

Il grande fardello di de palma

mercoledì 26 marzo 2008 di Jack Scalera

Aveva iniziato Spike Lee a raccontare, con il suo splendido La 25° ora, primo film realizzato e uscito poco dopo gli attentati alle Torri Gemelle, il dolore e il disorientamento di una nazione colpita direttamente al cuore con una violenza mai conosciuta prima entro i propri confini. La squadra di registi autori di 11'09''01 ha continuato a sviscerare la questione riflettendo sull’immediata risonanza mondiale avuta dell’attacco e le prime reazioni, mente Oliver Stone l’anno scorso alla Mostra di continua »

* * * - -

Le atrocità di una guerra inutile

lunedì 6 febbraio 2012 di osteriacinematografo

 Samarra, Iraq. Corre l’anno 2006. Un gruppo di cinque soldati americani trascorre giorni di noia mista a tensione rimbalzando fra la base militare, i posti di blocco e piccole missioni. In una notte infame, sotto l’effetto misto di alcool e droghe, quattro di loro fanno irruzione in un’abitazione irachena. Mentre McCoy ammonisce i compagni a riguardo, restando a guardare senza intervenire, Salazar filma due suoi commilitoni stuprare una ragazzina di 14 anni, ucciderla con continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Redacted adesso. »
Shop

INTERVISTE | A diciotto anni da Vittime di guerra il regista torna a mettere in scena una violenza carnale sullo sfondo della guerra.

L'espiazione di brian de palma

venerdì 31 agosto 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Redacted: l'espiazione di Brian De Palma Per espiare la colpa di essere caduto nel meccanismo cinematografico a doppio taglio narrando del Vietnam nel suo Vittime di guerra, diciotto anni dopo la realizzazione di quel film Brian De Palma torna a mettere in scena una violenza carnale sullo sfondo della guerra, spostando il suo obiettivo dalla terra vietnamita a quella attualissima dell'Iraq, con un film documento privo di orpelli narrativi. Protagonisti di Redacted sono un gruppo di giovani soldati che vivono tra la noia e il calore mediorientale e che per uscirne (vivi) registrano le loro giornate su minidv.

De Palma e i crimini in Iraq "Questa e la vera guerra"

di Natalia Aspesi La Repubblica

Ieri sui giornali italiani non c'erano notizie dall'Iraq, negli ultimi quattro giorni, dopo l'ennesimo scontro tra fazioni Sciite, non ci sono stati né scontri né stragi così catastrofici da risvegliare l'interesse dei media, che da quattro anni ormai seguono una guerra diventata come una malattia endemica, diffusa, accettata, senza fine. Forse non c'erano notizie neppure quel giorno del marzo 2006 quando a Mahmoudiyah, a 30 km da Bagdad, cinque soldati americani ubriachi irruppero in una poverissima casa e stuprarono a turno una ragazzina di 14 anni, poi le spararono in faccia e le diedero fuoco, dopo aver sterminato tutta la sua famiglia compresa una sorellina di 6 anni. »

De Palma « Ecco il mio film sull'Iraq che al cinema non vedrete».

di Federica Lamberti Zanardi Il Venerdì di Repubblica

Una base americana, una quindicenne violentata da quattro soldati. È la storia vera di «Redacted», che andrà solo in pay-tv perché nessuno voleva distribuirlo. Dice il regista: «Faccio paura e non vinco mai Oscar, ma almeno sono libero». Quando ho cominciato a girare questo film, sapevo che sarei finito nei guai. Stavo per colpire l'icona più sacra in America: le truppe. Qualsiasi cosa si dica contro la guerra, non si può parlar male dei soldati, dei "nostri ragazzi". Se lo fai, diventi subito un radicale di sinistra, un comunista». »

Scene di guerra: stupri e violenze per cuori forti

di Alberto Crespi L'Unità

Redacted, di Brian DePalma. è il più importante film americano degli ultimi anni ed è un capolavoro che non ci aspettavamo dal regista di Carrie e degli Intoccabili. Non certo perché DePalma non sia un grande regista, tutt'altro: ma perché. un autore «di genere», come lui, alla verde età di 67 anni (li compie l'11 settembre, quando si dice la coincidenza), ha sorpreso tutti con un film a metà tra il pamphlet politico e il cinema sperimentale; un'opera che potrebbe essere firmata da un intellettuale come Noam Chomsky e che ricicla a distanza di 40 anni la lezione del New American Cinema di Robert Kramer e Jonas Mekas. »

"Redacted", pornografia di guerra Reality show firmato Brian De Palma

di Roberta Ronconi Liberazione

Sembra di respirarli, in sala, odori ed emozioni, mentre il film-documento parte come una lenta cavalcata con i soldati semplici che passano le giornate a scacciarsi le mosche dai visi sudati e le notti a guardare le solite donnine nude. Fino a quando la guerra non chiede il suo conto, un caporale salta in aria su un ordigno rudimentale, il suo squadrone si inventa una vendetta: andare a stuprare in gruppo quella puttanella della ragazzina irachena che abita vicino al campo. La cronaca dei fatti realmente accaduti ci guida di notte nella casa della "cagna terrorista" che ha 15 anni e che i soldati palpeggiano ogni giorno al check point quando va a scuola con la sorella minore, ci fa assistere allo stupro, alla strage di tutta la sua famiglia e dei suoi fratelli più piccoli, alla sua testa bucata da una pallottola, al suo corpo che brucia. »

Redacted | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità