Viva l'Italia!

Un film di Roberto Rossellini. Con Paolo Stoppa, Franco Interlenghi, Giovanna Ralli, Renzo Ricci, Oreste Lionello.
continua»
Storico, Ratings: Kids+13, b/n durata 103 min. - Italia 1961. MYMONETRO Viva l'Italia! * * * - - valutazione media: 3,04 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,04/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * 1/2 - -
Paolo Stoppa
Paolo Stoppa 6 Giugno 1906 Interpreta Nino Bixio
Franco Interlenghi
Franco Interlenghi 29 Ottobre 1931 Interpreta Giuseppe Bandi
Giovanna Ralli
Giovanna Ralli (81 anni) 2 Gennaio 1935 Interpreta Rosa
Renzo Ricci
Renzo Ricci 27 Settembre 1899 Interpreta Giuseppe Garibaldi
Oreste Lionello Attilio Dottesio
Attilio Dottesio 16 Luglio 1909 Interpreta Francesco Crispi
   
   
   
Il film narra la conquista del regno delle due Sicilie ad opera dei leggendari Mille di Garibaldi e si conclude con la partenza del condottiero.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
    * * * - -

Il film narra la conquista del regno delle due Sicilie ad opera dei leggendari Mille di Garibaldi e si conclude con la partenza del condottiero vittorioso per il volontario esilio di Caprera.

Premi e nomination Viva l'Italia! MYmovies
Sei d'accordo con questa recensione?


Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
83%
No
17%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
giuseppe garibaldi
"Qui si fa l' Italia o si muore"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Giuseppe Garibaldi
Non merito di essere festeggiato,mangio e bevo come voi!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

di Guido Fink Cinema Nuovo

Diffidiamo per inveterata abitudine delle occasioni celebrative, ma ritornare, in pieno clima Italia sessantuno, alla pagina più gloriosa e leggendaria del nostro primo Risorgimento poteva essere un’occasione importante. Era dal 1933 che l’argomento non veniva più degnamente affrontato: in quindici anni di democrazia, il cinema italiano aveva saputo dedicare a Garibaldi solo il disgraziato Camicie rosse. Non a caso Rossellini e i suoi collaboratori si sono basati, nella scelta delle fonti, più sul Bandi che sull’Abba: alle “noterelle” in apparenza modeste, in realtà letterariamente elaboratissime e vibranti di sentimenti maiuscoli, cui si era tenuto fedele Blasetti nel suo vecchio e generoso affresco, si sostituisce la prosa quadrata, ammiccante e simpatica de I Mille, un ottimo punto di partenza. »

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Viva l’Italia, è stato realizzato da Roberto Rossellini “nel quadro del primo centenario dell’unità d’Italia” ed è ispirato perciò a quegli avvenimenti che, un secolo fa, contribuirono a unificare il nostro paese, a cominciare dalla spedizione dei Mille. A differenza però di Alessandro Blasetti che, quasi vent’anni fa, precorrendo il neorealismo, con il suo 1860, di Garibaldi e dei Mille ci aveva dato una immagine asciutta, riarsa, tesa fino quasi allo spasimo in un connusco clima di poesia, Rossellini si è attenuto qui ad una narrazione episodica, dando largo spazio alle pagine storiche, ai retroscena politici, ai piccoli fatti di cronaca e mettendo dichiaratamente l’accento sulla figura centrale di Garibaldi, interpretata in una chiave che, se resta tradizionale quando di quel carattere ci esprime i proverbiali aspetti di generosità, di filantropia e di coraggio, si fa volutamente dimessa quando cerca di metterne in luce i lati più domestici ed umani, la miopia, la necessità di leggere i proclami e non di improvvisarli, i reumatismi, le pantofole, il caffè a letto, ed altro ancora. »

di Giuseppe Marotta

Quanto dolore costa, ogni palmo di suolo italiano che ci regge? Quanta furia e quanta pazienza, quanta abnegazione e quanta follia, quanto limpido e torbido sangue? A voi, computisti: battete col piede il terreno e calcolate, calcolate. Informateci. Ripeteteci continuamente (siamo volubili, distratti) gli enormi prezzi, in antiche e recenti sofferenze, del terreno sul quale camminiamo stringendoci alla ragazza o gettando il fumo delle sigarette verso un lucido manifesto di Brigitte Bardot. A voi, cercatori d'acqua o di petrolio: scavate, invece, per contare gli innumerevoli giacimenti di odio e di amore, di nobili sacrifici e di inique sopraffazioni, che fluttuano a Dio sa quale profondità sotto di noi. »

Viva l'Italia! | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Rassegna stampa
Gian Luigi Rondi
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità