Sulla mia pelle

Un film di Alessio Cremonini. Con Alessandro Borghi, Jasmine Trinca, Max Tortora, Milvia Marigliano, Andrea Lattanzi.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - Italia 2018. - Lucky Red uscita mercoledì 12 settembre 2018. MYMONETRO Sulla mia pelle * * * - - valutazione media: 3,39 su 27 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
emyliu` domenica 23 settembre 2018
via crucis di stefano cucchi in un film coraggioso Valutazione 4 stelle su cinque
82%
No
18%

Via Crucis di Stefano Cucchi in un film denuncia asciutto e duro. Il regista prende una precisa posizione su un caso non ancora risolto, dalla parte dei familiari, in particolar modo della sorella Ilaria Cucchi che ancora lotta per la verità e la giustizia. La carta vincente del film, che lo rende fruibile ovunque, anche nelle scuole, è la scelta di non rappresentare la scena violenta del pestaggio. Si vede solo l'ingresso in una stanza, dove Stefano viene spinto da due carabinieri in borghese più un terzo in divisa, e nella scena successiva Stefano ha il volto tumefatto. [+]

[+] lascia un commento a emyliu` »
d'accordo?
michelino martedì 16 ottobre 2018
michelino va al cinema Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 Un film coraggioso e scomodo.

In questi tempi 'neri' il solo narrare con obiettività
una tragedia come questa a 'ferita ancora aperta'
è già di per se un atto ammirevole.
 
Ma la vera sostanza del film va oltre la mera cronaca 
dei fatti  e ci induce ad una riflessione reale su tutti noi, 
su cosa siamo diventanti e su come siamo messi male
sia sul piano sociale che su quello personale.
 
Malessere rabbia vergogna...queste sono le sensazioni
principali che mi hanno accompagnato durante tutta la
proiezione e che mi porto ancora dietro. [+]

[+] lascia un commento a michelino »
d'accordo?
mauridal giovedì 8 novembre 2018
cinema e realtà una sfida aperta. Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

  Quando si affronta il genere realistico nel cinema, allora si corro il rischio della affermazione di una posizione oggettiva ,di un punto di vista ,a scapito della obiettività e quindi di una imparzialità di giudizio . Questo film non corre il rischio di una parzialità di giudizio su una vicenda tragica e reale accaduta in Italia dove un ragazzo Stefano Cucchi viene arrestato per spaccio di droga e muore in seguito alle percosse che subisce dai tutori delle forze dell'ordine. Già questo potrebbe sembrare una parzialità ma la realtà descritta nel film parla chiaro anche se non rappresenta mai una violenza gratuita e spettacolare. Ovviamente il regista scegliendo di fare un film su questo caso ha già emesso un punto di vista e pur essendo il caso stesso ancora di attualità , il cinema ancora rischia di sovrapporsi alla realtà. [+]

[+] lascia un commento a mauridal »
d'accordo?
aurash lunedì 8 ottobre 2018
film vero Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

E' una storia vera. E questo film, che è un'opera d'arte, raccontandola con rigore e insieme cogliendone la complessità e restituendone l'intimità la proietta su di un piano universale. Non obbliga a prendere una posizione, ma obbliga a pensare: disagio giovanile e solitudine delle famiglie da una parte, violenza e indifferenza delle istituzioni dall'altra. La qualità estrema della sceneggiatura, della regia, degli attori - Borghi e Trinca su tutti - rendono questo un lavoro eccellente e un'occasione non solo per rendere giustizia alla storia di Stefano Cucchi e di chi gli voleva bene, ma per prendere coscienza di ciò che, anche se spesso con esiti e intensità meno gravi, avviene silenziosamente ogni giorno nella società e nelle istituzioni del nostro paese.

[+] lascia un commento a aurash »
d'accordo?
alesimoni martedì 2 ottobre 2018
sulla pelle dell'italia Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Il film di Cremonini è un film sociale, duro e necessario, che ci racconta in modo asciutto, mai troppo di parte, un episodio in cui si è manifestata la sospensione dello stato di diritto nel nostro Paese. Il titolo molto azzeccato rappresenta bene l'oggetto dell'opera: una trasformazione fisica e una sofferenza indicibile, resa alla grande da un superlativo Alessandro Borghi (in assoluto la sua migliore interpretazione in carriera) che ci rende partecipi del dolore fisico provato dal personaggio, con un corpo martoriato e offeso. L'opera è inoltre ancora più credibile in quanto il regista ha scelto di non dipingere un eroe: non lo era e non voleva essere un esempio per nessuno. [+]

[+] lascia un commento a alesimoni »
d'accordo?
pierowriter giovedì 27 settembre 2018
sulle nostre coscienze Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 Un film non deve dare risposte. Piuttosto porre le domande che altri preferiscono glissare. Se l’argomento trattato è tratto da un terribile fatto di cronaca, il compito del regista è quello di ricostruire i fatti sulla base delle inchieste svolte e le dichiarazioni di chi ha vissuto la vicenda in prima persona. E’ come se lo stesso regista debba vestirsi del ruolo di cronista, scavando nella durezza della storia, attraverso i suoi protagonisti, gli stati d’animo, i tentativi di insabbiamento, molto diffusi nel nostro Paese. [+]

[+] lascia un commento a pierowriter »
d'accordo?
pesca mercoledì 19 settembre 2018
"sulla mia pelle" - gli ultimi giorni di s. cucchi Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Prodotto da Netflix e diretto da Alessio Cremonini, "Sulla mia pelle" racconta l'ultima settimana di vita di Stefano Cucchi, trentenne romano morto all'ospedale Sandro Pertini per cause che ancora oggi non sono state accertate. Il giovane è interpretato da Alessandro Borghi, che dà il meglio di sè in questa interpretazione: per immedesimarsi nella parte perde 18 kg e la sua voce ha la stessa intonazione un pò strascicata di quella del vero Stefano Cucchi. "Sulla mia pelle" non vuole presentare Cucchi come un santo, o un agnello sacrificale: Stefano è un ragazzo che lavora, fa pugilato, frequenta la parrocchia, ma mente e fa uso di droghe. [+]

[+] lascia un commento a pesca »
d'accordo?
mardou_ martedì 18 settembre 2018
un pugno allo stomaco Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

 Fatto: il 15 ottobre 2009 Stefano Cucchi viene fermato a Roma dai carabinieri, perquisito e trovato in possesso di sostanze stupefacenti per cui ne viene decisa la custodia cautelare.

Fatto: il 22 ottobre 2009 Stefano Cucchi muore all’ospedale Sandro Pertini per cause in fase di accertamento. [+]

[+] lascia un commento a mardou_ »
d'accordo?
jackbeauregard martedì 18 settembre 2018
quando la tristezza prevale sulla rabbia Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Ricordo ancora la rabbia che provai quando vidi Diaz di Daniele Vicari, dove la brutalità e la violenza delle forze dell'ordine fu mostrata con dovizia di particolari.
Qui invece, in questo ottimo film di Alessio Cremonini, dove almeno l'aspetto più cruento, il pestaggio, ci è stato (correttamente) risparmiato, a prevalere alla fine, è un senso di infinita tristezza. Una tristezza che scaturisce lentamente, come la terribile agonia che subisce Stefano Cucchi, un essere umano, la cui tragedia ci viene raccontata senza falsa retorica e inutili eroismi. Un essere umano con tanti problemi, limiti e difetti, ma pur sempre un essere umano, con i suoi diritti inalienabili da rispettare, in qualsiasi condizione, e soprattutto con il sacrosanto diritto di vivere e, in ogni caso, di non dover pagare con la vita alcune scelte sbagliate. [+]

[+] lascia un commento a jackbeauregard »
d'accordo?
lucascialo lunedì 17 settembre 2018
ricostruzione imparziale del caso cucchi Valutazione 3 stelle su cinque
57%
No
43%

Alessio Cremonini, al suo secondo film, traspone sul grande schermo il caso di Stefano Cucchi. Lo fa attenendosi ai fatti, ricostruendo in maniera imparziale come andarono le cose. Almeno stando a quanto si sa fino ad ora. Perchè la verità assoluta se l'è portata con sé il povero Stefano, ragazzo che ha commesso tanti errori nella sua vita che però non giustificano la brutta fine con cui il destino lo ha segnato.
Infatti, il film non tende ad enfatizzare il personaggio di Cucchi, a renderlo un povero agnellino sacrificato all'altare della giustizia italiana. Bensì, mostra anche i suoi errori, i dinieghi alle cure, qualche testardaggine di troppo che se non perseguita gli avrebbe risparmiato tante sofferenze. [+]

[+] lascia un commento a lucascialo »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Sulla mia pelle | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | emyliu`
  2° | michelino
  3° | aurash
  4° | alesimoni
  5° | pierowriter
  6° | pesca
  7° | mardou_
  8° | jackbeauregard
  9° | lucascialo
10° | mauridal
11° | enzo70
Rassegna stampa
Lee Marshall
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità