La favorita

Un film di Yorgos Lanthimos. Con Olivia Colman, Emma Stone, Rachel Weisz, Nicholas Hoult, Joe Alwyn.
continua»
Titolo originale The Favourite. Biografico, Ratings: Kids+13, durata 120 min. - Grecia 2018. - 20th Century Fox uscita giovedì 24 gennaio 2019. MYMONETRO La favorita * * * - - valutazione media: 3,42 su 63 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
peergynt sabato 1 settembre 2018
una perfida stratega alla conquista del potere Valutazione 4 stelle su cinque
65%
No
35%

Dopo due ottimi film surreali e metaforici (“The Lobster”, 2015 e “Il sacrificio del cervo sacro”, 2017), il regista greco Yorgos Lanthimos tenta un genere per lui nuovo, il film storico, con ottimi risultati. Magistralmente servito da una sceneggiatura non sua (di Deborah Davis e Tony McNamara), Lanthimos entra alla corte inglese di Anna Stuart (regina dal 1702 al 1707) e ce la mostra popolata da uomini imbecilli che passano il tempo a scommettere sulle corse delle oche e a bersagliare di arance qualche malcapitato servo di corte, mentre le donne, avide di potere, dedicano tutte le loro forze intellettive e seduttive per conquistarsi un posto al fianco della regina. La sovrana, donna debole e infantile, complessata e malata (ottima Olivia Colman, capace di passare dai panni del sergente di polizia Ellie Miller, nella serie Broadchurch, a quelli di questa brutta regina malata di gotta), è facile preda della nuova favorita, Abigail Masham (un’Emma Stone regale nella sua machiavellica perfidia), che raggiungerà in breve le vette del potere. [+]

[+] lascia un commento a peergynt »
d'accordo?
no_data domenica 27 gennaio 2019
due ore di ripicche femminili Valutazione 3 stelle su cinque
59%
No
41%

Ambientazioni, costumi e fotografia fantastici, davvero, per il resto io l'ho trovato molto noioso. La trama francamente mi è sembrata davvero banale, prevedibile e sostanzialmente monotematica: due ore ripetitive di ripicche fra donne. Sullo sfondo tutta una serie di personaggi ed eventi ben poco delineati, giusto quel poco per fare da "motivazione" a questi "dispetti" fra le due protagoniste. Per il resto qualche "musica pulp", masturbazioni e riferimenti sessuali per "spezzare la noia" e tentare forzatamente di rendere "informale" un film in costume. [+]

[+] lascia un commento a no_data »
d'accordo?
vanessa zarastro domenica 27 gennaio 2019
tre donne confronto Valutazione 4 stelle su cinque
73%
No
27%

Amo molto questo regista greco che crea sempre delle atmosfere al limite del paradosso. In “La Favorita” Yorgos Lanthimos presenta le persone quasi una sequenza di caricature (in particolare i nobili incipriati e imparruccati). Si ispira a figure realmente esistite ma mette in scena le dicerie che erano in auge presso la corte, mai verificate del tutto dagli storici. Tre sono le donne protagoniste dotate di personalità completamente diverse tra loro.
Siamo in Inghilterra all’inizio del ‘700 e regnava Anna d’Inghilterra, ultima Stuart (una splendida Olivia Colman), che era andatain sposa nel 1683 al principe Giorgio di Danimarca (che nel film non c’è) di dodici anni più grande, matrimonio negoziato in segreto da suo padre con il beneplacito di re Luigi XIV di Francia, che sperava in un'alleanza anglo-danese contro l'Olanda. [+]

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
cinefoglio sabato 19 gennaio 2019
istantanea di la favorita (the favourite) Valutazione 4 stelle su cinque
59%
No
41%

Yorgos Lanthimos centra il suo obiettivo di raccontarci qualcosa, pochi punti chiari e nitidi, dotati di grande significato e una cura dell’immagine, e dell’atmosfera da abile artista.
 
La Favorita, che suggerisce l’aspetto più tenero, ma allo stesso tempo viziato, in una relazione, si sintetizza e trova la sua chiave di lettura (con ironia) nei titoli di coda: pura estetica formalizzata, che identifica un’informazione di fondo difficile da cogliere, se non addirittura da processare con gli occhi, ma ricca di fascino e contemplazione. 
 
Così il maestro greco si destreggia in un dramma-commedia vero, dove si mescolano le fantasie e gli stilemi più classici, meccanismi tipici della suspense per suoni sospesi e costanti nel ritmo, e carrellate nei momenti gioiosi e rocamboleschi, una sfrontata ironia ed acuta maleducazione in quelli che sono i passaggi più intimi e vulnerabili, movimenti rapidi e violenti contrastati da inquadrature intensissime, che incidono i volti nei momenti a loro più imbarazzanti, il tutto condito da una postura che tende, da una parte, all’indagine dei cliché, dall’altra, all’iperbole del mondo caricaturale. [+]

[+] lascia un commento a cinefoglio »
d'accordo?
annalisarco giovedì 6 settembre 2018
il potere della manipolazione Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Alla 75esima Mostra del Cinema di Venezia è stato presentato il nuovo lavoro di Yorgos Lanthimos, "The Favourite", la cui trama si intreccia sullo sfondo della guerra tra Regno Unito e Francia, in un gioco di potere e seduzione alla corte della Regina Anna. Con un cast straordinario, le cui protagoniste principali sono tutte donne, assistiamo ad una lotta per la supremazia e la sopravvivenza di Abigail (Emma Stone), ex dama di corte che ha perduto il proprio status e intenta a riconquistarlo ad ogni costo, e Sarah (Rachel Weisz), prima donna al fianco della Regina Anna (Olivia Colman). Tre cugine, tre donne con un passato troppo pesante alle spalle. [+]

[+] lascia un commento a annalisarco »
d'accordo?
flaw54 domenica 3 febbraio 2019
la favorita agli oscar? Valutazione 2 stelle su cinque
58%
No
42%

Rimango allibito quando leggo che questo film ha ricevuto 10 candidature all'Oscar. È vero che gli spettacoli di questa stagione sono di basso livello, ma premiare un film normale come questo fa riflettere. Ironico, ma neppure tanto, serio, ma solo in parte passa come acqua corrente senza lasciare sensazioni particolari. Con un altro cast nessuno lo avrebbe notato.

[+] lascia un commento a flaw54 »
d'accordo?
elfoscuro75 lunedì 4 febbraio 2019
nessuna poesia nella tragedia Valutazione 5 stelle su cinque
50%
No
50%

 Un film corrosivo, un cazzotto nello stomaco: in pratica, a mio gusto un capolavoro.

La memoria va a Le relazioni Pericolose, con Glenn Close ma qui il film storico perde patinatura e ci mostra una nobiltà come non mai sporca e cattiva (Per citare il film con Manfredi).

Il linguaggio è moderno come la divisione in capitoli alla Tarantino. [+]

[+] lascia un commento a elfoscuro75 »
d'accordo?
opidum sabato 2 febbraio 2019
voto 6 Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

chi mi conosce sa che non amo sto tipo di film e anche sto tipo di regista e quindi ( è umano ) parto sempre prevenuto.

perciò credetemi dare la piena sufficienza a sto film significa che è un capolavoro!

cosa mi è piaciuto : le tre attrici protagoniste.  date un oscar a olivia colman che se lo merita.
ho apprezzato molto la sapienza del regista che  ha saputo coprire il basso budget sapientemente.
chiaramente il film è stato girato in pochissime location e con poche comparse ma appunto il regista è bravo a mascherare.

cosa non mi è piaciuto : l'uso ossessivo delle musiche che oltretutto al cinema erano sparate fortissime. [+]

[+] lascia un commento a opidum »
d'accordo?
carloalberto venerdì 1 febbraio 2019
lanthimos non rinuncia alla simbologia Valutazione 5 stelle su cinque
50%
No
50%

 Lo spirito ironico, a volte sarcastico, che trapela dai dialoghi e la vena grottesca, con cui sono raffigurati alcuni personaggi minori, non ingannino. L’iperrealismo della bellissima scenografia è soltanto apparenza. Lanthimos non ha rinunciato alla sua simbologia. La sovrapposizione finale di tre immagini diverse rivela il significato simbolico del film. Dopo Il sacrificio del Cervo Sacro, La favorita è un altro capolavoro di Lanthimos che, ispirato dal Barry Lyndon di Kubrick, dipinge con riprese grandangolari gli interni da fiaba del castello-residenza della regina Anna d’Inghilterra, riproducendo magicamente le atmosfere settecentesche del palazzo reale. [+]

[+] lascia un commento a carloalberto »
d'accordo?
alesimoni giovedì 31 gennaio 2019
la favorita agli oscar Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Lanthimos confeziona la sua opera più matura e forse più spendibile commercialmente,in quanto è presente una sorta di canovaccio ed è meno astratta dei film precedenti,quindi più facilmente fruibile dal grande pubblico. Il film è irreverente,caustico e sfrontato come gli altri, con dialoghi pungenti e sarcastici, a volte comici. Scritto quindi benissimo, è recitato in maniera divina da un terzetto di attrici in stato di grazia tra cui spicca Emma Stone a mio parere, anche se la critica esalta soprattutto Olivia Colman considerandola protagonista. E' anche un importante opera sulla condizione femminile, e il messaggio politico mutuato da quel che accade nella camera dei comuni, è sempre presente ed attuale. [+]

[+] lascia un commento a alesimoni »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
La favorita | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (2)
Premio Oscar (10)
Golden Globes (6)
Critics Choice Award (16)
BAFTA (18)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
#LaFavorita
#TheFavourite
Uscita nelle sale
giovedì 24 gennaio 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 54 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Calabria
  1 | Campania
  4 | Emilia Romagna
  2 | Friuli Venezia Giulia
12 | Lazio
  2 | Liguria
11 | Lombardia
  1 | Marche
  6 | Piemonte
  3 | Puglia
  3 | Sicilia
  4 | Toscana
  1 | Umbria
  3 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità