Escher - Viaggio nell'infinito

Film 2018 | Documentario, +13 90 min.

Titolo originaleEscher: Het Oneindige Zoeken
Anno2018
GenereDocumentario,
ProduzionePaesi Bassi
Durata90 minuti
Regia diRobin Lutz
AttoriGeorge Escher, Jan Escher, Liesbeth Escher, Stephen Fry, Graham Nash .
Uscitalunedì 16 dicembre 2019
TagDa vedere 2018
DistribuzioneFeltrinelli Real Cinema, Wanted
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,29 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Robin Lutz. Un film Da vedere 2018 con George Escher, Jan Escher, Liesbeth Escher, Stephen Fry, Graham Nash. Titolo originale: Escher: Het Oneindige Zoeken. Genere Documentario, - Paesi Bassi, 2018, durata 90 minuti. Uscita cinema lunedì 16 dicembre 2019 distribuito da Feltrinelli Real Cinema, Wanted. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,29 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Escher - Viaggio nell'infinito tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un viaggio nell'onirico mondo dell'artista grafico Maurits Cornelis Escher. In Italia al Box Office Escher - Viaggio nell'infinito ha incassato 66,6 mila euro .

Escher - Viaggio nell'infinito è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
3,29/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,08
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Trailer in italiano

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Le illusioni ottiche di Escher per sondare la psiche umana e un modo nuovo di percepire il mondo.
Recensione di Rossella Farinotti
giovedì 31 ottobre 2019
Recensione di Rossella Farinotti
giovedì 31 ottobre 2019

Come si possono ricreare le forme ripetute delle cose che si susseguono lontano nel paesaggio? Come si fa a catturare quelle geometrie, quelle ombre e quei dettagli che l'occhio percepisce in maniera così perfettamente assemblata nello spazio? Escher ci riesce componendo, con un rigore matematico e uno stile ossessivo fatto dalla ripetizione dei soggetti, le forme che l'illustratore coglie intorno a lui, che appaiono via via infinite. "Non sono un artista. Sono un matematico", risponde Mauritz Cornelis Escher a Graham Nas, cantautore e fotografo inglese che scopre l'illustratore olandese grazie a un prezioso libro alla fine degli anni Sessanta, e lo contatta al telefono.

Escher non è un artista: è un talentoso illustratore che sonda la psiche umana e la sua maniera di percepire il mondo. È un minuziosissimo osservatore della realtà che riporta, con uno stile preciso, in bianco e nero e poi a colori, nei disegni e nelle stampe in cui sembrano muoversi elementi e forme percepite, dai solidi platoniani, a qualunque soggetto che possa attrarlo: alberi, geometrie, elementi architettonici, animali, foglie, onde, figure umane, metamorfosi dei dettagli, montagne, scacchiere, scalinate, cerchi che si allargano, e così via...

Escher produce delle piccole coreografie che entrano le une nelle altre, restituendo un'idea di infinito. L'occhio ha una ricezione particolare quando osserva le creazioni di Escher, per questo al grafico olandese sono state attribuite diverse invenzioni basate sull'illusione ottica.

"I am afraid there is only one person in the world who could make a good film about my prints; me / "Temo che ci sia un'unica persona che può fare un buon film sulle mie riproduzioni. Io", esordisce così il narratore Escher nel che racconta la sua vita: una figura di intellettuale che ha lavorato e creato fino alla sua morte, nel 1972. Il regista ha scelto di non ricostruire il suo personaggio attraverso un attore, di non renderlo fittizio, ma di lasciarlo come testimone e narratore del nostro tempo che commenta le cose dall'esterno, da un altro mondo.

Escher infatti, con la prestante voce fuori campo di Stephen Fry, osserva la realtà contemporanea con ironia e stupore nei confronti di chi, ancora oggi, ama la sua opera. Questa chiave di narrazione del film è originale e bilancia la storia di Escher con le sue derivazioni nel contemporaneo - dal mondo del tattoo a cui le sue illustrazioni sono arrivate, fino alle grandi mostre dedicate.

Le sue illustrazioni hanno girato il mondo. Quello stesso mondo che Escher ha un po' girato e da cui si è ispirato, con particolare amore nei confronti dell'Italia, in particolare della Toscana e i suoi paesaggi, o alla Spagna, dove è stato attratto dagli ornamenti di matrice orientale di Toledo e Granada. Elementi ripetuti nei suoi moduli visivi attraverso architetture o segni sempre più fitti. Escher ha inventato queste regole: è riconoscibile per i micro-mondi grotteschi e barocchi, densi di elementi diversi, o per quello stesso soggetto ossessivamente disegnato.

Variazioni infinite di onde, di pesci, di uccelli, di animali preistorici inventati che, come in un labirinto, sembrano non terminare mai. E l'opera di Escher non termina mai, infatti. Anche dopo la sua morte questo illustratore è copiato, trattato, mostrato. A Palazzo Reale di Milano, ad esempio, nel 2017 gli fu dedicata un'importante retrospettiva. Le sue creazioni sono state comprese, assorbite e amate da tanti. Le rane, gli steli d'erba, le geometrie, le scale che salgono e scendono... sono Escher.

Sei d'accordo con Rossella Farinotti?
ESCHER - VIAGGIO NELL'INFINITO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 16 dicembre 2019
Inesperto

Questo documentario adotta la maestosità come metro narrativo della vita e delle opere del maestro Escher. E' obiettivamente una scelta in linea con ciò che questo grande artista/matematico ha rappresentato coi suoi lavori. Ogni sua impresa colpisce fortemente l'immaginario dell'osservatore, che non può rimanere impassibile di fronte ai paradossi tecnici che si trova [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 17 dicembre 2019
Francesco Del Grosso
La Rivista del Cinematografo

Chi almeno una volta non ha incrociato con lo sguardo un'opera di Maurits Cornelis Escher. Il suo uso razionale di poliedri, distorsioni geometriche ed interpretazioni originali di concetti appartenenti alla scienza, sovente per ottenere effetti paradossali, ha e continua ad affascinare persone a tutte le latitudini. Escher-Viaggio nell'infinito, il documentario di Robin Lutz, ci guida alla scoperta [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 dicembre 2019
Serena Nannelli
Il Giornale

"Escher - Viaggio nell'infinito", il documentario diretto da Robin Lutz e dedicato al visionario artista olandese Mauritz Cornelis Escher sarà al cinema in 100 sale ma solo per tre giorni, dal 16 al 18 dicembre. La narrazione si avvale della voce fuori campo dell'attore Stephen Fry e trae spunto da lettere, lezioni e appunti scritti da un autore la cui fama, a 40 anni dalla morte, continuare a crescere. N [...] Vai alla recensione »

domenica 15 dicembre 2019
Andrea Frambrosi
L'Eco di Bergamo

Maurits Cornelis Escher (1898 - 1972), il celebre grafico olandese, è diventato ormai una figura leggendaria per le sue astratte costruzioni grafiche geometricamente perfette e soprattutto magnificamente paradossali. La sua figura e la sua opera vengono raccontate ora nel film documentario «Escher - Viaggio nell'infinito» di Robin Lutz che viene presentato per soli tre giorni (domani e martedì 17, [...] Vai alla recensione »

giovedì 12 dicembre 2019
Stefano Giani
Il Giornale

Maurits Cornelis Escher è stato uno degli artisti grafici più originali e famosi al mondo. Il documentario ne ripercorre la vita, l'amore, l'arte, i viaggi, la famiglia, le passioni. Interessante excursus su un autore al quale è stata recentemente dedicata pure una mostra di pregio. Molte le testimonianze - tra cui il cantante country rock Graham Nash - che ne permettono di comprendere il genio e le [...] Vai alla recensione »

martedì 5 novembre 2019
Caterina Bogno
Film TV

In apertura di documentario, una dichiarazione di Escher che finisce per rivelarsi (di)sgraziatamente programmatica: «Temo ci sia una sola persona al mondo che potrebbe fare un buon film sulle mie stampe: io stesso». Nel remunerativo mare magnum della storia dell'arte al cinema, la produzione dell'incisore olandese - matematico prima che artista, per sua convinta ammissione - sarebbe stata degna d'un [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
martedì 17 dicembre 2019
Ilaria Ravarino

Guida completa all'offerta cinematografica di un Natale da record. Scopri i film »

NEWS
sabato 14 dicembre 2019
 

Milano, 29 novembre - Escher - Viaggio nell'infinito, il documentario diretto da Robin Lutz arriva nelle sale con Feltrinelli Real Cinema e Wanted Cinema in mediapartnership con Arthemisia solo il 16-17 e 18 dicembre in oltre 100 sale su tutto il territorio [...]

TRAILER
mercoledì 4 dicembre 2019
 

Un viaggio tra le geometrie, le illusioni ottiche e le parole del celebre artista olandese. Da lunedì 16 dicembre al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
mercoledì 30 ottobre 2019
 

L'universo infinito e la rappresentazione del pensiero del più grande incisore e grafico di epoca moderna, Maurits Cornelis Escher (1898-1972). L'artista olandese capace di presentare costruzioni impossibili, sovvertire le regole del piano e dello spazio, [...]

NEWS
venerdì 4 ottobre 2019
 

Un viaggio nell'onirico mondo dell'artista grafico Maurits Cornelis Escher. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati