Al posto tuo

Film 2016 | Commedia +13 90 min.

Regia di Max Croci. Un film con Luca Argentero, Stefano Fresi, Ambra Angiolini, Grazia Schiavo, Carolina Poccioni. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2016, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 29 settembre 2016 distribuito da 01 Distribution. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 1,95 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Al posto tuo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Due uomini ambiziosi di diventare il nuovo responsabile della società che ha unito due aziende. Dovranno scambiarsi le loro vite. In Italia al Box Office Al posto tuo ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 1,1 milioni di euro e 528 mila euro nel primo weekend.

Al posto tuo è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
1,95/5
MYMOVIES 1,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,40
CONSIGLIATO NÌ
La commedia racconta lo scambio di vite fra due personaggi radicalmente diversi ricorrendo al cliché televisivo.
Recensione di Paola Casella
mercoledì 28 settembre 2016
Recensione di Paola Casella
mercoledì 28 settembre 2016

Luca e Rocco sono i direttori creativi di due aziende che producono sanitari, ma quando verrà completata l'imminente fusione delle loro ditte ci sarà posto solo per uno dei due. La dirigenza, nella persona di una tedesca sadica che ama divertirsi con i destini dei suoi sottoposti, decide che Luca e Rocco, per salvare il proprio lavoro, debbano sottoporsi ad un gioco di ruolo: per una settimana si scambieranno vite, famiglie, case e abitudini di vita perché, essendo l'uno l'opposto dell'altro, il management pensa che il direttore creativo ideale debba riassumere in sé le virtù di entrambi. Luca è un architetto bello, atletico, vegano, single, sciupafemmine e allergico ai bambini che vive in un appartamento asettico nel centro di Roma, mentre Rocco è un geometra sovrappeso sempre a dieta, sposato con tre figli, che vive in provincia in una villa sovraffollata. Riusciranno a sopravvivere una settimana nei panni dell'altro?
La commedia che racconta lo scambio di vite fra due personaggi radicalmente diversi è ormai un genere a sé, i cui punti cardine sono la fatica iniziale ad abituarsi al cambiamento, seguita dalla scoperta che nell'esistenza altrui ci sono aspetti cui non si era pensato e che forse non sono così male. È qui che cominciano i problemi con la sceneggiatura di Al posto tuo: per gran parte della storia né Luca né Rocco sembrano apprezzare alcuno dei vantaggi della vita in cui si ritrovano infilati. Rocco, solo in una casa postmoderna nel centro di Roma dove può sfuggire alla dieta punitiva che gli impone la moglie Claudia, non ne approfitta per godersi la libertà, la città o il cibo proibito, ma si concentra sulla nostalgia di casa e sulla gelosia verso la suddetta Claudia. Luca non apprezza i pranzetti vegetariani di Claudia (lui che a casa sua nel frigo aveva solo seitan e papponi confezionati dalla vicina Ines) né l'atmosfera famigliare, o la placida vita di provincia. Entrambi appaiono curiosamente impermeabili al brivido di reinventarsi, seppur temporaneamente, un'altra identità.
La trama cerca di ricavare umorismo dalle situazioni ma invece di pescare dalla realtà, pur in chiave comica, ricorre immancabilmente al cliché televisivo, creando due stereotipi che non riservano alcuna sorpresa. Anche i figli di Rocco sono stereotipi da sitcom, e le uniche a mantenere un po' di umanità sono Claudia, che ha anche l'unico monologo ricco di pathos e verità di tutta la storia, e Anna, cugina di Rocco e barista del paese dove Luca è stato catapultato. La sceneggiatura non costruisce mai il crescendo comico necessario per arrivare alla catarsi finale, e non riesce nemmeno a tenere testa ai reality televisivi sul tema (vedi Cambio moglie), meno monolitici e prevedibili nelle reazioni dei protagonisti rispetto al loro nuovo stile di vita. E l'accompagnamento musicale, che inserisce a sproposito cover di brani celebri citando Marvin Gaye e Lynyrd Skynyrd, conferma la mancanza di autenticità dell'intera operazione.

Sei d'accordo con Paola Casella?
AL POSTO TUO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€16,99 €19,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 6 ottobre 2016
Flyanto

"Al Posto Tuo", ultima commedia di Max Croci, racconta dello scambio di esistenze che due architetti (Luca Argentero e Stefano Fresi) sono costretti ad affrontare al fine di soddisfare la richiesta dell'azienda presso cui lavorano la quale ha proposto loro tale inversione di ruoli. Poichè i due uomini vogliono accaparrarsi il posto di direttore responsabile della ditta, accettano, loro malgrado, di [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 ottobre 2016
Flyanto

"Al Posto Tuo", ultima commedia di Max Croci, racconta dello scambio di esistenze che due architetti (Luca Argentero e Stefano Fresi) sono costretti ad affrontare al fine di soddisfare la richiesta dell'azienda presso cui lavorano la quale ha proposto loro tale inversione di ruoli. Poichè i due uomini vogliono accaparrarsi il posto di direttore responsabile della ditta, accettano, loro malgrado, di [...] Vai alla recensione »

giovedì 26 gennaio 2017
pier delmonte

Sono incerto, non di spessore ma guardabile, anche noioso ma anche godibile in alcune scene. Pero’ domina la banalita’ purtroppo della trama e per questo e’ impossibile dargli un voto sufficiente, pure Ambra Angiolini che di solito mi fa ridere qua se ne deve stare buona buona dentro una parte striminzita senza eccessi. Peccato.

martedì 7 febbraio 2017
Liuk

Se fosse stato prodotto per la TV sarebbe anche stato un buon B Movie. Volendolo lanciare sul grande palcoscenico invece non regge la scena in quanto manca totalmente di profondità, nonostante sia una commedia. Male tutto il cast, sottotono.

venerdì 7 ottobre 2016
Fenir Green

Sembra un film da TV più che da cinema. Scontato, pieno di clichè, noioso a tratti. Se ne sconsiglia vivamente la visione.

lunedì 21 novembre 2016
Emanuele 1968

Bello e originale, tanta fantasia, mi ricordava un pò i cinepanettoni.

sabato 8 ottobre 2016
francesca..

E' molto carino come film, con tanto di "frecciatina" in merito ad una delle tante problematiche tutte all'italiana (non posso specificare altro, altrimenti rovinerei la sorpresina sul finale).

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Una fusione aziendale e una boss tedesca che gioca a NaziVille costringono Luca e Rocco a scambiarsi la vita, con tutte le conseguenze del caso di due uomini che più diversi tra loro non potrebbero. Nulla di nuovo sotto il sole della commedia, almeno dall'antica Grecia in poi, con l'aggravante che il secondo lungometraggio di Max Croci profuma di vuoto, dall'inizio alla fine dei suoi 90'.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Striminzita, anche per durata (meno male) commedia, che fa la spola tra Roma e Piano senza mai trovare una battuta passabile. La nuova azienda non sa scegliere il direttore creativo. Il fascinoso architetto single Luca o il posato geometra Rocco, una moglie (Ambra Angiolini) e tre figli? Ecco l'idea: scambiargli le vite per una settimana e vedere chi se la cava meglio.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati