La Bella Stagione

Film 2015 | Drammatico +13 105 min.

Titolo originaleLa belle saison
Titolo internazionaleSummertime
Anno2015
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata105 minuti
Regia diCatherine Corsini
AttoriCécile De France, Izïa Higelin, Noémie Lvovsky, Kévin Azaïs, Laetitia Dosch Eloïse Genet, Bruno Podalydès, Patrice Tepasso.
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Catherine Corsini. Un film con Cécile De France, Izïa Higelin, Noémie Lvovsky, Kévin Azaïs, Laetitia Dosch. Cast completo Titolo originale: La belle saison. Titolo internazionale: Summertime. Genere Drammatico - Francia, 2015, durata 105 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi La Bella Stagione tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Cécile De France e Izia Hegelin sono le protagoniste di un film che racconta una travolgente storia d'amore. Il film ha ottenuto 2 candidature a Cesar,

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Una love story che ci ricorda il passato per guardare al presente.
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 7 agosto 2015
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 7 agosto 2015

1971. La ventitreenne Delphine vive e lavora con piacere in campagna nella fattoria del padre. Sente però il bisogno di allontanarsi dal socialmente angusto mondo rurale e va a lavorare a Parigi. Qui entra in contatto con i movimenti di emancipazione femminile e incontra la trentacinquenne Carole che ha una vita di coppia con il suo compagno Manuel. Delphine se ne innamora e viene ricambiata al punto che, quando è costretta a tornare al paese in seguito alla malattia paterna, Carole la segue.
Catherine Corsini avrebbe potuto attingere alla propria biografia per realizzare un film militante e nostalgico (in senso un po’ auto commiserevole) dei bei tempi in cui il femminismo acquisiva sempre maggiore importanza e la liberazione sessuale pareva essere una conquista definitiva. Decide invece di proporre una vera e propria love story che ci ricorda il passato (ciclostili compresi) per guardare al presente. Grazie alla vitalità di Izia Higelin (che nasce come rock singer e chitarrista ma si rivela attrice capace di reggere il confronto con la ben più rodata Cecile De France) ci racconta la bellezza della campagna ma anche la durezza di un mondo in cui il pregiudizio domina più che altrove. Se Delphine è la ruralità, Carole è Parigi, ma questo non impedisce loro di incontrarsi, di amarsi, di guardarsi dentro e di accettare il cambiamento. Corsini non realizza un film manicheo. Il personaggio di Manuel non è il maschio incapace di comprendere che ci si sarebbe potuto aspettare. E’ semplicemente un uomo che ama una donna la quale scopre di amare un’altra donna. Passa quindi dalla reazione offesa ai tentativi di riavvicinamento come è naturale che avvenga nella realtà. Lo stesso accade con il complesso ma profondamente umano personaggio della madre di Delphine.
Corsini accarezza ripetutamente con la macchina da presa i corpi nudi di queste due donne che si desiderano con un desiderio solare che le circostanze e lo sguardo altrui vorrebbero minacciare con ombre cupe. Non si tratta però, come si diceva, di uno sguardo rivolto solo al passato. Mentre si è spettatori di questa vicenda amorosa si pensa al fatto che i decenni trascorsi hanno portato sicuramente dei cambiamenti che traggono origine da quegli anni ma che il cammino è ancora lungo perché tutte le Delphine e Carole del mondo possano vivere alla luce del sole non solo delle stagioni ma, se lo vogliono, una vita intera.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 13 maggio 2019
maransimo

Parigi, 1971 - la storia d'amore di due giovani francesi: la trentenne parigina Carole insegnante e attivista convinta del movimento per l'emancipazione femminile delle donne interpretata da una eccezionale splendida Cecile de France che rende Carole spontanea, limpida, pura in qualsasi situazione del film e Delphine, ventitrenne agricoltrice del Sud della Francia interpretata da una bravissima [...] Vai alla recensione »

domenica 23 giugno 2019
question

proviamo a proseguire la storia perché Carole é donna che certamente rispomde a Delphine. ciao Delphine, quando ho letto il tuo nome sulla busta, la mia mente é andata in tilt. Per anni, ho sperato in un tuo messaggio, in qualcosa che mi facesse capire che non mi avevi dimenticata. Oggi non l'aspettavo più. Al mio rientro a Parigi, ho sofferto molto, anche fisicamente. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 29 maggio 2019
maransimo

il testo da me scritto ascoltando l'audio del film ha un errore "grave": Delphine scrive : j’y suis arrivée année aprés e non "dopo un anno" Il tempo é importante perché se Delphine scrive subito dopo avere realizzato la sua indipendenza, la storia d'amore con Carole può continuare nonostante i cinque anni di silenzio.

RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
PREMI
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati