Due giorni, una notte

Acquista su Ibs.it   Dvd Due giorni, una notte   Blu-Ray Due giorni, una notte  
Un film di Luc Dardenne, Jean-Pierre Dardenne. Con Marion Cotillard, Fabrizio Rongione, Pili Groyne, Simon Caudry, Catherine Salée.
continua»
Titolo originale Deux Jours, Une Nuit. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 95 min. - Belgio 2014. - Bim Distribuzione uscita giovedì 13 novembre 2014. MYMONETRO Due giorni, una notte * * * 1/2 - valutazione media: 3,68 su 60 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
ennio martedì 13 febbraio 2018
vicenda drammatica ma un pò inverosimile Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Di questo film si apprezzano le riprese, lo scorrere asciutto di una vicenda umana di lavoro e solidarietà, e i dialoghi.
La storia, però, è eccessivamente poco credibile. Una ragazza con problematiche di depressione e quindi presumibilmente poco produttiva, è licenziata con una votazione interna alla sua azienda, e cerca di farsi riassumere pregando i suoi colleghi di rinunciare al bonus loro offerto in cambio del suo licenziamento. Si intuisce fin dall'inizio che si andrà verso un lieto fine che però non potrà mai essere tale, in quanto più che di solidarietà si fa appello a una carità che di per sè crea un clima di imbarazzo, rimorsi e scelte autolesioniste da parte dei colleghi. [+]

[+] lascia un commento a ennio »
d'accordo?
cri venerdì 27 ottobre 2017
finalmente un film Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

realistico. Si lascia seguire bene e non ha né edulcorazioni né drammi che lasciano angoscia. E' la dura realtà del lavoro salariato e della povertà umana dei nostri giorni, dell'assenza di solidarietà e di empatia. Ma c'é un riscatto in questa storia, non tutte le persone cedono al ricatto lavoro/più soldi mettendo una mano sulla coscienza e riscoprendo la soddisfazione ad essere solidale. Questo è il cinema che può interessarmi.

[+] lascia un commento a cri »
d'accordo?
stefano capasso domenica 10 luglio 2016
le relazioni creano solidarietà Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Quando la piccola azienda per cui lavora che si trova in difficoltà finanziare, chiede ai suoi 16 dipendenti di scegliere tra un bonus e conservare il posto a Sandra, comincia per lei un momento di grossa crisi. I colleghi hanno scelto il bonus di 1000 euro e Sandra, che già in passato ha avuto crisi depressive, crolla e si rinchiude in casa. Con l’aiuto del marito e di un’amica ottiene di far ripetere la votazione. A questo punto, nel weekend, dovrà convincere i colleghi a votare per lei. Film come al solito di grande realismo e imperniato sui temi sociali, questo dei Dardenne. Nel loro stile la telecamera inquadra le scene da un unico punto di vista, quello dello spettatore affinché possiamo essere i testimoni imparziali di un fatto che divide e rende incerti, insicuri. [+]

[+] lascia un commento a stefano capasso »
d'accordo?
guidobaldo maria riccardelli sabato 28 maggio 2016
la tenacia nel non vendersi Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Intenso e necessario, rappresenta l'ennesima dimostrazione della notevole caratura dei Dardenne, capaci come pochi di inquadrare il nostro tempo, di evidenziarne lo sfaldamento morale, senza inutili lustrini a corredo. Dopo il non eccellente Le Gamin au vélo, i cineati belgi tornano su livelli di caratura assoluta per questa pellicola marcatamente sociale ed umana, attuale e profetica, specchio di una meschinità serpeggiante ed incentivata nelle società moderne. Vittima del ricatto del proprietario della fabbrica per cui lavora, Sandra dovrà cercare disperatamente l'appoggio dei colleghi per evitare il licenziamento, arrivando a mettere in gioco la propria stessa vita, già provata da una condizione pregressa non ottimale. [+]

[+] lascia un commento a guidobaldo maria riccardelli »
d'accordo?
filippo catani martedì 3 maggio 2016
la guerra tra poveri Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Una giovane donna vorrebbe tornare al proprio posto di lavoro dopo essere uscita da una brutta depressione. Il capo della fabbrica però subordina il suo reintegro alla perdita di un bonus di mille euro per gli altri lavoratori che si dovranno esprimere con un referendum. La donna dovrà cercare di convincere i colleghi a votare in suo favore.
La schiettezza dei Dardenne mette in mostra nel giro di ottanta minuti quella che è la drammatica situazione del mondo del lavoro al giorno d'oggi dove alla lotta servo/padrone si è sostituita la lotta servo/servo. Una camera strettissima segue il peregrinare di Sandra in vari sobborghi e in varie realtà familiari per cercare di difendere il proprio posto di lavoro. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
andrejuve giovedì 3 dicembre 2015
il rapporto tra crisi economica e solidarietà Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

“Due giorni, una notte” è un film del 2014 diretto da Jean-Pierre e Luc  Dardenne. Sandra è una donna sposata e con due figli la quale vive in un forte stato di depressione che le ha causato l’assenza dal lavoro all’interno di una fabbrica per un certo arco di tempo per causa di malattia. Un giorno però il direttore della ditta propone ai colleghi appartenenti al reparto in cui opera Sandra un aumento delle ore lavorative, con un conseguente innalzamento di mille euro rispetto allo stipendio che percepiscono in cambio del licenziamento di Sandra. Viene fatta una votazione e quattordici dei sedici dipendenti sono favorevoli. Solo un amico e un’amica di Sandra sono contrari. [+]

[+] lascia un commento a andrejuve »
d'accordo?
domiu.u martedì 22 settembre 2015
poco credibile. Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

L'intero film è poco credibile: dai presupposti fino all'abbigliamento di lei.
La questione, che pure é estremamente attuale, é trattata in modo apprissimativo.
Le scuse dei colleghi banali (e non "ordinarie"), superficiale lo sguardo sulla protagonista (anche se brava M. Cotillard), imbarazzanti alcune scene.

Lo sconsiglio.

[+] lascia un commento a domiu.u »
d'accordo?
luca scial� martedì 10 marzo 2015
la guerra tra poveri nella società moderna Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

I fratelli Dardenne proseguono la propria filmografia all'insegna delle tematiche sociali e rivolta ai disagiati sociali. Si sono già occupati, conservando negli anni le regole del Dogma (seppur in modo sempre più sfumato), di emarginazione economica, immigrazione clandestina, lavoro nero, bambini orfani, tossicodipendenza. E con questa pellicola affrontano la guerra tra poveri della società contemporanea, con un'azienda produttrice di pannelli fotovoltaici belga messa alle strette dalla concorrenza coreana, costretta così a ridurre il personale trovando come capo espiatorio una donna con problemi di depressione. Ma lei, guarita, non ci sta a perdere il proprio posto di lavoro e cerca di convincere i suoi colleghi a votare per il suo reintegro, rinunciando a un bonus alternativo di mille euro. [+]

[+] lascia un commento a luca scial� »
d'accordo?
no_data giovedì 22 gennaio 2015
un film sulla dignità Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un film molto bello, rigoroso (Bresson), senza fronzoli, di una attualità sconcertante (quello che ci succederà con il Jobs Act): un film sulla dignità in una "in una guerra tra poveri" fomentata dai soliti vigliacchi.

[+] lascia un commento a no_data »
d'accordo?
alucke64 martedì 20 gennaio 2015
eppure i dardenne sono bravi... Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Gli attori sono bravi, ma non si può costruire un film neorealista (o anche solo minimalista) partendo da avvenimenti improbabili e dialoghi irrealistici.

[+] lascia un commento a alucke64 »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 »
Due giorni, una notte | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | ashtray_bliss
  3° | veronica c
  4° | maria cristina nascosi sandri
  5° | leonidaxx
  6° | vanessa zarastro
  7° | fabiofeli
  8° | nerone bianchi
  9° | pepito1948
10° | cesare premi
11° | guidobaldo maria riccardelli
12° | no_data
13° | antonietta dambrosio
14° | howlingfantod
15° | giulia mazzarelli
16° | antonietta dambrosio
17° | filippo catani
18° | marcellodangelo1979
19° | amgiad
20° | catcarlo
21° | andrea kihlgren
22° | flyanto
23° | angelo umana
24° | andrejuve
25° | luca scial�
26° | enrico danelli
27° | ennio
28° | cri
29° | stefano capasso
30° | gianleo67
31° | dromex
32° | andrea kihlgren
33° | zarar
34° | mafaldita22
35° | romass
36° | eugenio
37° | lanco
Premio Oscar (1)
European Film Awards (2)
Critics Choice Award (2)
Cesar (2)
BAFTA (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 13 novembre 2014
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità