Due giorni, una notte

Acquista su Ibs.it   Dvd Due giorni, una notte   Blu-Ray Due giorni, una notte  
Un film di Luc Dardenne, Jean-Pierre Dardenne. Con Marion Cotillard, Fabrizio Rongione, Pili Groyne, Simon Caudry, Catherine Salée.
continua»
Titolo originale Deux Jours, Une Nuit. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 95 min. - Belgio 2014. - Bim Distribuzione uscita giovedì 13 novembre 2014. MYMONETRO Due giorni, una notte * * * 1/2 - valutazione media: 3,68 su 60 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Riscatto lavorativo imperfetto Valutazione 3 stelle su cinque

di Eugenio


Feedback: 27727 | altri commenti e recensioni di Eugenio
venerdì 21 novembre 2014

Quante volte lo abbiamo sentito ai telegiornali? Quante volte osserviamo con indifferente partecipazione la questione sociale della disoccupazione, la piaga del lavoro?
E ancora, quante volte l’importanza sociale, etica e comunitaria di un bene sacralizzato dalla costituzione diventa esperienza indegna, afflitta da  politiche denigranti e moralmente discutibili?
In Francia come in Italia il cinema, mezzo eccellente di partecipazione affettiva, traduce in pellicola i sentimenti amari e insoddisfatti della crisi occupazionale.
Due grandi registi Oscar come i fratelli Dardenne questo “interesse” lo avevano già avuto in passato ma con Duex Jours, Une Nuit arrivano a livelli toccati in passato forse solo da L'Enfant.
Due giorni una notte, ecco l’arco temporale in cui si svolge una trama dall’esilità sorprendente ma dal taglio documentaristico, intimo quasi che noi spettatori uscendo dalla sala, non possiamo che domandarci: “ma era un servizio di qualche inchiesta giornalistica?”. Sembrava uno spaccato alla “Ballarò”.
Marion Cotillard interpreta  Manu una giovane donna, sposata con due figli che deve convincere i suoi  colleghi di una piccola fabbrica di pannelli fotovoltaici alla periferia di un’anonima città francese, a votare per lei nella scelta tra mille euro di bonus in busta paga e il suo licenziamento dovuto a evidenti  crisi depressive di cui la giovane ha sofferto in passato e che l’hanno resa “l’anello debole di quella catena” industriale.
Il film, dalla sveglia della protagonista, all’evoluzione -porta per porta- sino alla sua finale conclusione segue pedissequamente con frequenti piani sequenza i movimenti di Manu, spesso in lacrime, consolata da un marito per fortuna vicino, supportata da alcuni suoi colleghi di lavoro che ancora la stimano.
Ma è troppo poco. Molte saranno le reazioni incerte dei colleghi, alcuni per convenienza accettano quella cifra negando egoisticamente il supporto, altri sono spaventati da eventuali conseguenze lavorative se votano a favore e risentimenti privati, altri ancora, infine, sono fin troppo “ingenui” che pure precari, socializzano con la giovane madre.  Un’umanità porta a porta variegata dalle mille sfaccettature che i Dardenne “descrivono” sfruttando abilmente il volto di Manu addirittura toccando il pathos del piagnisteo e del suicidio.
Forse un pò vittimista, segnato da una vena rinunciataria basata sulla politica del convincimento altrui, Due giorni una notte pare un leitmotiv consolidato che i Dardenne sfruttano spezzando la lancia verso l’eroina Manu, senza mai però intavolare un deciso piano di salvaguardia che spezzi il filone narrativo pietistico dicotomico ovvero: se convinco mi salvo altrimenti mi licenziano e mi suicido.
Qui  il rischio del film:  viaggiare lungo i binari dell’elemosina sentimentale senza focalizzarsi su una rivalsa sociale che qui è solo carità.
La dignità di Manu non è mai rappresentativa, il suo strenuo atto di reinserimento in una società da cui era stata strappata dalla depressione non sono pienamente efficaci, non convincono sino in fondo lo spettatore.
Che rimane alla fine dubbioso ai titoli di coda su un film interessante e “socialmente utile” come i lavori di una volta.

[+] lascia un commento a eugenio »
Sei d'accordo con la recensione di Eugenio?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
20%
No
80%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Eugenio:

Vedi tutti i commenti di Eugenio »
Due giorni, una notte | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | ashtray_bliss
  3° | veronica c
  4° | maria cristina nascosi sandri
  5° | leonidaxx
  6° | vanessa zarastro
  7° | fabiofeli
  8° | nerone bianchi
  9° | pepito1948
10° | cesare premi
11° | guidobaldo maria riccardelli
12° | no_data
13° | antonietta dambrosio
14° | howlingfantod
15° | giulia mazzarelli
16° | antonietta dambrosio
17° | filippo catani
18° | marcellodangelo1979
19° | amgiad
20° | catcarlo
21° | andrea kihlgren
22° | flyanto
23° | angelo umana
24° | andrejuve
25° | luca scial�
26° | enrico danelli
27° | ennio
28° | cri
29° | stefano capasso
30° | gianleo67
31° | dromex
32° | andrea kihlgren
33° | zarar
34° | mafaldita22
35° | romass
36° | eugenio
37° | lanco
Premio Oscar (1)
European Film Awards (2)
Critics Choice Award (2)
Cesar (2)
BAFTA (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 13 novembre 2014
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità