Jack Goes Boating

Film 2010 | Commedia 89 min.

Regia di Philip Seymour Hoffman. Un film con Philip Seymour Hoffman, Amy Ryan, John Ortiz, Elizabeth Rodriguez, Daphne Rubin-Vega. Cast completo Genere Commedia - USA, 2010, durata 89 minuti. Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di 4 recensioni.

Condividi

Aggiungi Jack Goes Boating tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il film è tratto da una commedia teatrale di Bob Glaudini, adattata dallo stesso autore, ed interpretata dal medesimo cast Al Box Office Usa Jack Goes Boating ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 495 mila dollari e 128 mila dollari nel primo weekend.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Discreto esordio alla regia del premio oscar P.S. Hoffman: una storia "normale" per un personaggio "diverso".
Recensione di Marianna Cappi
Recensione di Marianna Cappi

New York. Jack è un autista di limousine, appassionato di reggae, single, affezionatissimo ai suoi due unici amici, Clyde e Lucy. Connie è la nuova collega di Lucy all'impresa di pompe funebri: single, nevrotica, pure un poco sfortunata. Mentre il matrimonio di Clyde e Lucy giunge inaspettatamente al capolinea, l'incontro combinato tra Jack e Connie si trasforma lentamente e prudentemente in una vera storia d'amore.
L'esordio alla regia di Philip Seymour Hoffman prende le mosse dalla pièce teatrale di Bob Glaudini, dove l'attore già vestiva i panni di Jack, personaggio timido e socialmente inetto, vicino ad altri caratteri da lui precedentemente frequentati sullo schermo, ma ancor più indifeso e raggomitolato su se stesso.
Manhattan resta sullo sfondo, con le vette, i suoi ritmi, il suo caos festoso e spaventoso. Jack preferisce vivere dentro un'automobile, protetto dalla carrozzeria, in discreto ascolto degli altri, che vanno e vengono senza creare legami. Il film racconta il momento in cui decide di scendere dall'auto e di camminare con le proprie gambe, ovvero di mettersi in moto e di vivere davvero. Non è più giovane eppure ha tutto da imparare: come si sta a galla, come si respira, come si cucina, come si ama. Il divario che lo separa dal raggiungimento dei tempi altrui è incolmabile, ma è proprio questa la sua bellezza, la sua grazia.
Meno facili sono i tempi del film, che parte troppo adagiato sui clichés del genere -dal balbettio della recitazione al bacetto rubato fra adulti, dalla solitudine metropolitana allo stupore e tremore di fronte alle banali brutture del mondo- e solo faticosamente trova, strada facendo, la pista di decollo, grazie soprattutto alla presenza scenica di Hoffman.
Il suo pregio sta soprattutto nel racconto di una storia di vita comune, che non ha bisogno di pescare nello stravagante o nell'incredibile per descrivere una tardiva ma felice accettazione di sé; la sua debolezza si registra invece a confronto con tanti titoli del cinema indipendente che hanno raccontato simili squarci prima di questo e con sguardo più acuto o dolente. A strappare un finale in salita ci pensa la musica, bellissima, dei Fleet Foxes.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 26 agosto 2011
linodig

Il faccione di Jack, domina il film JACK GOES BOATING: Il protagonista, non usa molte parole. Usa il corpo, il faccione, gli sguardi e le parole poche e lente. Ma, vuole imparare a nuotare, lui grasso e pauroso. E vuole conoscere una donna, che non abbia bisogno di andare con altri uomini, mai. E vuole portarla in barca. Il film, dominato dallo sguardo perplesso e deformato di bambino/adulto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 5 febbraio 2014
minnie

Ho visto questo film l'altra sera su Raimovie: impressionante, sembra la descrizione degli ultimi momenti della vita del grande attore. Una cena con amici, uno che scende e acquista la dose dai tanti spacciatori di cui Manhattan è piena e la cena che Jack-Philip aveva preparato con tanto amore si risolve in un disastro, cibo bruciato e Jack in crisi di nervi, strafatto come l'aveva visto [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Gary Goldstein
The Los Angeles Times

By Hollywood's staunchly risk-averse standards, the film adaptation of Bob Glaudini's 2007 stage play "Jack Goes Boating" is an exceedingly brave venture. It's an intimate, slice-of-life story in which things move deliberately, character goals are modest, and emotions — both of the internal and external kind — take center stage. The movie, adapted by Glaudini and starring Philip Seymour Hoffman in [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
mercoledì 28 luglio 2010
Marlen Vazzoler

I 50 film diretti a Toronto Il Toronto International Film Festival ha annunciato martedì i 50 film che comporranno la line up della 35. edizione che si terrà a Toronto in Canada dal 9 al 19 settembre, quasi in contemporanea con la 67.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati